Palma Costi capolista del Pd per le regionali

Accolti i desiderata del Pd della Bassa che chiedeva, dopo la formale rinuncia di Palma Costi alla corsa per le primarie che hanno battezzato il candidato presidente della Regione, almeno il ruolo di capolista – quindi con certezza di elezione – per la presidentessa dell’assemblea legislativa regionale originaria di Camposanto.

“Una lista che rappresenta la nostra comunità”: il segretario provinciale del Pd Lucia Bursi ha portato all’approvazione della Direzione provinciale la proposta di lista modenese dei candidati Pd al Consiglio regionale. La proposta  – si legge in una nota del paritito – è il frutto di un lavoro complesso imperniato sulla consultazione dei Circoli Pd avvenuta alla fine del mese di settembre intrecciata con i criteri per la composizione della lista approvati dall’ultima Direzione provinciale del partito. Sono 45 le assemblee di Circolo tenutesi su tutto il territorio per un totale di 1.200 persone coinvolte. “Tutti i Circoli hanno dato un giudizio positivo sul lavoro svolto dai tre consiglieri uscenti – ha spiegato nella sua relazione Lucia Bursi – e questo è stato un primo criterio di scelta. Poi abbiamo voluto un rappresentante della cosiddetta “società civile” che portasse specifiche competenze su un ambito da noi considerato strategico. Infine sulla scelta dei restanti nominativi hanno pesato i criteri da noi scelti in precedenza, ovvero la parità di genere, il pluralismo politico, la rappresentanza sociale e dei territori e il merito”. La proposta di lista presentata dalla segreteria provinciale – che si è assunta la responsabilità politica di scegliere un gruppo di candidati in rappresentanza dei nostri territori uscito da consultazioni e non da primarie tra i Circoli e che approda ora alla Direzione regionale del partito, già convocata per lunedì sera – vede quindi la presenza di quattro donne e quattro uomini.

Capolista è la presidente uscente dell’Assemblea legislativa regionale Palma Costi, che alla competenza acquisita associa il forte consenso delle zone del cratere sismico. In rappresentanza della società civile, viene proposta la presidente nazionale della Fita-Cna Cinzia Franchini, imprenditrice impegnata nella lotta alla criminalità organizzata. Confermato anche il nominativo della consigliera regionale uscente Luciana Serri, sulla cui figura, in particolare, hanno convenuto i Circoli della montagna e parte del Distretto ceramico. Dalla città, infine, arriva il nominativo di Simona Arletti, consigliere comunale ed ex assessore del Comune di Modena. Per quanto riguarda gli uomini, confermata la presenza in lista dell’attuale assessore regionale alle Attività produttive Luciano Vecchi. Gli altri nominativi sono quelli dell’ex vicesindaco di Modena Giuseppe Boschini, dell’ex sindaco di Carpi Enrico Campedelli, in rappresentanza delle Terre d’Argine, e dell’ex assessore di Castelfranco Luca Sabattini, in rappresentanza delle zone della cintura modenese e delle Terre di Castelli. La Direzione provinciale ha approvato a maggioranza la lista dei candidati (sette gli astenuti, tra cui alcuni dei candidati).

Dalla consultazione nei Circoli sono uscite anche indicazioni sui contenuti del programma elettorale che i candidati modenesi dovranno portare in Regione, prima di tutto il lavoro e lo sviluppo, ma anche la sburocratizzazione e la semplificazione, la salute e il welfare. “Nelle prossime settimane – ha concluso Lucia Bursi – anche grazie all’impegno dei parlamentari modenesi, verranno organizzati diversi incontri incentrati proprio sui temi della riforma del mercato del lavoro e della scuola che saranno parte fondante della campagna elettorale del Pd modenese in vista delle elezioni regionali del 23 novembre”.

 

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Tribologia industriale, un corso al Tecnopolo
    Tribologia industriale, un corso al Tecnopolo
    La tribologia è la disciplina che studia le interazioni fra superfici a contatto, occupandosi nello specifico dei fenomeni di usura, attrito e lubrificazione[...]
    Black Friday, ad Amazon Piacenza si sciopera
    Black Friday, ad Amazon Piacenza si sciopera
    Lo sciopero comincerà con il turno mattutino di venerdì e terminerà con l'inizio dello stesso turno di sabato[...]
    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    Medico a Novi, fa parte della compagine di artisti che vede anche Doriano Novi, Giorgio Cavazza, Rino Fattori, Carlo Canevazzi, Luca Bompani[...]
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Un tempo - scherza Aimi (Fi) si diceva: "Non c'è più Religione", e non ci consola sapere che a Carpi al suo posto c'è finita la "Zumba". [...]
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    In Regione l'inviato del tg satirico di Canale 5 ha strappato un impegno a saldare il dovuto[...]
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    L'intervento, per asportare un tumore, a Ferrara. È il primo del genere in Italia[...]
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Il titolo viene rilasciato dopo 4 anni di degustazioni con almeno 40 assaggi all'anno. E un severo esame [...]
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che viene abbinato alle prime castagne.[...]