Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Istat e droga, arriva il Nil che conta le nefandezze – Editoriale di Andrea Lodi

Andrea_Lodi  di Andrea Lodi*

Un nuovo indicatore economico: il NIL, Nefandezze Interne Lorde

Premessa

Nell’ormai lontano 2007, presi parte ad una delegazione di consulenti italiani in terra madrilena. Una funzionaria della Confederazione Spagnola delle Cooperative, ci parlò, con molto orgoglio devo dire, delle cooperative di prostitute. In Spagna, da diversi anni (e non dal gennaio 2014 come scrivono alcuni giornali) la prostituzione è stata legalizzata e le operatrici del settore possono organizzare il proprio lavoro in forma cooperativa.

Sempre in Spagna, come in altri Paese europei, esiste anche la legalizzazione delle droghe leggere, con la costituzione dei cosiddetti “Cannabis club”, luoghi dove è possibile la coltivazione ed il consumo.

In Spagna attività “illegali” come droga, prostituzione e contrabbando, nel loro complesso, rappresentano circa il 4,5% del PIL spagnolo, metà del quale, circa, è costituito da attività che per la legislazione spagnola è considerata legale.

Il fatto

Nel corso del 2014 l’Eurostat ha stabilito che attività illegali come traffico di sostanze stupefacenti, servizi della prostituzione e contrabbando (di sigarette o alcol) entreranno nel “panel” per il calcolo del PIL nazionale.

In realtà, spiegano dall’Istat, si tratta di un processo di “armonizzazione”, in quanto il PIL misura ormai da decenni tutta l’attività economica, sia dichiarata che sommersa. Con il nuovo metodo, verrà solo armonizzato il sistema di analisi delle attività illegali così come concordato dalla Ue nel 2012.

La ragione per la quale si includono anche le attività illegali, spiegano dall’Istat, “è per riflettere meglio lo stato dell’economia: tutte le attività economiche e le transazioni devono essere prese in considerazione per dare un’accurato quadro dei consumi e del PIL, siano essi legali o no”.

Il commento

Quanto ci spiegano dall’Istat in realtà non può smorzare le polemiche in corso. Sapere che già da tempo consideriamo le attività illegali parte della “ricchezza” prodotta dal nostro Paese, è inquietante.

Non si può dare torto al segretario dell’ANM Maurizio Carbone, quando definisce una “mostruosità” queste scelte e denuncia che “in questo modo si fa un favore alle cosche, alla mafia, alla camorra, alla ‘ndrangheta, riconoscendo loro uno status di produttrici di ricchezza e di lavoro”.

Come possiamo paragonare le attività economiche che contribuiscono al benessere del nostro Paese, con attività invece che generano degrado morale, che alterano i meccanismi della concorrenza a favore di chi non ha scrupoli etici, e sul piano sociale producono oppressione e sfruttamento brutale?

Nel lontano marzo del 1968 Robert Kennedy denunciava, in un discorso, l’inadeguatezza del PIL come indicatore di benessere di un Paese: “il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalla carneficina di fine settimana. Mette nel conto programmi televisivi che valorizzano la violenza. Cresce con la produzione del napalm, missili e testate nucleari. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta. Può dirci tutto sull’America – concludeva – ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani”.

Conclusione

Se per i tecnici dell’Istat il ricalcolo del PIL con le attività criminali non è un misuratore di benessere ma serve ad avere un quadro più reale del funzionamento di un sistema economico, perché allora non creiamo un indicatore specifico per le attività illegali ? Potremmo chiamarlo NIL (Nefandezze Interne Lorde), oppure prendiamo la strada tracciata già da tempo da Paesi come la Spagna, rendendo legali alcune attività illegali. Semplice.

Andrea Lodi (redazione.economia@sulpanaro.net)

Articolo tratto da Economix, rubrica di economia di PiacenzaSera.it

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono arrivati i fenicotteri nelle valli mirandolesi
    Sono stati immortalati in tutta la loro bellezza da Raffaele Gemmato mentre facevano sosta nella Bassa nel loro lungo volo verso Sud[...]
    Unimore nella classifica Times Higher Education 2021
    Unimore nella classifica Times Higher Education 2021
    l giudizio complessivo della rivista britannica assegna all’ateneo emiliano una posizione di classifica compresa tra 401 e 500 a livello mondiale[...]