Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Il sindaco Accorsi: «La fusione dei Comuni della Bassa? Una boutade, restiamo autonomi »

Ogni mese un sindaco risponde a domande e dubbi: tocca a San Possidonio con Rudi Accorsi

La fusione dei Comuni della Bassa? «Una boutade, alla fine dei fatti sarà irrealizzabile. Non credo che la fusione avverrà, è un nonsense imposto dal trend politico attuale».  Parola di Rudi Accorsi, sindaco di San Possidonio, l’unico Comune a guida centrosinistra escluso dal progetto di fusione dei Comuni della Bassa lanciato dal Partito Democratico. «Nell’Unione dei Comuni credo, ma la fusione è troppo – spiega – perché i comuni non vanno chiusi, altrimenti si ledono le comunità vere. Non serve smantellarli per avere un punto ordinatore, un organo che gestisca i macro problemi dell’Area Nord. Tutto qui verte su un perno che è il Comune: se si toglie si affloscia tutto e San Possidonio diventa una frazione dove si viene a dormire e basta. Ma non credo che la fusione avverrà, è un nonsense imposto dal trend politico attuale».

Accorsi, il principale problema del paese, per l’opposizione, è che manca una prospettiva di sviluppo, sia edilizio che  economico e politico. Come replica?

«Se l’opposizione ci dice che manca una prospettiva per San Possidonio osservo che è complicato lavorare su un’economia in scala così piccola come quella del Comune, noi facciamo quel che possiamo. Negli ultimi anni può sembrare che abbiamo lavorato in difesa visto l’impegno che abbiamo profuso sulle crisi aziendali di Cpl Concordia, Coop Muratori e Nuova Rio, ma se non l’avessimo fatto sarebbe stato peggio per i nostri lavoratori. Il Comune che stiamo predisponendo adesso e che si vedrà tra qualche anno sarà molto diverso dall’attuale. Ad esempio sarà economicamente più indipendente. Stiamo sostituendo tutta l’illuminazione del paese con le lampade a led, consumeremo 160 mila kw all’anno invece degli attuali 540 mila, un risparmio di due terzi. La ricostruzione privata e pubblica è tutta all’insegna del risparmio energetico, porteremo la ciclabilità su tutto il Comune. Abbiamo razionalizzato il quartiere scolastico, su cui abbiamo ricostruito e aggiunto biblioteca, auditorium, palestra, trovando forme di gestione adeguate al tipo di comunità che abbiamo, affidandole al volontariato. Non abbiamo costruito cose che non siamo in grado di gestire o mantenere».

Il centro non è un po’ sguarnito dopo che le scuole sono state spostate?

«In centro  al posto delle scuole elementari ci sarà la Casa della Salute dove troveranno posto i medici di base, alcuni specialisti, le strutture per le malattie croniche e i locali per Avis, Auser e Croce Blu. Per quanto riguarda la sanità arriverà anche una microresidenza per anziani».

Il progetto per il Nuovo Teatro a che punto è?

«Con il nuovo Piano organico della Ricostruzione, al posto del teatro Varini che è stato abbattuto è previsto un parcheggio con area verde, e San Possidonio avrà il suo Teatro Nuovo nell’area Mulino Balzoni, che era un buco nero di incuria nel cuore del paese. Ci sarà un intervento coordinato con la Curia: noi ristruttureremo il mulino e useremo il foyer, loro dietro, nel parco, costruiranno il teatro vero e proprio. Abbiamo voluto mantenere una soluzione ibrida di gestione perché era quella che c’era prima e funzionava bene. Siamo al punto in cui la Curia ha fatto il progetto preliminare per il teatro, e noi abbiamo dato l’incarico per la progettazione dell’asta pubblica. I cantieri apriranno non prima del 2017».

I costi del progetto?

«Il Comune spenderà 1,3 milioni di euro, la Curia 790 mila euro».

E le aree edificabili che sarebbero pronte per ospitare nuovi edifici?

«Il mercato è asfittico, non vedo possibilità di espansione. L’area ex Coop Muratori, poi, è in mano al curatore fallimentare e lavoriamo affinché cedano a chi è interessato a investire».

Il Comune ha fatto un investimento anche sulla Chiesetta di Pioppa, perché?

«Si tratta di un edificio di culto, sconsacrato, che abbiamo rilevato da un privato per 25 mila euro con l’intenzione di rafforzare l’identità della frazione di Pioppa, su cui faremo anche arrivare la ciclabile. La chiesetta può ospitare una trentina di persone e sarà affidata alla Curia e gestita dalla popolazione per le attività comuni. La ristruttureremo coi fondi del terremoto».

Cosa succede nell’area dell’impresa di costruzioni A&C?

«L’azienda ha un’attività di stoccaggio materiali che crea problemi di polveri e con Arpa e Provincia è stato individuato un percorso per contenere il problema, tra arginature da realizzare e nuovi sistemi tecnologici da introdurre. E’ stata stabilita una tempistica, alcune cose da fare entro giugno – e sono state fatte – e altre da fare entro dicembre. Vigileremo che vengano fatte».

Nell’area ex Reggiani, accusa l’opposizione, la discarica sembra crescere ogni giorno di più, il caso è stato anche oggetto di un’interpellanza in Regione. Che sta accadendo?

«E’ cresciuta tantissimo e abbiamo evidenziato la cosa nella conferenza dei servizi che è stata aperta per richiedere le autorizzazioni ambientali, procedimento in cui è coinvolta anche l’Arpa e che si concluderà con un dispositivo di comportamento cui l’azienda dovrà attenersi».

Manca poco alla fine del suo mandato, sarà l’ultimo. Cosa lascerà ai possidiesi?

«Io sono iscritto al Pd ma non ho velleità di carriera politica, finito il mio mandato tornerò a tempo pieno al mio lavoro di metalmeccanico a Concordia. Nel 2017 vorrei lasciare un paese aperto al mondo, con le sue collaborazioni e il suo gemellaggio, ma con radici ben salde e che sia autonomo dal punto di vista organizzativo ed economico. Non governo da solo, siamo una squadra che va oltre la Giunta e sarà la mia migliore eredità politica».

LE CAHIER DES DOLEANCES

Fabrizio Locatelli

Consigliere di opposizione

* Non ci sono incentivi per le attività produttive

* Il Comune non dà impulso allo sviluppo del paese
* Manca la pista ciclabile per le frazioni

* Nuovo Teatro, che fine ha fatto?

* Chiesetta della Pioppa, cui prodest?

* Troppo isolamento ed autoesclusione dalla futura Unione dei Comuni

* Ambiente, irrisolte le questioni area deposito di  A&C e ex Reggiani

 

Articolo originariamente apparso sul numero 3 del magazine SulPanaro.net

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]