Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Per le donne imprenditrici ancora ‘freni’ sociali, accesso al credito e burocrazia

Oltre 1,3 milioni, le imprese femminili attualmente in Italia, più di 93.000 in Emilia Romagna e circa 14.000 nella provincia di Modena. Attività imprenditoriali che operano sia nei settori più tradizionalmente legati alle donne – quali ad es. commercio, cura della persona, istruzione, etc. – sia nei servizi, alle imprese (intermediazione immobiliare, informatica, ricerca), ristorazione, accoglienza, ma anche trasporti e costruzioni. Significativo il fatto che questi dati presentano una crescita due volte più elevata del totale delle imprese – basti pensare che tra gli imprenditori under 35 a livello nazionale 1 su tre oggi è donna – a dimostrazione della crescente volontà delle donne di affermarsi avviando una propria attività economica indipendente. Nello scenario attuale l’importante tasso di sviluppo che registra l’imprenditoria femminile – anche a livello provinciale – è giustificato sia dalla difficoltà delle donne d’oggi, come lo è in generale per i giovani, di trovare un’occupazione da lavoro dipendente, sia dalla possibilità di meglio gestire la conciliazione dei tempi famiglia lavoro, seppur a fronte di maggiore impegno e sacrifici.

 

Cosa significhi però fare impresa per una donna oggi, presenta diversi interrogativi, e su questo il Coordinamento imprenditoria Femminile di Confesercenti Modena rapportandosi con le associate, in vista della ricorrenza dell’8 marzo, ha provato a dare risposta. “In primo luogo parlare di ‘impresa rosa’ è limitativo, per la ragione che l’impresa è impresa e basta. Come gli uomini, si rischia, ci si mette in gioco, si fanno scelte e si scommette sulla capacità di adattarsi a situazioni nuove, stimolanti, in grado di provocare cambiamenti. Si mettono in campo nervi saldi, grande flessibilità e una capacità di adattamento rapido alle situazioni, oltre ad un’apertura mentale straordinaria.” L’attaccamento ‘viscerale’ all’azienda, sia nel bene che nel male, e la capacità di saper mutare il punto di osservazione dei fenomeni, risultano essere le cose che più caratterizzano l’approccio femminile al fare impresa. Oggi anche in grado di cogliere nuovi spazi da riempire con attività dall’approccio innovativo, e nuovi scenari del fare impresa più confacenti alle donne.

 

Rimangono sullo sfondo però elementi che ancora frenano l’attività imprenditoriale femminile. A partire da alcune influenze culturali che condizionano l’immagine che le donne hanno di loro stesse. Le donne, hanno un senso di responsabilità molto sviluppato che impedisce loro di dedicare tutte le energie al lavoro, se prima non sono certe di aver provveduto a tutte le necessità della famiglia e del privato. Socialmente l’essere madre, compagna, ma anche figlia assegna alla donna un ruolo determinante per la stessa sopravvivenza dello schema sociale in cui viviamo, e che mal si concilia con un modello imprenditoriale che oscilla tra la competitività selvaggia e completamente assorbente dell’azienda tradizionale e le nuove tendenze ritenute ancora poco impresa. A ciò si aggiungono: la mancanza di incentivi a sostegno dell’imprenditoria in generale, non solo femminile; l’accesso al credito, oggi comunque difficile per tutti, e in taluni casi più complesso per le donne. “È indubbio che occorra smantellare e vincere la farraginosa burocrazia che attanaglia l’impresa e ottenere una tassazione più equa e differenziata per le piccole attività. Ma è pur anche vero che i soli provvedimenti normativi difficilmente, pur con tutta la buona volontà del caso, potranno portare a cambiamenti sostanziali in tempi brevi. C’è ancora molta strada e parte di essa sarà da provare a fare con gli uomini, a maggior ragione quando si tratta di impresa. Smettendo una volta per tutte di dividere il mondo in due fazioni alleate in famiglia e in perenne lotta sul lavoro e nei ruoli istituzionali”, conclude CNIF Modena.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]