SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Cresce il mercato dell’ebook in Italia. L’opinione di Felicia Kingsley

di Andrea Lodi

“Tra le tante stranezze del bel paese, abbiamo anche un primato particolare che riguarda la cultura: siamo un paese di letterati. Pare che ci siano più scrittori che lettori”.

Così iniziava un mio articolo pubblicato nell’aprile del 2016 su questo giornale, dal titolo “Italiani, un popolo di scrittori”.

Il numero dei lettori è in calo

Il rapporto dell’AIE, sul mercato del libro nel 2016 (e primo semestre del 2017), ci conferma che il numero dei lettori è in calo, sebbene il fatturato del settore sia leggermente cresciuto (+2,3% nel 2016 e +1,1% nel 2017), grazie anche ai dispositivi digitali.

Infatti se è vero che diminuiscono i lettori dei libri di carta (-3,1%) si registra un significativo aumento dei “lettori digitali” (+21% nel 2016 e +16,3% nel 2017), a causa anche di un aumento dell’offerta di titoli. Il dato è in sintonia con la crescita dell’e-commerce (che rappresenta il 16,5% degli acquisti totali contro il 5,1% del 2015).

 Cresce il mercato dell’ebook

La parte del leone la fa il mercato dell’ebook (+29,6%), forte non solo di una sempre maggiore propensione all’utilizzo di dispositivi digitali da parte dei lettori, ma anche di un prezzo di copertina molto più basso rispetto a quello dei libri di carta (di media pari a circa 1/3).

Un dato interessante, che riprende l’incipit, è che il 50% degli ebook sono pubblicati con il “self-publishing”. Settore che stenta a decollare, dal punto di vista delle vendite per singolo titolo, perché lo scrittore si trova a dover rivestire il triplice ruolo di autore, editore e promotore. Quest’ultima fase, la più difficile, richiede forti competenze ed investimenti importanti in comunicazione.

Va da sé che il successo del self-publishing, soprattutto per i portali di editing, è dovuto al grande e sempre crescente numero di “scrittori” che trovano più semplice e conveniente pubblicare con questa modalità grazie ai miglioramenti tecnologici e dell’offerta, ad un accesso istantaneo alla distribuzione, ad una diminuzione dei costi di pubblicazione ed alla presenza di “operatori” fortemente specializzati. Senza trascurare il fenomeno del “vanity press”, che rimane il motivo predominante.

Qualcuno però ce l’ha fatta. Non solo la londinese Erika Leonard James con il best seller “Cinquanta sfumature di grigio”, ma anche le italiane Giulia Beyman con “Prima di dire addio” (nel 2014 l’ebook più venduto su Amazon), Anna Premoli con “Ti prego lasciati odiare” (romanzo che ha vinto il Premio Bancarella nel 2013 e già autopubblicato nel 2012) e Felicia Kingsley, pseudonimo  di un architetto trentenne che vive nella bassa modenese, autrice di  “Matrimonio di convenienza”, al secondo posto della top10 degli ebook più letti nel 2017.

Ed è proprio a Felicia Kingsley, intervistata su questo giornale il 17 gennaio scorso, che chiediamo di spiegarci il successo del suo romanzo.

L’intervista a Felicia Kingsley

Come hai scelto il portale di self-publishing?

Ho sentito parlare per la prima volta di piattaforme di self-publishing da un amico dei miei genitori. Quindi mi sono documentata ed ho ritenuto che la piattaforma “NARCISSUS – StreetLib” fosse quella che rispondeva maggiormente alle mie esigenze.

Per la promozione del libro hai fatto tutto da sola o ti sei fatta aiutare?

Ho fatto tutto da sola. Sinceramente non ritenevo opportuno destinare un budget alla promozione del romanzo. Nel mio caso, essendo un romanzo “Rosa”, il lettore è facilmente identificabile. Da diversi anni frequento il mondo dei blog legati ai romanzi “Rosa”, quindi partivo con un certo vantaggio. Il passa parola ha funzionato bene.

Più che un romanzo Rosa mi sembra che siamo nel genere “Chick lit”

Si, esatto. In effetti il genere sarebbe quello. Che ha elementi in comune con il romanzo “Rosa” ma che tende ad essere umoristico e irriverente. “Matrimonio di convenienza” appartiene al genere “Chick lit”.

Su Amazon quante copie hai venduto?

Dopo circa un mese dalla pubblicazione sono arrivata a circa 7.000 copie vendute.

Un ottimo risultato.

Si. Il romanzo in effetti è stato apprezzato fin da subito. Tieni presente che si tratta di un ebook, che ha un costo di copertina molto abbordabile, che copre anche la fascia dei lettori “curiosi”, che non comprerebbero mai un libro su carta a 10 euro.

Quindi l’ebook sostituisce il libro di carta?

Non necessariamente. Per i cosiddetti “lettori forti” spesso l’ebook è complementare al libro di carta. Io sono appassionata di Ken Follett. Farei veramente fatica a tenere nella borsetta un libro di mille pagine, ma nello stesso tempo ci tengo ad averlo nella mia libreria. Per i “lettori deboli” invece l’ebook rappresenta sicuramente un’alternativa al libro di carta. Con l’ebook puoi anche permetterti di “sperimentare”. Mal che vada hai speso un paio di euro.

Poi è arrivata la casa editrice Newton Compton.

Esatto. Dopo due settimane dalla pubblicazione del romanzo su NARCISSUS. E devo dire che è stata una grande soddisfazione. Dopo un intenso lavoro di rivisitazione del testo è stato pubblicato sia su carta che come ebook.

Progetti per il futuro?

Uscirà a breve il mio secondo romanzo dal titolo Stronze si nasce”. Siamo sempre nel genere “Rosa”, anzi “Chick lit” e sempre in Inghilterra.

Per ulteriori dati/informazioni scarica la tabella di confronto del numero di lettori in Italia rispetto a Paesi europei con forte propensione alla lettura.

Rubriche

Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa

    Curiosità

    Reunion in Russia per i protagonisti della Bassa al Mongol Rally
    Reunion in Russia per i protagonisti della Bassa al Mongol Rally
    I componenti dei team Alboreto is nothing e Wanderlost si sono ritrovati a cena prima di entrare in Mongolia[...]
    Mongol Rally, un po' di Bassa sull'altopiano del Pamir
    Mongol Rally, un po' di Bassa sull'altopiano del Pamir
    Gli equipaggi Alboreto is nothing e Wanderlost hanno attraversato nei giorni scorsi la Pamir Road. LE IMMAGINI[...]
    L'Università in onda su RaiUno: a Superquark un documentario girato in esclusiva
    L'Università in onda su RaiUno: a Superquark un documentario girato in esclusiva
    Nella puntata di mercoledì 25 luglio si parlerà anche di tardigradi[...]
    L'auto più bella del mondo? E' la Ferrari Portofino
    L'auto più bella del mondo? E' la Ferrari Portofino
    La casa automobilistica di Maranello riceve il premio "Red Dot: Best of the Best" nella categoria Product Design per l'eccellenza stilistica[...]
    Si ferma al semaforo e l'auto prende fuoco
    Si ferma al semaforo e l'auto prende fuoco
    Illesa, ma molto spaventata la conducente del veicolo[...]
    "Un anno vissuto intensamente" va alle stampe (con countdown) il primo libro di Andrea Lodi
    "Un anno vissuto intensamente" va alle stampe (con countdown) il primo libro di Andrea Lodi
    E' il romanzo d’esordio dell'aziendalista di San Prospero. Per vedere la luce deve avere un certo numerodi prenotazioni in poco tempo[...]
    Una "Suite in rosso" per l'artista Simona Bergamini
    Una "Suite in rosso" per l'artista Simona Bergamini
    A fine luglio sarà ospite in Umbria, di un festival musicale che si terrà a Piediluco in provincia di Terni [...]
    Vince la staffetta e diventa simbolo dell'Italia che non è razzista: è di Modena
    Vince la staffetta e diventa simbolo dell'Italia che non è razzista: è di Modena
    L'immagine che la ritrae sorridente con le compagne appena vinta la corsa è diventata virale [...]
    Calcio Cavezzo, le squadre fanno combine e scatta la punizione
    Calcio Cavezzo, le squadre fanno combine e scatta la punizione
    Motta e e Disvetro hanno pareggiato e questo avrebbe permesso a entrambe di qualificarsi. Ma non è andata così[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: