SulPanaro Expo SulPanaro Expo

“Il terremoto, esperienza che non auguro al mio peggior nemico”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Sono passati  5 anni da quelle scosse terribili del 20 e 29 maggio 2012 ,scosse che hanno devastato i muri delle case e la psiche degli abitanti di questa area della provincia modenese. 

Non auguro a nessuno, neppure al peggior nemico di provare quello che provammo nella notte del 20 maggio e nella mattina del 29 maggio 2012 e le scosse di questi giorni  con epicentro a  Finale Emilia le stanno a ricordare:scosse  entità  moderata ma superficiali .

Ho avuto modo di assistere ad un dibattito dove emergeva che comunque , un visitatore esterno,  che passasse nell’area del cratere ad un lustro dal disastro,non sarebbe stato colpito dai danni agli edifici.

La liquefazione del terreno durante le scosse hanno   portato alla  formazione dei fontanazzi dal terreno ,si sono verificati durante sia il sisma del 2012 che quello del 2016 in Centro Italia e  può succedere che apparentemente non si veda nulla all’esterno delle case.

Persone che sono precipitate nel cuore della notte ,con il letto dal piano superiore a terra, riportando traumi con polifratture,magari con la casa  che non ha ferite visibili all’esterno ne ho sentite sia da noi che quando lo scorso agosto andai ad Arquata sul Tronto ad “aiutare” il mio amico Medico di Famiglia Italo Paolini.  
Ad  oggi  facendo le visite a domiclio come medico di famiglia mi capita di vedere alcune  situazioni , che certo non fanno notizia ma rappresentano la vita quotidiana; vicino alla porta principale, trovo uno zainetto  ,una piccola sportina con bottigliette di acqua,crackers   e qualche indumento  e quando chiedo il perchè mi sento rispondere  “Dottore non si sa mai ,con quello che è successo”

Non si potrà mai immortalare Il sentimento dell’intrusione cioè pensare al terremoto anche quando si fa o si parla di altri, sentimento che alberga nel 50% dei residenti nell’area del cratere.

Non si  potrà mai documentare con uno scatto quei lunghi  interminabili minuti dove non si poteva comunicare,creando ansia e paura per i nostri cari, perchè le linee telefoncihe erano interotte.

L’utilizzo  degli antidepressivi, l’aumento degli obesi, dei pazienti con patologie autoimmuni non può essere fotografato ma è vissuto giorno dopo giorno da questo popolo  resiliente.

Una cosa bella   sono le  chiese nuove costruite dopo il sisma e come dice  il Canonico Don Davide,mio parroco a Medolla,sono aumentati i matrimoni nella chiesa nuova.

Nunzio Borelli,Medico di Famiglia Medolla

Rubriche

Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Si ricorda così come la città abbia un cuore pulsante e una offerta che non ha nulla da invidiare ai centri commerciali e allo shopping su Internet[...]
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Per omicidio colposo legato all'omessa custodia dell'animale[...]
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    "Il mio cuore ormai si è perso per lei", spiega il giovane che era stato con la Croce Rossa a San Felice a prestare aiuto durante il sisma[...]
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Nei guai un professionista di 30 anni apparentemente insospettabile[...]
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Più di 40 ragazzini si erano dati appuntamento per picchiarsi[...]
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    Allo stato attuale il livello del fiume è stazionario in lenta diminuzione[...]
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Un pensionato carpigiano aveva visto un annuncio su internet[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: