SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Industriali di Modena, Bologna e Ferrara pronti alla fusione

I presidenti di Unindustria Ferrara Riccardo Maiarelli, Confindustria Modena Valter Caiumi e Unindustria Bologna Alberto Vacchi hanno sottoscritto oggi una lettera d’intenti che fissa le linee guida per il progetto d’integrazione delle tre realtà associative.

L’obiettivo  – si legge in una nota delle tre associazioni – è di arrivare a un’unica associazione, denominata Confindustria Emilia, capace di garantire maggiore rappresentanza a una realtà territoriale che costituisce il primo polo manifatturiero italiano, più spazio alle piccole e medie industrie e servizi più efficaci a tutti gli associati.

Il documento è stato firmato a Ferrara, a riprova dell’apprezzamento riscosso dalla scelta dell’associazione di aderire fin dai primi passi al percorso di integrazione in atto tra Modena e Bologna e del ruolo che potrà conseguentemente svolgere.

La lettera d’intenti prende le mosse da una duplice constatazione. Da una parte, infatti, i cambiamenti epocali in atto (primi fra tutti la globalizzazione e il perdurare della crisi economica) determinano profonde necessità di modernizzazione dei sistemi di rappresentanza, storicamente basati su un’organizzazione territoriale definita dai confini provinciali. Dall’altra le associazioni coinvolte sono sostanzialmente omogenee e complementari, a partire dai settori produttivi rappresentati.

Nasce così, nell’ambito della riforma di Confindustria, l’idea di procedere verso l’integrazione, con l’obiettivo – come accennato – di potenziare la rappresentanza del primo polo manifatturiero italiano, attuare le sinergie necessarie per avviare servizi nuovi e sempre più rispondenti alle esigenze in continua evoluzione delle imprese e rafforzare la difesa delle Pmi che non sempre si sentono adeguatamente rappresentate al di là dei confini regionali.

Dalla firma della lettera di intenti, due sono i passaggi chiave che emergono: la presentazione di un progetto dettagliato e condiviso entro maggio 2015 e la fusione in un’unica associazione entro dicembre 2016.

Le porte di Confindustria Emilia resteranno aperte a tutte le altre territoriali lungo la via Emilia che desidereranno farne parte.

presidenti_direttori_Fe-Mo-Bo

I presidenti (seduti) e i direttori di Unindustria Bologna, Ferrara, Modena e Bologna (da snx)

 

“Questo percorso”, spiega il presidente di Unindustria Ferrara Riccardo Maiarelli, “costituisce una sfida impegnativa, ma necessaria: in un momento delicato e difficile per il Paese tutti devono, infatti, mettersi in gioco con passione, avendo il coraggio di compiere scelte forti, coltivando l’ambizione di contribuire a costruire il futuro. Vogliamo che a guidare il percorso siano le esigenze degli associati. Insieme, facendo tesoro delle sollecitazioni che emergeranno, vogliamo disegnare il profilo di un’associazione che continui a erogare i servizi sul territorio, senza perdere quella vicinanza che rappresenta uno dei nostri punti di forza, garantendo nel contempo – grazie all’integrazione – quel salto di qualità di cui le imprese hanno bisogno per essere sostenute con efficacia nella sfida quotidiana della competizione”.

 

“Si tratta di un obiettivo non più rinviabile sul quale dobbiamo impegnarci tutti con passione e determinazione”, afferma il presidente di Confindustria Modena Valter Caiumi. “Oggi non basta più mettere a disposizione buoni servizi per gli imprenditori. Occorre dare loro il meglio, l’eccellenza. Creare un’unica associazione significa acquisire maggiore autorevolezza, integrare meglio le nostre capacità e sviluppare ancora di più le nostre potenzialità. Sono certo che la fusione darà forma e sostanza a un autentico ampliamento delle performance che potremo mettere in campo per sostenere le imprese, in particolare le piccole, e renderle più forti. Un lavoro che porteremo avanti con i colleghi presidenti di Bologna e Ferrara puntando sui grandi valori della condivisione e della coesione, nel nome dello sviluppo e della valorizzazione del territorio. Unendo le nostre potenzialità potremo dare un contributo ancora più consistente allo sviluppo. Aggregati in un’unica realtà associativa, abbiamo maggiori possibilità di migliorare il nostro sistema industriale e dargli nuova competitività”.

 

“Sono molto soddisfatto di come il processo di unificazione sta procedendo. Sono consapevole che il mandato dei firmatari è forte del consenso della larga maggioranza delle piccole e grandi imprese associate e questo darà forza alle scelte politiche ed organizzative che dovremo prendere. Diventare una rete associativa di oltre 3.400 imprese, per un totale di 151.000 dipendenti e 17 milioni di euro di contributi associativi, e un polo manifatturiero tra i più robusti d’Europa avrà effetti sulla nostra capacità di restare sui mercati e di attrarre investimenti per tornare a crescere ed a generare posti di lavoro stabili”, dichiara il presidente di Unindustria Bologna Alberto Vacchi.

Rubriche

Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto
Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchFederico Tassini da Finale Emilia vince il campionato del mondo col Roma Roller Team

    Curiosità

    Per la Croce Blu di Soliera un calendario che è tutta una favola
    Per la Croce Blu di Soliera un calendario che è tutta una favola
    Per l'iniziativa i volontari del soccorso hanno superato se stessi realizzando un piccolo capolavoro di ironia e immaginazione[...]
    Nel cielo della Bassa brilla la stella cometa di Natale
    Nel cielo della Bassa brilla la stella cometa di Natale
    Il cielo terso che ci hanno regalato i gelidi venti di questi giorni ci ha permesso di vedere tante stelle cadenti, le Geminidi[...]
    Il miglior panettone d'Italia? Si fa in Emilia, col grano antico
    Il miglior panettone d'Italia? Si fa in Emilia, col grano antico
    Secondo la rivista gastronomica Dissapore, lo ha realizzato il pasticciere Claudio Gatti[...]
    "Come vi chiamate?", chiedono i Carabinieri. E i due cinesi: "Ping e Pong"
    "Come vi chiamate?", chiedono i Carabinieri. E i due cinesi: "Ping e Pong"
    Due ragazzi di 29 e 30 anni sono stati denunciati in stato di libertà[...]
    I social bond della Cassa Depositi e Prestiti portano lavoro a San Felice
    I social bond della Cassa Depositi e Prestiti portano lavoro a San Felice
    A San Felice il finanziamento è andato alla Ferropol Coating[...]
    Da Nonantola all'isola di Budelli per vivere da eremita, ora per il prof Morandi è sfratto
    Da Nonantola all'isola di Budelli per vivere da eremita, ora per il prof Morandi è sfratto
    Ha 79 anni e non sa dove andare. "In condominio non ci starei", disse una volta[...]
    Il pane surgelato non potrà più chiamarsi "fresco", i panificatori festeggiano
    Il pane surgelato non potrà più chiamarsi "fresco", i panificatori festeggiano
    Il pane che ha subito un processo di surgelazione o contiene additivi conservanti sarà indicato come 'Conservato' oppure 'A durabilità prolungata'.[...]
    A 102 anni gli rinnovano la patente
    A 102 anni gli rinnovano la patente
    Sarà valida fino al 2020, quando, è l'auspicio di tutti, sarà chiamato a rinnovarla[...]
    Il traffico è aumentato è guidiamo per più di un'ora e un quarto al giorno
    Il traffico è aumentato è guidiamo per più di un'ora e un quarto al giorno
    Calano gli incidenti stradali, che sono però più letali di prima[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: