SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

La nostra Repubblica fondata sulla… mediocrazia. Editoriale di Andrea Lodi

Andrea_Lodi  di Andrea Lodi*

La spesa pubblica è in aumento. Pensavamo che i nostri governanti stessero lavorando per ridurla … invece. Parole come l’inglesissima “spending rewiev” e l’italianissima “semplificazione” hanno occupato per centinaia, migliaia di volte le pagine dei giornali. A quanto pare invano.

Gian Antonio Stella, in uno dei suoi ultimi lavori letterari, ci ricorda che il vero ostacolo a qualunque manovra di ripresa e semplificazione è la burocrazia. Flaiano, uno che con le parole ci sapeva fare, diversi decenni orsono scriveva che “dopo la calata dei Goti, dei Visigoti, dei Vandali, degli Unni e dei Cimbri, occorre fermare la più rovinosa per l’Italia: la calata dei Timbri”.

La burocrazia, così com’è stata impostata negli anni in Italia, è diventata di fatto una casta che gestisce un potere immenso, il potere di bloccare una legge, un regolamento o semplicemente un’autorizzazione. E’ diventata di fatto l’anticamera dello spreco, della corruzione, quindi del malaffare e dell’inutilità.

“Morti mai morti, vivi mai vissuti, lettere sparite, salme insepolte, matrimoni viziati, cittadini virtuosi, pensioni da passione, incolpevoli evasioni e comiche esenzioni. Puro Pirandello.”, scrive Francesco Battistini del Corriere della Sera.

Un teatrino dell’assurdo che ci costa circa 70 miliardi l’anno. Uno spreco nello spreco.

“Cretinismo legislativo”, scrive Gian Antonio Stella, che continua: “che la burocrazia ostacoli la prosperità del Paese, che sia ormai padrona del campo e che tenga al guinzaglio i ministri stessi, è incontestabile”.

Vari ministri hanno provato, già ai tempi della prima Repubblica, a risolvere il problema, senza mai riuscirci, anzi. Ci aveva provato anche il Duce, con visite a sorpresa nei pubblici uffici, ma pare che anche lui abbia fallito.

D’altronde che cosa possiamo pretendere da un Paese che da sempre e ad ogni livello ha deciso di intraprendere la strada della demeritocrazia ? Una tendenza a “puntare verso il basso” che ha determinato la situazione in cui ci troviamo oggi: politici che non governano, anzi molto più propensi a rubare il pubblico danaro e di conseguenza amministratori pubblici che di fatto non amministrano.

D’altronde la regola della politica è molto chiara: meno si capisce, meglio è. Un fedelissimo dell’ex ministro Scajola, incaricato di scegliere i candidati alle Politiche, avrebbe detto: “non m’importa di avere un Nobel in lista, m’importa sapere se voterà una legge di cui non sa nulla”. Ci potrebbero venire in mente ad esempio le varie Leggi “salvaberlusconi” ormai di antica memoria, ma è solo un esempio.

Gobbledygook, la chiamano gli inglesi, l’arte di confondere le acque, che consiste nel selezionare dirigenti tanto incapaci quanto fedeli ai capi e bravi a confondere i cittadini. Mediocrazia, la chiamano altri, il potere in mano ai mediocri.

Ci sta provando il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, che, pur con le migliori intenzioni, si sta scontrando contro il muro dell’opposizione al cambiamento. Tutti vogliamo che il Paese cambi, ma a quanto pare, a conti fatti, i nostri rappresentanti nello Stato, questo cambiamento non lo vogliono.

Gli Stati Uniti licenziano migliaia di dipendenti pubblici, mentre noi insceniamo finte riduzioni di costi inutili: province che dovrebbero essere chiuse ma che di fatto continuano ad operare come prima; enti inutili che dovrebbero essere eliminati, ma i cui dipendenti (che rappresentano il costo maggiore) vengono recuperati in altri Enti.

Potremmo dare in appalto agli americani la riforma della Pubblica Amministrazione. Forse le cose potrebbero cambiare. Ovviamente è una battuta di spirito. Mi riferisco al secondo capoverso.

* Andrea Lodi, originario di San Prospero (Mo) è aziendalista, specializzato in Pianificazione Strategica. Docente e consulente per conto di imprese private, enti di formazione, associazioni di categoria, organizzazioni NO PROFIT, società di consulenza ed università. Giornalista economico, dal gennaio 2009 curo “Economix“, la rubrica economica di PiacenzaSera.it.

www.andrealodi.it

 

Articolo tratto da Economix, rubrica economica di PiacenzaSera.it

Rubriche

Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Addio a gatto Gino, il re di San Giovanni in Persiceto
    Addio a gatto Gino, il re di San Giovanni in Persiceto
    Il felino, amatissimo e molto noto, è stato investito da un'auto[...]
    La verità su Pico della Mirandola: fu ucciso dall'arsenico
    La verità su Pico della Mirandola: fu ucciso dall'arsenico
    La scoperta dopo 500 anni dalla morte del celebre umanista[...]
    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Solo un grande spavento per l'uomo che l'ha trovato, ma il biacco è innocuo[...]
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Ha ospitato anche un idolo dei più giovani, il gamer GaBBoDSQ, che ha formato il tatuaggio di un suo fan[...]
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Su Caanale 5 una riduzione del grandioso spettacolo su Leonardo da Vinci che ha fatto vincere a Federico e compagni il campionato del mondo di pattinaggio[...]
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Svetta nell'area esterna del quartiere fieristico l'imponente trampolino, 46 metri di altezza e 130 metri di lunghezza, il più grande mai costruito in Italia[...]
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: