Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Lavoro nero e caporalato, a Modena è record di sfruttamento

Record di irregolarità contestato per lavoro nero ed irregolare nelle poche, ma efficaci, visite ispettive nei cantieri e posti di lavoro dei nostri territori. I dati aggiornati al 1° ottobre 2014, attestano una media del 52% di irregolarità riscontrate a livello regionale. In provincia di Modena, molto peggio, si registra un 47% in agricoltura, il 60% in edilizia, il 64% nel terziario, ben il 74% nel manifatturiero e industria.  Per lo più giovani precari e stranieri.

“L’illegalità economica, e quella malavitosa non da meno, sempre  – osserva in una nota Franco Zavatti, Cgil Modena-coordinatore legalità e sicurezza Cgil regionale – si alimenta colpendo il lavoro, colpendone diritti e dignità, rubando dentro le stesse buste paga, regolari o fasulle che siano.  Di lavoratori emiliani, calabresi o stranieri che siano.Emerge poi, tra le pieghe della attualissima grande operazione contro le attività ‘ndranghetare in queste province e Modena in particolare, un aspetto inedito, che si potrebbe definire “caporalato col pizzo mafioso”. Dalle indagini si vede che il signor Bolognini – collegatore fra il clan e l’impresa Bianchini – si ritagliava una “retribuzione” di circa 20.000 euro al mese, taglieggiando un “pizzo” sulle buste paga della ventina di muratori e carpentieri calabresi da lui procurati per i cantieri nella Bassa. Lavoratori “autotassati” del contributo della Cassa Edili, rimborso pasti e vietata iscrizione sindacale.

Nel torrente malavitoso che in questi giorni si è gonfiato attraversando le nostre pianure, non va però scordato e sottovalutato un affluente minore ma continuo, che scorre nelle nostre campagne ed organizza truffe complesse e molto redditizie, ai danni di tanti immigrati bisognosi di lavoro e del permesso di soggiorno.

Ancora in questi giorni, la CGIL ha presentato una segnalazione documentata che aggiunge un ulteriore anello ad una lunga catena già conosciuta e che, purtroppo, ha segnato negli ultimi anni e fino ad oggi, un radicato filone di truffe ben estese ed organizzate, che hanno mostrato il coinvolgimento di una rete ben integrata fra soggetti che parlano lingue straniere – indiano, pakistano, maghrebino – e dialetto modenese.
Imprenditori agricoli che truccano le assunzioni; consulenti che organizzano le clientele bisognose di immigrati;professionisti che producono le false retribuzioni; ma pure – come si è visto appena un anno fa – operatori di due importanti Organizzazioni di coltivatori e piccoli artigiani.
I colpi inferti dal grande lavoro investigativo del Commissariato PS di Carpi, della Finanza, degli Enti del Lavoro modenesi e delle Polizie Municipali, hanno scoperchiato una vera e propria “tratta criminosa dei permessi di soggiorno”. E che non è cessata (in allegato una falsa busta paga) .
Questo di oggi è il caso di una conosciuta “impresa di coltivazioni agricole associate all’allevamento” situata fra stradelli e ponticelli della campagna carpigiana.

Un import-export umano con “tariffe” imposte agli stranieri di parecchie migliaia di euro e che riservano dai 2.000 ai 3.000 euro ai coltivatori collusi, per ognuna delle false assunzioni.
Un quadro deprimente che emerge da indagini e blitz modenesi iniziati nel 2009, poi con la vasta operazione “lambrusco” nel 2013 che ha scoperchiato un giro d’affari di oltre 10 milioni di euro, poi con i 20 rinvii a giudizio nel maggio scorso, le periodiche e benefiche ispezioni della polizia carpigiana per il contrasto allo sfruttamento dei clandestini, fino agli interventi della Guardia di Finanza nella Bassa di dieci giorni fa.
Colpi duri ed efficaci che devono perseverare.
Serve ancor più attività di controllo, con maggiori risorse dedicate e sopratutto coordinamento operativo fra i soggetti istituzionali.
Ma i fatti segnalati, confermano la preoccupante persistenza di un fenomeno illegale che coinvolge un modo di fare impresa che va sradicato, deleterio per le tante ditte regolari. Titolari di imprese che al telefono ridono, non solo per le scosse del terremoto, ma anche della piaga drammatica del lavoro clandestino”-

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]