SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Mirandola, via Donizetti e quella “Z” di troppo

La strada è piuttosto nascosta. E’ una strada senza uscita, si chiude con una rotonda dal raggio piuttosto discutibile, e vi si accede solo da via Puccini: “via G. Donizzetti”. Proprio così: due zeta, un errore da matita blu. E’Donizetti lì da alcuni anni, ma recentemente un nostro lettore ce l’ha segnalata citando proprio il maestro Donizetti, perché “una furtiva lagrima negli occhi miei spuntò”, ci ha scritto, nel vederla. Non vi sono dubbi, del resto: la toponomastica dell’area (via Rossini, via Puccini e la vicina via Mascagni) segnala che il Donizetti in questione è proprio Gaetano, il compositore bergamasco dell’Elisir d’Amore, per citarne una, e non di un omonimo, un qualunque Giovanni, Gioacchino, Giuseppe o… G qualcosa. E in questo caso, non ci sono dubbi: la versione corretta è Donizetti, con una sola zeta, e ciò è evidente anche dalla firma del compositore, chiara e inequivocabile (vedi immagine a sinistra). Così come chiaro e inequivocabile è il cartello che segnala la via: Donizzetti (vedi in basso, sotto l’articolo).

catasto_mirandolaEppure nel catasto il nome è corretto. In realtà l’errore, per quanto nella sua forma più evidente, è solamente nel cartello che segnala la strada. Nei documenti catastali del Comune, infatti, il cognome di Donizetti compare con una sola zeta, pertanto in forma corretta, come è possibile verificare online (accedendo a questo sito e attuando la ricerca nei documenti relativi a Mirandola) o cliccando sull’immagine a destra, sempre tratta da SisTeMoNet, il portale geografico realizzato dal Sistema informativo territoriale della Provincia di Modena, presso l’Uffico Urbanistica e Cartografia. A livello ufficiale, dunque, l’errore non esiste. Ma il cartello è sufficientemente adatto alla figuraccia, perché l’immagine è quella e, in fondo, non è che tutti possano prendersi la briga di perdere tempo a controllare presso i documenti ufficiali…

Betly. Così, se volessimo andare alla ricerca di un motivo legittimo (a parte la non conoscenza del compositore, ovviamente) che possa giustificare l’errore, allora potremmo farlo risalire al frontespizio di alcune edizioni tipografiche dell’opera comica Betly del 1838 e del 1842 (vedi qui) in cui compare la dicitura “dramma giocoso in due atti : da rappresentarsi nel Teatro Gallo in Venezia nell’autunno 1838 / parole e musica del maestro cav. Donizzetti“. Che l’autore dell’errore di cui al cartello sia stato tratto in inganno da questo aspetto non può nemmeno essere considerata un’ipotesi credibile, sia chiaro…

Roma, via delle Muratte. Piuttosto è curioso notare come il medesimo errore capitato a Mirandola sia comparso, verosimilmente, su un muro di Roma, e successivamente corretto. Esiste infatti, su un edificio di via Muratte a Roma, una targa dedicata a Donizetti. donizetti romaLa trovate qui a sinistra e, cliccando sopra per ingrandirla, vi accorgerete di come, all’altezza del cognome del Maestro, l’intero spazio mostri una incavatura maggiore rispetto al resto della lapide. Bisognerebbe chiedere ad un romano che abiti in zona per sapere la verità, tuttavia il sospetto è che l’incisione si sia resa necessaria proprio per correggere il cognome di Donizetti, scritto con buona probabilità in maniera sbagliata, nella versione originaria della targa. Perché un errore su un muro di Roma è esposto al pubblico ludibrio molto più di quanto accada ad una via piccola e un po’ nascosta di Mirandola.

Ma a noi, in fondo, è proprio quest’ultima ad interessare. E, al momento, è ancora così…

mirandola via donizetti

Rubriche

Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto
Glocal
Bitcoin a picco sotto i 7mila dollari. Lloyds vieta ai clienti l’acquisto.
Il Bitcoin si è più che dimezzato arrivando sotto i 7.000 dollari (-200% rispetto a venerdì 2 febbraio).leggi tutto
Glocal
Cresce il mercato dell’ebook in Italia. L'opinione di Felicia Kingsley
Diminuiscono i lettori dei libri di carta (-3,1%) ma si registra un significativo aumento dei “lettori digitali” (+21% nel 2016 e +16,3% nel 2017).leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Il lupo vive solo in montagna? No, vive anche in pianura. Se ne parla a Mirandola
    Il lupo vive solo in montagna? No, vive anche in pianura. Se ne parla a Mirandola
    Ne parla Matteo Carletti, biologo con tesi di dottorato sul lupo in Appennino[...]
    Cenano e se ne vanno. Inseguiti dai Vigili alla fine pagano il conto
    Cenano e se ne vanno. Inseguiti dai Vigili alla fine pagano il conto
    Due giovani con la scusa di andare a fumare hanno provato a filarsela dal ristorante[...]
    Per essere infedeli non serve consumare, basta cercare incontri sexy. Lo dice il Tribunale
    Per essere infedeli non serve consumare, basta cercare incontri sexy. Lo dice il Tribunale
    E' la sentenza su un caso emiliano che vide una moglie sorprendere il marito a navigare sul web in cerca di relazioni con altre donne[...]
    Piccolo edema alle corde vocali, niente show di Jovanotti a Bologna
    Piccolo edema alle corde vocali, niente show di Jovanotti a Bologna
    Lo ha ufficializzato lo stesso cantante su Facebook[...]
    Il Bilancio di genere della Regione diventa una bussola per le politiche contro le discriminazioni
    Il Bilancio di genere della Regione diventa una bussola per le politiche contro le discriminazioni
    L’Emilia-Romagna registra un tasso di occupazione femminile tra i più alti del Paese: è del 66,2%[...]
    Tra i migliori chef in sfida Guidetti di Finale Emilia e Cuocci di Bomporto
    Tra i migliori chef in sfida Guidetti di Finale Emilia e Cuocci di Bomporto
    Partecipano a“Centomani di questa Terra”, l’evento annuale dell’Associazione culturaleCheftoChe[...]
    Torna in scena Nevruz: esce il nuovo album del cantante Cavezzo
    Torna in scena Nevruz: esce il nuovo album del cantante Cavezzo
    L'artista Daniel Bund l'ha già battezzato come "una favolosa opera d'arte" [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: