Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

L’importanza della responsabilità civile automobilistica

di Elisa Bortolazzi*

La legge numero 990 del 1969 spesso è guardata con sfavore dal proprietario di un veicolo circolante su pubbliche vie ovvero di un natante che naviga in acque non private perché obbliga il primo a stipulare una polizza assicurativa in materia di responsabilità civile automobilistica. Oggi, purtroppo, a causa della crisi economica spesso il contratto assicurativo viene considerato un qualcosa di superfluo perché molti automobilisti confidano ciecamente nelle proprie abilità da automobilista modello e, di conseguenza, ritengono inutile sottoscrivere una polizza assicurativa. Tale assunto è da ritenersi scorretto sotto un duplice profilo: anche il conducente più esperto può sbagliare, nonostante il rispetto letterale del Codice della Strada, perché nell’ambito della circolazione stradale vige il principio temperato di precauzione; inoltre non va dimenticato che la polizza assicurativa svolge anche una funzione solidaristica. Se colui che cagiona un sinistro stradale dovesse risarcire col proprio patrimonio l’entità dei danni provocati, ciò sarebbe impossibile perché la ricchezza della persona fisica, solitamente, è nettamente inferiore rispetto ai costi derivanti dalla verificazione dell’evento lesivo; da tale premessa si deduce l’importanza del lavoro dell’attuario il quale suddivide i rischi inerenti alla circolazione stradale in categorie e, cosi facendo, li spalma su tutti i soggetti appartenenti a quella determinata classe. Il risultato dell’operazione è duplice: l’importo del premio che l’assicurato deve elargire all’impresa assicuratrice è nettamente inferiore rispetto a quello che dovrebbe corrispondere alla vittima del sinistro stradale in relazione all’entità dei danni procuratogli; inoltre permette il meccanismo del cosiddetto ciclo invertito che consente alle imprese assicuratrici di essere maggiormente solvibili rispetto ad un “normale” creditore. In conclusione di questa breve introduzione si può dedurre come il contratto di assicurazione possa essere considerato un negozio giuridico appartenente al novero dei rapporti sinallagmatici e non rientrante in quelli aleatori  perché indipendentemente dal verificarsi o meno del sinistro stradale, a fronte del versamento del premio da parte dell’assicurato, l’impresa assicuratrice è gravata dal rischio di indennizzare l’eventuale e futura vittima del sinistro stradale; tale fenomeno in termini giuridici viene definito: manlevazione del rischio.

Il futuro contraente che desidera sottoscrivere una polizza assicurativa automobilistica, deve fornire ogni informazione atta a permettere alla compagnia assicurativa di profilare esattamente la situazione di rischio ed ogni precisazione deve essere fornita senza dolo o colpa grave; deve pagare il premio assicurativo: nel caso di primo versamento: se il contraente debole non paga entro le 24 del giorno di scadenza, l’assicurazione è sospesa sino alle 24 del giorno in cui è avvenuto il pagamento; se si tratta di pagamenti successivi al primo, la copertura assicurativa perdura per ulteriori quindici giorni a tutela del terzo vittima di un ipotetico sinistro stradale. Il futuro assicurato ha non solo doveri ma anche diritti: siccome è considerato contraente debole, ai sensi degli articoli 1341 e 1342  del Codice Civile, l’assicuratore deve far firmare singolarmente le clausole  quando queste aggravano in maniera evidente lo squilibrio tra le parti contrattuali; deve porre in evidenza mediante un carattere differenti le postille che non appartengono al formulario standard ma sono state predisposte tenendo conto della circostanza concreta; il contratto di assicurazione non è soggetto a proroga tacita: allo spirare della validità l’assicurato può recarsi presso un’altra compagnia assicurativa senza dover motivare la propria scelta e addirittura, nella maggioranza dei casi, senza preavviso.  

Elemento essenziale della polizza assicurativa è il massimale: l’ammontare entro il quale la compagnia d’assicurazione risarcisce, il cui superamento “chiama in causa” il patrimonio del danneggiante.  Spesso nei contratti vengono inserite clausole con l’obiettivo di distogliere il guidatore dal commettere illeciti stradali, tra le quali si possono annoverare: lo scoperto e la franchigia. Il primo si concretizza in una percentuale di danno, previamente individuata, che rimane sempre comunque a carico del cliente, la seconda, invece, è una cifra fissa di danno che rimane in  capo all’assicurato.

In conclusione il pagamento del premio assicurativo non è da intendere quale onere inutile, ma come una forma di tutela molteplice: l’assicurato ha la garanzia che pagato il premio, se commetterà un sinistro, non vedrà diminuire, salvo il superamento del limite del massimale, il proprio patrimonio; mentre per quanto concerne il terzo vittima del sinistro stradale ha la certezza che il suo debito originante dal fatto illecito, verrà risarcito da un creditore solido.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
Economia e coronavirus: come uscirne
Purtroppo le politiche che i governi hanno adottato per affrontare la pandemia e la crisi economica sono contraddittorie e rischiano un fallimento catastrofico a lungo termine.leggi tutto
Consigli di salute
Cosa fare per il mal di denti col coronavirus?
Dal dentista solo per necessità non rinviabili. Le indicazioni sono chiare, solo urgenze. leggi tutto
Consigli di salute
Alito pesante, le cause
La visita dello specialista potrebbe rilevare una carie o un ascesso dentale su cui potrà intervenireleggi tutto
Consigli di salute
L'igiene orale ai tempi del coronavirus
La pulizia dei denti per i bambini segue un metodo diverso rispetto al quello indicato per gli adulti.leggi tutto
Consigli di salute
Le funzioni dei denti
La loro funzione primaria è quella di masticare il cibo che mangiamo. Ma c'è anche altroleggi tutto
Glocal
Emergenza Coronavirus: Piano promozione Made in Italy 2020
Presentato presso la sede del Ministero degli Affari Esteri il nuovo Piano straordinario per la promozione del Made in Italy 2020.leggi tutto
Disabilità e diritto al lavoro - "Non impariamo per la scuola, ma per la vita" Seneca
Parliamo di formazione con Irina Sansò, responsabile di area presso ForModenaleggi tutto
Consigli di salute
Perdita dei denti, le conseguenze
Nelle persone adulte la perdita di un dente e la sua mancata sostituzione può essere un danno più grave di quello che si pensaleggi tutto
Glocal
Gli effetti del Coronavirus sull'economia
Secondo gli analisti l’impatto economico del Coronavirus sarà di molto superiore a quello della Sars: la sindrome del 2003 ebbe un impatto sul PIL cinese di 25,3 miliardi di dollari, il coronavirus ha già superato quota 40 miliardi in pochi giorni.leggi tutto
Disabilità e lavoro, la storia di Giulia di Concordia e della sua malattia rara
Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si puòleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e diritto al lavoro - "Non impariamo per la scuola, ma per la vita" Seneca
    Parliamo di formazione con Irina Sansò, responsabile di area presso ForModena[...]
    Disabilità e lavoro, la storia di Giulia di Concordia e della sua malattia rara
    Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si può[...]
    Disabilità e lavoro, intervista a Enrica Quaglio, manager risorse umane
    Integrare ed includere una risorsa diversamente abile con successo si può[...]

    Curiosità

    "Un grazie a chi ci aiuta": messaggio di sostegno per operatori sanitari con grazie@ausl.fe.it
    "Un grazie a chi ci aiuta": messaggio di sostegno per operatori sanitari con grazie@ausl.fe.it
    I messaggi verranno recapitati agli operatori e - raccolti in maniera sintetica – messi a disposizione dei cittadini[...]
    Salvataggio di un micino da parte dei Vigili del Fuoco di Mirandola
    Salvataggio di un micino da parte dei Vigili del Fuoco di Mirandola
    Dopo numerosi tentativi, gli uomini sono riusciti a convincere e a portare in salvo il micio[...]
    Coronavirus, su Fb il gruppo che abbraccia la regione Emilia-Romagna
    Coronavirus, su Fb il gruppo che abbraccia la regione Emilia-Romagna
    Il gruppo Facebook "Emilia-Romagna Responsabile" che riunisce migliaia di cittadini di tutta la regione, da Piacenza a Rimini[...]
    Costringe il cane all'ennesima passeggiatina per potere uscire, intervengono i Carabinieri
    Costringe il cane all'ennesima passeggiatina per potere uscire, intervengono i Carabinieri
    La situazione rasenta il reato di “maltrattamento di animali”[...]
    Chiamata per i bambini in linea: c'è da scrivere il "Vocabolario Illustrato della Lingua Italiana Scritta dai Ragazzi».
    Chiamata per i bambini in linea: c'è da scrivere il "Vocabolario Illustrato della Lingua Italiana Scritta dai Ragazzi».
    È un vocabolario, vero, con tantissime parole che invece di essere spiegate da eminenti professoresse e formidabili studiosi, saranno invece dai più piccoli[...]
    "Sono andato a comprare la droga", così si giustifica al controllo anti Coronavirus
    "Sono andato a comprare la droga", così si giustifica al controllo anti Coronavirus
    L'uomo, trovato in auto con dell'hashish, ha incassato tutta una serie di denunce[...]
    Emergenza Coronavirus: Prodi dà l'esempio, 'Corro in casa'
    Emergenza Coronavirus: Prodi dà l'esempio, 'Corro in casa'
    'Cerco di fare quello che mi viene chiesto, e anche di più'[...]
    Per i bambini sul web: il Pettirosso libera gli uccellini guariti in diretta Facebook
    Per i bambini sul web: il Pettirosso libera gli uccellini guariti in diretta Facebook
    Da sabato ogni due giorni racconteranno la storia di un a nimale ospite al Centro, così si potranno gli animali selvatici italiani t:asso, istrice, poiana, caprioli, e tanti altri [...]
    Fare immersioni ai tempi del Coronavirus, la sfida degli apneisti della Bassa
    Fare immersioni ai tempi del Coronavirus, la sfida degli apneisti della Bassa
    e' tutta la web la challenge che permette di non perdere la mano con le immersioni in acqua[...]