Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Novi, il Pd si sceglie l’opposizione. Coi grillini che stanno a guardare

Per le elezioni di Novi un accordo tra Pd e Centrodestra per togliere voti alla lista civica Noi. Con la prospettiva che il Pd prenda tutto e, di fatto, si scelga pure l’opposizione che avrà nei prossimi anni in Consiglio comunale. Domani scadono i termini per presentare le liste che parteciperanno alle elezioni amministrative di giugno e oggi girava voce che non tutti i candidati avessero firme a sufficienza – ne servono almeno 100.

Alcune cose di Novi passano da Carpi, come è sembrato a chi ha partecipato al Consiglio comunale di giovedì sera. Non era la prima volta che si vedevano esponenti di Forza Italia parlottare con quelli del Pd nella città dei Pio. Ma i capannelli bipartisan erano troppo fitti e animati, e chi la sa lunga dice che al centro di chiacchiere e sorrisi c’era la presentazione della lista RinNovi che vede FI in coalizione con Lega nord e Fratelli d’Italia An. Infatti, a ieri, sembrava mancasse ancora più di un terzo delle firme necessarie per poterla presentare, e che Giorgio Cavazzoli, coordinatore provinciale di Forza Italia, fosse arrivato da Modena per mettere mano alla questione.

Buone ragioni
Può esserci qualcosa di più ghiotto che un accordo con il partito di maggioranza, il quale in un comune senza ballottaggio avrebbe soltanto da guadagnare da una terza lista che eroda voti ai civici di Noi? A pensar male si fa peccato ma… dice la saggezza popolare. In fondo, non c’è niente di nuovo sotto il sole, e dai tavoli delle altre opposizioni fanno due più due. Già a inizio anno il gruppo Carpi Futura con un comunicato accusò Roberto Benatti di essere stato eletto consigliere provinciale anche coi voti del Pd (che guarda caso per l’occasione non aveva presentato candidature carpigiane). A sostegno c’erano “buone ragioni”, a detta loro riconducibili – al di là dei do ut des locali – al passaggio di Aimag in Hera sul quale il Pd si sta giocando la credibilità (e i voti).

Firme inattaccabili
Ma le accuse di complotti e riunioni carbonare sono rispedite al mittente dai vertici di Forza Italia, che fanno sapere cge in effetti sì, qualche problema con le firme c’era ma lo stanno risolvendo da soli. Nessun patto segreto dunque – l’assise carpigiana era evidentemente noiosetta – ma un viavai di “amici” di diversi schieramenti uniti da un’unica passione: non Carpi ma il Carpi.

Il terzo incomodo
Insomma, la lista Rinnovi avrà le sue firme, a sostegno di Mario Enrico Rossi Barattini: come dice  – o come è nei desiderata di – qualcuno, è l’“unica lista vera del Centrodestra”, perché non si sa mai che in zona Cesarini spunti fuori davvero Tania Andreoli. Alle amministrative del 2012 c’erano 6 candidati e lei, a capo di due liste civiche di Centrodestra, ebbe 318 preferenze su più di 5000 votanti. E meno male che, come ricorda Roberto Benatti sul suo profilo facebook, “il Comune si vince solo con il Centrodestra unito”, “Il Centrodestra siamo solo noi” – con la N minuscola.

Noi… chi?
Noi (con la N maiuscola) è invece la lista civica. Ieri il candidato sindaco Enrico Diacci si è presentato ai media, ma non ha risposto a domande specifiche sul programma perché, testuale, “lo proporremo giorno per giorno”.
Specifichiamo – per la cronaca – che non abbiamo posto questioni complesse come la pace nel mondo o perché la tartina cada sempre sul lato imburrato.
Nel frattempo la vera questione è come faranno a stare insieme nella lista simpatizzanti Pd – o ex Margherita in forza all’Ulivo come Diacci tiene a precisare di sé –, elementi legati a Carpi Futura e, soprattutto, Movimento 5 stelle.
Già, perché in questa fase politica cruciale, i grillini non hanno voluto esprimere un candidato ufficiale ma si sono inseriti con i loro uomini nella lista civica. Perché? Perché il programma combacia, dicono. Il Movimento insomma c’è e non c’è: non è chiaro se il motto “niente alleanze” sia finito nel cassetto oppure se la cosa ai livelli alti… si sa ma non si dice.
Di fatto Diacci rischia di essere… il candidato dei Cinque Stelle ma senza il logo e l’avallo ufficiale di Beppe Grillo.

Tra i due litiganti…
E poi c’è Giulia Olivetti (“Insieme al Centrosinistra”), assessora ai Lavori Pubblici e alle Politiche Giovanili nell’era della sindaca uscente Luisa Turci. Presentata mesi fa con una dichiarazione congiunta dei direttivi di Pd e Sinistra Italiana, vantava pure di non essere iscritta ad alcun partito e fino a domani #staserena a guardare che cosa succede. Si sa che, tra due litiganti, il terzo gode.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]