Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cinema che fu: Fantozzi icona moderna

Ha senso ancora oggi riscoprire i film di Fantozzi? Riguardandoli con occhio critico sì: sotto l’aspetto da comiche di bassa lega si cela un aspetto profondo, un’icona moderna che viene sminuita da puzzette e quant’altro. Buona lettura!

Fantozzi viene fatto vedere ai bambini alla stregua delle comiche, è un caso umano: con la sfiga che persevera sulla sua vita è difficile non ridere. Una moglie con i capelli grigio topo, una figlia che rassomiglia ad una scimmia, una fiat scassata come auto, un lavoro dove viene vessato e dove deve coprire i colleghi assenteisti e un cognome che viene storpiato in continuazione (Fantocci, Pupazzi…).

Un uomo rassegnato all’umiliazione che però non perde mai di vista la sua umanità: quando deve chinare il capo davanti al potente di turno prova, nella sua maniera ovviamente, a ribellarsi. Con risultati tragicamente divertenti naturalmente, ma ci prova, tira ancora una volta i dadi per vedere se cambia qualcosa.
L’evidenza è nel suo comportamento: non potendo cambiare lavoro prova a scambiare la figlia al parco e rincorre eternamente la signorina Silvani (personaggio di donna bella ed effimera, con una grande solitudine e un’esistenza basata sull’apparenza): in uno dei vari film lei arriverà anche a concedersi (prima a Cortina e poi per disperazione), ma nella seconda occasione Fantozzi rifiuterà. La riconferma che Fantozzi ha una sua dignità e integrità morale.

Fantozzi è un disadattato sociale, che fatica a trovare il suo posto in società e non ha ricevuto le regole sul come comportarsi, creando equivoci imbarazzanti in tutte le situazioni. Fantozzi rimane però genuino, senza nascondersi dietro al classico dito dell’ipocrisia: conscio del suo stato si sbraccia per uscire da questa melma avversa per regalarsi un momento di gioia, mentre invece i suoi colleghi fingono di essere ciò che non sono per omologarsi.

Il momento emblematico è in Fantozzi va in pensione: tutti i suoi colleghi che fingono gioia e gaudio per essere pensionati si ritrovano, con lui, in una specie di girone dantesco a lavorare come indefessi. Il paradosso dell’ironia: da fedeli assenteisti a indefessi lavoratori una volta raggiunta l’età pensionabile.

Il nostro buffo eroe arriverà a capeggiare una rivoluzione, quando afferma che la corazzata Potemkin è una boiata pazzesca: in un clima da G8 Fantozzi finalmente può guidare un gruppo di fedeli contro il comune nemico.
Rimarrà un volo pindarico che finirà con i fumogeni della polizia e la rievocazione della pellicola distrutta, ma riconosciamo onore al merito: sempre meglio aver tentato e rischiato, ogni tanto uscire da un’esistenza grigia può aiutare.

Ma la più grande ricchezza di Fantozzi, che lo voglia riconoscere o meno, è la moglie Pina: sempre vicina a lui, anche se non lo ama (ti stimo moltissimo), nel corso delle varie pellicole vedremo che arriverà a lavorare di nascosto per dare soddisfazione alle passioni del marito (dal telefono a luci rosse al cancellare gli zeri una volta in pensione).
Una donna che gioca di rimessa, imprigionata anche lei da una bruttezza e da un’incompatibilità sociale: il flirt amoroso non corrisposto vero il panettiere Diego Abbantantuono le fanno capire che non può essere sicuramente un’amante, dovrebbe tenersi stretto suo marito.

Fantozzi sulla via dell’amore devia parecchie volte, illuso da un’aleatoria seconda possibilità con la signorina Silvana, romana burina che ha sempre guardato al portafoglio più che al vero amore. Il nostro protagonista cade nelle maglie malefiche e si concede avventure ben al di sopra delle proprie possibilità, sprofondando ancora di più nella consapevolezza che non è quello il suo posto.

Ma Fantozzi è un personaggio profondo, che ha la coscienza del suo essere: quando si rende conto dei sacrifici della compagna per renderlo felice fa un passo indietro, e le dice quello che pensa veramente.
Due casi eclatanti: la confessione di una vita di fallimenti e sfighe indicibili a Jessica (improbabile centralinista erotica interpretata da Pina per pagare le bollette del marito) e la rinuncia al secondo lavoro (per evitare che Pina venisse colta da un coccolone, a forza di pulire e cucinare).

Si continua a ridere, certo, di tutto quello che gli capita: è pur sempre una macchietta dei nostri difetti, delle nostre bassezze, del putridume dell’animo umano, dei colpi bassi a cui si deve far fronte per rimanere a galla.
Però gli italiani, vedendo queste inenarrabili avversità, si sono riconosciuti in questo personaggio e ne hanno tributato il successo, notando anche il suo aspetto umano (quando il giullare toglie la maschera mette a nudo la sua identità).

Ridiamo quindi delle nostre bassezze e riflettiamo sul personaggio di Fantozzi, che risulta più complicato e profondo di quanto possa sembrare: un buon modo per scoprire che, a conti fatti, in mezzo a tanta ipocrisia rimane l’unica persona sincera conscia del proprio sè e del suo stato. Mai votato alla rassegnazione, sempre pronto a dire ai suoi aguzzini “com’è umano lei“, uno stoico cavaliere che combatte contro i mulini a vento dell’indifferenza.

E c’è chi li chiama ancora film di serie B, alla prossima.

footer_marco

LEGGI ANCHE: Cinema che fu: Jolly blu – Il film degli 883

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]