Grande partecipazione alla festa dei 40 anni del nido “Il Castello”

Domenica 10 settembre hanno partecipato oltre 100 persone alla festa di chiusura delle celebrazioni del quarantennale del nido d’infanzia comunale di Cavezzo “Il Castello”.

Lo spettacolo “Il Cigno Nero” a cura di Crono Eventi, che si sarebbe dovuto svolgere nel corso della giornata, è stato rimandato causa maltempo a domenica 1 ottobre, mentre nel pomeriggio è stata inaugurata l’esposizione fotografica e documentale dell’asilo. Decine i cittadini che hanno affollato la mostra per rivedersi nelle vecchie fotografie scattate all’interno del nido, aperto nel 1977, pochi anni dopo la Legge 1044 che istituiva gli
asili nido in sostituzione di quelli gestiti dall’Onmi e riconosceva per la prima volta l’importanza educativa dei servizi rivolti a bambini dagli zero ai tre anni.

L’assessore alla Scuola del Comune di Cavezzo Mario Tinti, partecipando all’iniziativa, ha definito il nido d’infanzia “un aiuto concreto alle famiglie per conciliare le esigenze della genitorialità con quelle
del lavoro”.

La festa si è conclusa con il taglio della torta del quarantennale a cui hanno preso parte la sindaca di Cavezzo Lisa Luppi e la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna e assessora al Welfare, Elisabetta Gualmini.

“I servizi all’infanzia sono fondamentali per la comunità – ha dichiarato Elisabetta Gualmini – La Regione s’impegna assieme ai Comuni affinché la qualità del servizio rimanga elevata. Un plauso va agli operatori.
Prendersi cura dei bambini è un lavoro preziosissimo, non tutti hanno le competenze e le capacità per relazionarsi adeguatamente ai piccoli in una fascia d’età così complicata. Gli educatori lo fanno con impegno e
passione e per questo devono essere ringraziati”.

Sul Panaro on air

    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • WatchCasa Famiglia e giovani immigrati: parla il sindaco di Medolla Filippo Molinari
    • WatchA San Prospero ecco lo stato in cui versa via Verdeta

    Curiosità

    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    I nuotatori di Atlantide Onlus sono partiti venerdì mattina alla volta del Sud. Si chiamano Yuri Gasparini, Emiliano Pasquini e Calogero Serrafini[...]
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Il ricavato della vendita sarà destinato all'Unicef per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.[...]
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    È accaduto nei pressi del centro commerciale Borgogioioso di via dell'Industria a Carpi[...]
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Pubblichiamo il video del Comunedi Modena che in meno di cinque minuti fa rivivere le sensazioni di quella giornata sulle note di “Un mondo migliore”.[...]
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Associated British Foods acquista l'azienda di Cavezzo Acetum spa, i cui marchi includono Mazzetti, Acetum e Fini.[...]
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    A organizzarla il signor Vilmo Pellacani che ha voluto festeggiare i 70 anni con i suoi amici di infanzia e con i nati a Mirandola nel 1947 [...]
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Si chiamano Medolla, Bomporto, Bastiglia e Soliera. E non trascurano le località come Limidi e Villafranca.[...]
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, il quale a Roma harealizzato la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II[...]