Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Richiedenti asilo, i primi arrivi nella Bassa da metà marzo

Sono previsti tra un paio di settimane, a metà marzo, i primi arrivi di richiedenti asilo nella Bassa. Il primo drappello di persone che attendono il riconoscimento di profughi sarà di circa una decina, e non è stabilito dove saranno alloggiate perchè è ancora tutto da definire da questo punto di vista. Certo è che nonostante l’espressa volontà di non partecipare all’accoglienza espressa da Finale emilia, anche lì arriveranno i richiedenti asilo.

Le novità emergono dall’ultima riunione coi sindaci dell’unione Area Nord che si è tenuta in Prefettura. I primi cittadini (tutti presenti tranne quello di Finale Emilia che aveva annunciato a suo tempo che non averebbe più partecipato a questi incontri) hanno chiesto che i 200 richiedenti asilo previsti nella Bassa non arrivino tutti insieme, e che magari il numero totale sia ridimensionato. Espressa anche al preferenza per la cosiddetta “Seconda accoglienza”, ovvero, di non far arrivare qui persone appena sbarcate, ma gente che attende da tempo il riconoscimento dello status di profugo o abbia fatto ricorso contro il diniego (procedure che permettono di rimanere legalmente in Italia, in attesa che la burocrazia faccia il suo corso, almeno per un paio di anni)

I sindaci hanno escluso categoricamente che possano essere i Comuni stessi a occuparsi dell’accoglienza, ma questo è anche nelle volontà della prefettura, che infatti ha velocizzato le procedure di selezione delle comunità (di ispirazione religiosa o cooperative) che si occuperanno della accoglienza: sono cinque, di Modena e della Sicilia, tra di esse l’unica della Bassa è la coop La Mano sul Berretto. 

Ancora da definire, invece, i fondi da assegnare alle organizzazioni. La stima è che per 200 persone servano circa 2 milioni di euro. Ma dipende da chi vincerà l’appalto (o a chi sarà assegnato in via diretta se i bandi andassero deserti), perchè il vincitore avrà tutti i fondi destinati all’accoglienza nell’intera nostra provincia, 1500 richiedenti asilo per i quali sono a disposizione complessivamente più di 25 milioni di euro.

Ma ecco il comunicato stampa ufficiale della Prefettura

“FOCUS CON I SINDACI SULL’ACCOGLIENZA DEI RICHIEDENTI ASILO
Nei primi giorni di questa settimana il Prefetto di Modena, Maria Patrizia Paba, ha nuovamente incontrato i Sindaci del territorio provinciale, raggruppati nelle Unioni, per una ulteriore valutazione e un aggiornamento circa le strategie comuni in tema di accoglienza degli stranieri richiedenti asilo.

Nel corso delle riunioni il Prefetto ha fornito una panoramica del quadro normativo, delle linee di indirizzo nazionali e dei percorsi attivi a livello provinciale. In particolare, e con specifici riferimenti alla realtà della provincia di Modena, sono stati nuovamente delineati i contenuti dell’Accordo fra Ministero dell’Interno e ANCI condiviso nella Conferenza Stato regioni e Autonomie locali ed è stato illustrato il recente decreto legge volto ad accelerare i procedimenti in materia di protezione internazionale e a fornire più efficaci misure di contrasto all’immigrazione illegale.

Il Prefetto ha sottolineato l’importanza di sempre più strette e proficue relazioni con i Sindaci e di un rinnovato “protagonismo” degli Amministratori delle Comunità locali anche attraverso l’ulteriore adesione a progetti SPRAR, la conclusione di convenzioni con la Prefettura e la promozione delle più adeguate soluzioni di ospitalità e accoglienza nei rispettivi territori.

Il Prefetto, inoltre, ha evidenziato il ruolo chiave nelle strategie di integrazione delle attività di volontariato di utilità sociale, da realizzare mediante progettualità mirate alle esigenze dei territori sulla base di intese fra Prefettura, Comuni e Organizzazioni di volontariato.

Gli incontri hanno consentito di rilevare una pressoché unanime disponibilità dei Sindaci a condividere, con senso di responsabilità nel quadro del sistema Paese e in condivisione con la Prefettura, l’impegno nazionale all’accoglienza degli stranieri richiedenti asilo sostenendo e ampliando il modello di “accoglienza diffusa” già positivamente praticato nella provincia di Modena in pacifica coesistenza e sicurezza.

Nel quadro degli incontri programmati, mirata attenzione è stata dedicata all’Area Nord per la quale si è concordato un percorso di graduale trasferimento di richiedenti asilo secondo progettualità condivise che terranno conto delle specificità dell’Area. In particolare, preso atto dell’imminente definitivo smantellamento dei Moduli Abitativi Provvisori, si è condiviso l’avvio dei primi, limitati trasferimenti a partire dalla seconda metà di marzo.

Il Prefetto ha manifestato il proprio apprezzamento per gli Amministratori che, con le loro costruttive e responsabili posizioni, dimostrano come la disponibilità all’accoglienza sia del tutto coerente con la vocazione solidaristica dei loro territori e costituisca il segno tangibile degli importanti progressi nel percorso di rinascita dopo il sisma.

In copertina, immagine di repertorio. Fonte: Ministero degli Interni

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]