Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Alluvione, Spica alla ricerca della verità fa esposto in tre Procure

“Un corposo esposto sull’alluvione del 2014 nel Modenese. Lo ha presentato il consigliere di Bastiglia Antonio Spica: “continua dunque – si legge in una nota di Spica – il lavoro alla ricerca della verità nel territorio della bassa modenese dopo l’esposto dello scorso anno sul terremoto del 2012”.

Ed è proprio dal terremoto che parte il consigliere, chiedendo alla Magistratura di indagare sul ruolo della Commissione Grandi Rischi (CGR) in particolare sul settore rischio sismico e idro-geologico che, e dell’AIPO e sul suo lavoro lungo gli argini.

Spica ricorda la richiesta accesso atti presentata da lui stesso nell’ottobre 2016 in cui chiedeva di colloqui fra la CGR e AIPO durante e dopo la sequenza sismica, e dei relativi controlli degli argini sul territorio colpito nella bassa dopo quei tragici eventi, oltre a chiedere eventuali motivi ostativi. La risposta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri “questo Dipartimento non è in possesso della documentazione richiesta”.

“Accesso atti in cui fra l’altro AIPO non si è degnato neanche di rispondere: domande troppo imbarazzanti, forse  – si chiede il consigliere – per ammettere quella superficiale negligenza?

Spica chiede di indagare anche su Vasco Errani allora presidente di Regione (oggi  Commissario per l’emergenza in centro Italia) e assessore regionale Paola Gazzolo con delega al territorio ancora in carica. Nell’esposto si chiede anche “il vaglio dell’Autorità Giudiziaria su botta e risposta fra l’allora Assessore regionale alla programmazione territoriale Alfredo Peri, che dichiarava: ”[…] L’Agenzia così com’è non funziona…” ma ad oggi della paventata riforma, così come dell’Ass. Peri si sono perse le tracce (perché non fu riformato l’ente prima del disastro ?), e l’allora Direttore AIPO ing. Fortunato ( promosso poi alle infrastrutture della Regione Veneto), che affermava: “la Regione sapeva della mancanza di risorse e della situazione di rischio… […] e ha deciso di riutilizzare i fondi idrici in altro modo”, dichiarazione quest’ultima che ha dell’incredibile e si ha il dovere di accertare dove furono destinati quei fondi destinati alla sicurezza”.

“Si indaghi quindi su quali furono le azioni svolte su AIPO per garantire la sicurezza del territorio, esercitate non solo da Vasco Errani e dall’Ass. Paola Gazzolo, ma anche quali furono le azioni a tutela esercitate dal Comune di Bastiglia e in particolare dalla Giunta guidata dall’allora Sindaco Sandro Fogli e dall’Ass. Giuseppe Zanasi tutt’ora in carica con delega al territorio. C’è poi la penosa vicenda riguardanti le casse di espansione che, se da un lato si sostiene che attendono collaudo da 40 anni, dall’altro c’è chi sostiene che le casse sono collaudate e quindi idonee al compito cui devono assolvere; ma il certificato più volte chiesto da Spica non è mai saltato fuori “forse eroso dalle nutrie” ironizza Spica”.

Prosegue il comunicato stampa: “Oltre a produrre alle Procure le numerose interrogazioni in questi anni presentate e le risposte, di cui il consigliere denuncia varie risposte mai giunte o dubbie, come per esempio le motivazioni che portarono a realizzare la mattina del 19 gennaio un muretto di sacchi alto 50 cm. perché fu detto che a Bastiglia sarebbero arrivati 30 cm. d’acqua, frutto questo di errate valutazioni giunte da chi stava sul punto di rottura dell’argine o incompetenza, Spica chiede di attenzionare i rilevamenti satellitari in essere presso il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, del Ministero dell’Ambiente, l’INGV e CNR, e gli strumenti per l’analisi dei dati prodotti dai sistemi di rilevamento satellitari attivi e passivi all’epoca dei fatti in grado di rilevare spostamenti di tutti quegli elementi che rispondono al segnale radar (edifici, rocce, strutture metalliche…ecc), in particolare i dati SAR (Radar ad Apertura Satellitare) realizzati con soldi pubblici e in dotazione all’Agenzia Spaziale Italiana e utilizzati da vari Dipartimenti per la rilevazione del rischio sismico e che possono aver influito sullo smottamento degli argini, come riferitogli dettagliatamente da un funzionario che oggi si rende disponibile a supporto di questo esposto, e già testimone in vari processi penali come L’Aquila e il disastro aereo di Ustica e già foto interprete dell’Istituto Geografico Militare”.

“Nessuna testimonianza dal mondo politico, ma a supporto dell’atto solo personalità del mondo scientifico – conclude Spica – al vaglio della Magistratura di tre Procure, per rendere giustizia ad un territorio martoriato da sisma e alluvione su cui pendono gravi colpe dell’uomo: ormai fra terremoto e alluvione i gravi fatti sono ben noti alle Procure di mezza Italia”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Quali Paesi danno il meglio nella lotta al Covid-19
Una ricerca realizzata da ECV, classifica gli Stati colpiti dal virus in tre categorie: Winning (vincenti), Nearly there (quasi arrivati) e Need action (bisogno di azione).leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protetteleggi tutto
Glocal
Covid-19: i provvedimenti dell'UE per il rilancio dell'economia
La Commissione europea ha predisposto un piano che non ha precedenti: oltre 1.000 miliardi di euro per assistere imprese e famiglie nel contrasto al Covid19.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienzaleggi tutto
Glocal
Covid19: i Paesi con la migliore Sanità al mondo
La pandemia del virus Covid19 sta mettendo in crisi Paesi che vantano sistemi sanitari considerati tra i più eccellenti e performanti del mondo.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane impegnate contro il Coronavirus
Molte imprese italiane si sono messe a disposizione del Governo per rifornire il nostro sistema sanitario di strumenti per garantire la vita. Siamo in guerra, ma è una guerra diversa.leggi tutto
Consigli di salute
Bruxismo e digrignamento dei denti
Ad esempio, smettere di fumare o ridurre il consumo di alcol possono essere utili a tal proposito.leggi tutto
Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto
Consigli di salute
Cosa fare per il mal di denti col coronavirus?
Dal dentista solo per necessità non rinviabili. Le indicazioni sono chiare, solo urgenze. leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - L'autismo ai tempi del Coronavirus
    Intervista a Cristina, mamma di Francesco e Lorenzo.[...]

    Curiosità

    Ecco la guida ai nostri Appennini di Dario Ruscetta, per un'estate magica e senza paura
    “MoBo' Stories: Guida di Viaggio nell'Ombelico Gastronomico di Modena e Bologna”, riconoscibile dal tipico Tortellino immortalato in copertina.[...]
    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    C'è un incendio, gattini si nascondono sotto al secchio: salvati
    E' successo domenica, sul posto i Vigili del Fuoco[...]
    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Fine lockdown e ritorno alla 'vita da cani'
    Il consiglio di veterinari esperti su come affrontare la fine del lockdown, il ritorno agli spazi aperti e il contatto con soggetti esterni, assieme al proprio cane[...]
    Forbes elegge l'Emilia Romagna regione dove si mangia meglio al mondo
    Forbes elegge l'Emilia Romagna regione dove si mangia meglio al mondo
    Il noto mensile americano Forbes ha premiato la cucina dell’Emilia-Romagna[...]
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    Rimborsi per le imprese, la beffa del click day: Mirandola resta fuori
    E' di Mirandola la prima dei non ammessi al bando Impresa Sicura. Possibili bari nel "click day"?[...]
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Il governatore Bonaccini: "Non escludo mia candidatura a primo ministro"
    Ha risposto così a chi gli ha chiesto di una ipotetica sfida con il presidente leghista del Veneto, Luca Zaia.[...]
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Un video per celebrare la natura dell'Oasi Val di Sole di Concordia
    Il video lo si può visualizzare sulla pagina ufficiale del Comune di Concordia[...]
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Giallo a Mirandola: da dove vengono e dove sono finite quelle mascherine con il logo del Comune?
    Il bando di gara promosso dal comune, per il quale è stata stanziata una cifra di 15.000 euro, è andato deserto, ma sui social sono girate foto di mascherine con il logo di Mirandola. Dove sono finite? Per l'amministrazione comunale non esistono. [...]