SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Ospedale di Mirandola, tanti cittadini per il Consiglio straordinario

Ha avuto successo la chiamata alla mobilitazione fatta ai mirandolesi per essere presenti al Consiglio comunale straordinario in cui si è parlato del futuro dell’Ospedale di Mirandola.

Decine di persone hanno riempito la sala del Comune, lasciando solo posti in piedi. Folto pubblico, dunque, ad ascoltare i dirigenti Ausl che snocciolavano dati e cifre degli investimenti fatti sul San Maria Bianca in questi anni. Duplice l’obiettivo: mostrare come non sia vero che l’ospedale viene depotenziato, e sperare di convincere le donne della Bassa a venire a partorire qui.

Il Punto Nascita di Mirandola è infatti a scadenza. Entro pochi mesi, il 3 gennaio 2018, bisogna predisporre tutte le prescrizioni previste dopo aver ottenuto la deroga di due anni concessa dal Ministero della Salute. Bisogna garantire la presenza costante di un gran numero di personale specializzato, e predisporre un progetto mirato ad aumentare l’indice di fidelizzazione e arrivare a raddoppiare, per arrivare a 700, le partorienti che scelgono Mirandola. Nonostante l’ottimo lavoro svolto dal personale presente, infatti, la soglia è ancora lontana: a oggi a Mirandola sono nati appena  341 bambini. Troppo pochi.

Non è stato chiarito però, come mai le donne scelgano altri punti nascita. Forse perchè le avvertono come più attrezzati per tutte le emergenze? Ma per attrezzare Mirandola di modo che sia più attrattiva – a quanto si è capito – servono più partorienti: insomma, pare un gatto che si morde la coda. 

L’elenco di richieste dell’opposizione, arrivato dopo tre ore lasciate all’esposizione della dirigenza Ausl (intervenuta lunedì sera con il direttore sanitario e la direttrice dell’ospedale Massimo Falcinelli Manuela Panico e il responsabile delle Cure Primarie dell’Ausl Angelo Vezzosi, Falcinelli) è stato lunghissimo. Mancano i posti lettto che erano stati promessi, è scomparso nella nebbia il progetto di ospedale unico Mirandola-Carpi da fare a Cavezzo, l’esperienza delle Case della Salute di Finale, Concordia e Cavezzo è da considerarsi fallimentare. L’impressione, hanno detto dal Movimento Cinque Stelle, è che dobbiamo andare tutti a curarci a Modena o a Sassuolo negli ospedali dove è socia la Coop.

Non proprio. Nella serata di lunedì si è parlato tanto dei progetti di collaborazione con la regione Lombardia.Tradotto, ospedale di Pieve di Coriano.

“Dobbiamo fare affidamento sulla regione Lombardia per crescere e sperare di avere i servizi?”, si chiede infatti dalle fila di Forza Italia il consigliere Marian Lugli.
La serata è finita insomma con l’amaro in bocca per i tanti intervenuti del pubblico che non avevano diritto di parola, ma diritto di mugugno sì e l’hanno usato abbondantemente. Si è capito però, che come il referendum sull’ospedale, per stessa ammissione di chi governa, serva da stimolo e pungolo, anche appuntamenti come questi servono a mostrare come siano i cittadini per primi a volere una sanità efficente: un bel risultato.

Degli ordini del giorno presentati sull’ospedale è stato approvato quello del gruppo Pd concentrato sulla collaborazione con la Lombardia e quello del consigliere Antonio Platis di Forza Italia sull’implementazione del punto nascita a seguito della deroga ministeriale. Bocciato l’ordine del giorno no del gruppo Movimento Cinque Stelle sottoscritto anche dai consiglieri di Forza Italia Marion Lugli e Antonella Mari. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

LEGGI ANCHE:

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    Il collezionista sanfeliciano, la cui fama è ormai internazionale, sta lavorando ad un progetto di grande prestigio e ha proposte dall'estero[...]
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Il suo nome emerge tra le 150 donne che il magazine dell'innovazione delle start up italiane StartupItalia ha messo in fila[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: