Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Aggredì una bimba, gli esperti: “Quel cane si può curare, non abbattetelo”

E’ ancora viva la polemica a Mirandola sul drammatico fatto di cronaca che è avvenuto in via Luosi qualche giorno fa. Una bambina che si trovava in strada con la mamma mentre andava a scuola è stata aggredita dal cane dei vicini di casa, un dogo argentino. 

Sembra inevitabile il destino del cane: essere abbattuto. I proprietari non si rassegnano, e chiedono che questo non avvenga.

Noi abbiamo intervistato due esperti educatori cinofili, Lara Dalloli e Riccardo Artuso del dentro di addestramento Dogs on the Road®. 

Vi siete offerti di tenere gratuitamente un corso al dogo protagonista del brutto fatto di cronaca, cosa avete pensato quando avete letto la notizia?

Noi di Dogs on the Road® purtroppo a fatti di cronaca come questi siamo abituati, perché oltre ad essere un centro cinofilo siamo anche un centro di recupero comportamentale e di conseguenza siamo contattati spesso ad intervenire su cani considerati mordaci, ciò non toglie che quando leggiamo di episodi come questo siamo sempre dispiaciuti, specialmente se sono coinvolti dei bambini, ma da esperti cinofili cerchiamo sempre di capire l’accaduto, perché sappiamo che dietro ad un morso c’è sempre una spiegazione, può dipendere da tante ragioni, ne citiamo alcune, una cattiva socializzazione, morso reiterato, traumi pregressi, assenza di corrette ritualizzazioni e infine, ma non per ultime, una scorretta educazione o una cattiva relazione, dipende sempre da situazioni create dall’uomo che troppo spesso sottovaluta la vera natura del cane anche da un punto di vista etologico.

E’ possibile prevedere certi comportamenti, soprattutto da cani di un certo tipo? E’ possibile evitarli?

Partiamo dal presupposto che un buon proprietario conosce il suo cane e sa cosa può o non può aspettarsi da lui, un ottimo proprietario invece sceglie di agire in forma preventiva e si rivolge ad un centro di educazione cinofila per avere una buona relazione con il proprio cane e un controllo su eventuali comportamenti negativi che un cane, diverso etologicamente da noi, può avere in un contesto per lui non naturale.

Quindi sì, è possibile evitare e prevedere certi comportamenti, come è possibile correggerli nel momento in cui si registrano atteggiamenti non adatti ad una vita sociale corretta con persone e altri animali.

Quando succedono incidenti di questo tipo, la colpa è del cane o del padrone?

Come dicevamo prima non possiamo dare la colpa al cane, il proprietario ne è sempre responsabile sia civilmente che penalmente, è anche dovere del proprietario occuparsi della sua educazione, il nostro centro cinofilo esiste da ormai 5 anni, organizziamo incontri aperti al pubblico sul comportamento del cane, seminari, corsi specifici per ogni tipo di cane ed esigenza famigliare quindi basterebbe poco per avere informazioni importanti su un compagno di vita che convive con noi ogni giorno. Il cane è una specie diversa rispetto alla nostra, ha esigenze e comportamenti diversi che vanno compresi, rispettati e interpretati correttamente per poterli, all’occorrenza, correggere.

E’ giusto avere paura dei cani di grossa taglia?

Sembrerà incredibile ma statisticamente sono più mordaci i cani di taglia piccola rispetto a quelli di taglia grande, ma solitamente vista la loro mole non fanno danni permanenti perciò le persone sono più tolleranti e tendono a sminuire l’accaduto, invece quando si tratta di un cane di taglia grande, o di certe razze considerate pericolose, le cose cambiano e si percepisce maggiormente il pericolo quindi si tende ad essere più spaventati, ma la situazione di attacco è la medesima.

Una delle tante attività che svolgiamo come Dogs on the Road®, anche al fine di evitare situazioni come questa, è quella di consigliare i futuri proprietari al momento dell’adozione o dell’acquisto sulla tipologia di cane più adatto allo stile di vita della famiglia.

Prepariamo le persone ad affrontare responsabilmente l’arrivo di un cane, il suo inserimento all’interno della famiglia insegnandogli ad evitare quegli errori classici come l’antropomorfizzazione (considerarlo un bambino) e la reificazione (considerarlo un oggetto) che possono portare a sottovalutare i comportamenti del cane.

E’ giusto abbattere i cani che si rendono protagonisti di queste aggressioni?

Assolutamente no, ogni cane a meno che non ci siano problemi di natura neurologica è recuperabile, noi seguiamo un iter ben preciso quando siamo chiamati a risolvere casi di aggressione a persone: facciamo una valutazione del cane, dei proprietari e della relazione che esiste tra loro, cerchiamo di capire che tipo di educazione hanno avuto, e se hanno subito traumi o se è mancata la corretta socializzazione, poi profiliamo un percorso specifico che può prevedere il controcondizionamento, l’assuefazione e estinzione di un comportamento negativo con lo scopo di reintegrare il cane all’interno delle dinamiche famigliari.

Elementi fondamentali per la risoluzione efficace di un problema di aggressività sono il tempo, la pazienza e l’impegno da parte dei proprietari.

Quali sono le regole per avere un cane in casa o farlo uscire fuori?

La prima regola resta sempre il buon senso, come dicevamo prima un proprietario sa quelli che sono i punti deboli del proprio cane quindi dovrebbe lavorarci per risolverli in modo da poter vivere serenamente con il proprio amico a 4 zampe.

Per legge il cane deve vivere in un luogo che lo tenga al sicuro e che non vada a ledere la vita altrui, che sia in casa o in giardino deve avere sempre acqua a disposizione e una cuccia o comunque una copertura in cui ripararsi in caso di intemperie, inoltre è vietato l’uso della catena.

Per quanto riguarda la passeggiata sono obbligatori la museruola (averla con sé, non indossata) e il sacchettino per le deiezioni, mentre il guinzaglio può essere di lunghezza massima 1,5mt, il cane non può mai essere liberato se non nelle aree di sgambamento recintate preposte dai comuni e ben segnalate.

Consigliamo sempre a tutti i proprietari di cani un corso di prosocialità ed educazione che insegni al cane come comportarsi correttamente in ogni situazione quotidiana, come passeggiare in mezzo a persone e cani, o in luoghi chiusi come dal veterinario o al ristorante, un cane ben educato è un cane che può essere portato ovunque dal suo proprietario quindi sicuramente più felice!

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]