Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Una sera al cinema: Steve Jobs

Danny Boyle (The Millionaire e 127 ore) alla regia e Aaron Sorkin (The social network) alla sceneggiatura ci propongono la seconda biografia di Steve Jobs, basata sul libro di Isaacson. Incasso facile o opera meritevole? Buona lettura.

jobs

La locandina

La programmazione di “Steve Jobs” nelle sale questo weekend su Trovacinema: Modena (città)Modena (provincia)Bologna (città)Bologna (provincia)Cento

La trama

Ripercorriamo il “dietro le quinte” della vita di Steve Jobs in tre anni fondamentali: 1984 (lancio del Macintosh), 1988 (lancio della workstation Next) e 1998 (lancio dell’iMac), ovvero dal lancio del primo Macintosh al rilancio di Apple grazie alla nuova famiglia di iMac. Problemi familiari, economici e di design si interporranno fra il sogno di un grande a artista e la realtà dei fatti, spesso volutamente ignorata da Jobs a causa del suo campo di distorsione della realtà.

Silenzio in sala

Seppur Ashton Kutcher avesse una notevole somiglianza con Jobs da giovane direi che il film in cui era protagonista nel 2013 (Jobs, ricordate?) non è stato una cosa sconvolgente, anzi una volta a casa mi sono rivisto I pirati di Silicon Valley con Noah Wyle, un film documentario per la TV che ho sempre amato.

Michael Fassbender è riuscito a cogliere e a percepire l’identità di Jobs, rappresentandolo in modo credibile anche dal lato umano: ha mostrato l’anima di un uomo smarrito sul finale, una persona che essendo stata rifiutata da piccola voleva fare lo stesso con la figlia Lisa. Certo, il 94% delle possibilità che lui fosse il padre non è il 100% ma si avvicina abbastanza, inoltre bisogna considerare il legame affettivo che si stava instaurando negli anni.
Questa sua natura ossessiva per il dettaglio, la ricerca del design, della perfezione delle linee semplici è stato il suo mantra, dato probabilmente dal fatto che gli mancava qualcosa, dalla fame di voler dimostrare che era il migliore e punto. Dall’ossessione di voler cambiare il mondo, un computer alla volta.

Quando Steve Jobs era ancora alla guida di Apple i conflitti nati tra i due team (Lisa e Macintosh) generavano scontri e discussioni che peggioravano il clima, anziché portare ad un ambiente stimolante per la creazione di un nuovo prodotto vincente.

“Le persone non sanno quello che vogliono fino a quando non se lo trovano davanti”: vero, molti di noi non sanno di volere una cosa fino a quando non viene loro proposta, però le ricerche di mercato, gli studi di settore e i benchmark servono. Il genio di Steve Jobs, ribelle-anticonformista e incontrollabile, gli costò il posto negli anni ’80: era come una Ferrari fuori controllo, sbandava e cozzava contro tutti i guardrail della nazione.
Le prove che supportano questa tesi sono il Mac 128k, lanciato ad un prezzo troppo alto (30.000 macchine vendute a fronte di 1 milione previste): fortunatamente nella versione 512k le cose andarono meglio (il Fat Mac). Dicono che spesso non si impara dai propri errori ed è vero: con Next fece la stessa cosa, una workstation per il settore educational costosissima (versione completa 12.000 dollari a macchina) seppur ben disegnata.
Le scuole preferirono computer anonimi ma con costi nettamente inferiori, puntando sulla quantità piuttosto che sul buon design.
Addirittura Next non aveva ancora un sistema operativo, ma un prodotto allo stato grezzo.

Nel 1998 con l’iMac, forte dei due fallimenti precedenti, finalmente il prodotto che tutti stavano aspettando: un Mac con un design rivoluzionario, colorato e trasparente, con linee morbide e una maniglia posteriore per tirarlo subito fuori dalla scatola, attaccare il cavo di alimentazione e accenderlo. Computer pronto out-of-the-box.

Accantonando per un attimo il settore commerciale nella vita privata vediamo i problemi con Lisa, che Jobs arrivò a rinnegarla per tanti anni, inventandosi addirittura un acronimo (Local Integrated System Architecture) per non dover ammettere che era il nome di sua figlia. La mamma di Lisa aveva qualche problema nel gestire le finanze e vediamo Lisa occuparsi di sua madre, nonostante sia una giovane 40enne.
E molti di questi problemi venivano a galla proprio prima delle presentazioni e dei lanci di grandi prodotti, costringendo Jobs a fare i conti con una realtà che voleva rifiutare.

Concludendo

Una vita costellata da fantasmi importanti che affollavano la vita di Jobs, fantasmi con cui doveva far conti tutti i giorni e rimorsi per scelte prese magari con leggerezza, date dall’ebbrezza del successo e dalla gioventù. Verso la fine del film vedremo un Jobs più maturo, calmo e più incline ad aprire le porte anziché bruciare e radere al suolo muri e barriere.

Fotografia notevole, musiche d’atmosfera ben calibrate, il ritratto di un uomo complesso basato sulla biografia ufficiale di Isaacson: merita sicuramente una visione.

Voto: 7,5/10

footer_marco

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]