SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Giovani a rischio di radicalizzazione, si studia la prevenzione

Giovani a rischio di radicalizzazione: un convegno internazionale a Modena presenta nuovi modelli di prevenzione. L’appuntamento, che si terrà lunedì 22 gennaio 2018, vede il coinvolgimento del Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità di Unimore e sarà l’occasione per i ricercatori coinvolti nel progetto YEIP di presentare i primi risultati del progetto.

La prevenzione e il controllo della radicalizzazione a livello europeo, fino ad oggi, sono stati gestiti prevalentemente dai governi nazionali e locali, con un limitato coinvolgimento diretto dei più giovani, di norma considerati tra le categorie a maggior rischio rispetto a questo fenomeno. Il progetto YEIP, finanziato nell’ambito del programma Erasmus+ dell’Unione Europea, realizzato da un consorzio di 18 partner pubblici e privati provenienti da 7 diversi Stati Membri, mira a colmare questa mancanza, sviluppando politiche giovanili tese a minimizzare il rischio della radicalizzazione e sostenere l’inclusione sociale tramite una maggiore partecipazione di ragazzi e ragazze.

Il progetto YEIP promuove, lunedì 22 gennaio 2018 alle ore 9.30 presso il Complesso universitario San Geminiano (via San Geminiano, 3) aModena, un convegno internazionale organizzato dai partner italiani Regione Liguria e Anziani e non solo soc. coop. soc. con la collaborazione del CRID – Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità di Unimore, diretto dal prof. Gianfrancesco Zanetti.

L’evento, che riunirà esperti, ricercatori e giovani di tutta Europa, sarà l’occasione per presentare i primi risultati del progetto europeo YEIP per condividere saperi e pratiche sulla prevenzione della radicalizzazione giovanile.

“Affrontare il tema della prevenzione della radicalizzazione nelle giovani generazioni – afferma il prof. Gianfrancesco Zanetti, Direttore del CRID -Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e vulnerabilità di Unimore –  richiede un approccio multidisciplinare, capace di coniugare saperi e campi di ricerca diversi, nonché esperienze pratiche a livello internazionale, nazionale e locale. È in quest’ottica che il CRID offre il suo contributo al progetto, ossia inquadrando la problematica come un caso concreto di vulnerabilità situazionale: quella giovanile”.

Per la realizzazione del progetto, la Regione Liguria ha siglato un protocollo di partenariato con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione, con il quale la Regione si impegna a trasferire e condividere con la Direzione Generale le informazioni e i risultati raggiunti. La Direzione, da parte sua, si impegna a valorizzare tutte le informazioni e i materiali del progetto, attraverso il portale Integrazione Migranti e a diffondere i risultati raggiunti tramite la propria rete istituzionale.

La sessione mattutina, dopo un’illustrazione del progetto e della sua metodologia da parte di Theo Gavrielides, Fondatore e direttore dell’IARS International Institute di Londra e coordinatore di YEIP e di Sinclair Coward, Responsabile del Dipartimento di Servizio Sociale e Assistenza Integrata, Buckinghamshire New University, sarà focalizzata sulla prospettiva internazionale, con la presentazione dei risultati di alcuni studi condotti da importanti istituti di ricerca europei.

La sessione pomeridiana si focalizzerà sul contesto italiano e su esempi di partecipazione giovanile. Tra i relatori anche Stefano Dambruoso, Questore della Camera dei Deputati e magistrato, esperto di terrorismo internazionale primo firmatario del disegno di legge sulla prevenzione della radicalizzazione. Le conclusioni saranno affidate a Tatiana Esposito, Direttore Generale, DG dell’immigrazione e delle politiche d’integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

“La ricerca  – afferma Manuela Tagliani ricercatrice del progetto YEIP – ha messo in luce la necessità di un maggiore impegno dell’Italia in tema di prevenzione sociale della radicalizzazione, aspetto spesso messo in ombra dalle esigenze di contrasto e prevenzione penale. È emersa inoltre l’esigenza di spostare l’attenzione generale verso una concezione più ampia di radicalizzazione che permetta di includere tutte le forme di estremismo violento che possono influire negativamente sulla vita dei giovani. Il progetto YEIP potrebbe rappresentare, in questo senso, un punto di riferimento positivo per tutti coloro che, quotidianamente, sono impegnati nell’educazione e formazione delle nuove generazioni”.

Il convegno sarà anche l’occasione per lanciare il volume “Young, marginalised but not radicalised: A comparative study of positive approaches to youth radicalisation” che raccoglie i risultati di un’attività di ricerca realizzata nei diversi Paesi coinvolti: non solo l’Italia, dunque, ma anche il Regno Unito, la Romania, il Portogallo, Cipro, la Grecia e la Svezia. Il testo include capitoli dedicati a ciascun Paese e scritti nelle lingue nazionali, insieme ad un’analisi comparativa in lingua inglese. Il report sarà scaricabile gratuitamente dal sito del progetto, all’indirizzo: www.yeip.org

Per maggiori informazioni: http://yeip.org/international- conference-22-january-2018- modena-italy/

Rubriche

Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Alle Tatoo va in televisione su Rai 1
    Alle Tatoo va in televisione su Rai 1
    E' stato ospite della trasmissione "I soliti Ignoti". E nel fine settimana a a Mediaset[...]
    All'Università apre un nuovo Centro di ricerca... sulle Metafore
    All'Università apre un nuovo Centro di ricerca... sulle Metafore
    Forte la portata interdisciplinare: riguardano linguistica, stilistica, la traduzione, la critica letteraria, la filosofia, le scienze cognitive [...]
    Gli italiani spendono all'anno per il caffé 260 euro
    Gli italiani spendono all'anno per il caffé 260 euro
    Il 93% sceglie l'espresso, il resto si divide tra americano, orzo o altro[...]
    A tutta birra per il paese con lampeggiante blu, 49enne nei guai
    A tutta birra per il paese con lampeggiante blu, 49enne nei guai
    L'uomo simulava inseguimenti incurante dei limiti di velocità[...]
    Un nuovo polo logistico per Ducati e Lamborghini
    Un nuovo polo logistico per Ducati e Lamborghini
    Ci sono anche 40.000 pezzi in deposito tra vetture storiche, modelli attuali e ricambi del reparto Motorsport, Squadra Corse[...]
    Lavarsi le mani è importante, ricordiamocelo!
    Lavarsi le mani è importante, ricordiamocelo!
    Soprattutto in ospedale, dove è una delle misure più efficaci per proteggere dal rischio di contrarre un’infezione correlata all’assistenza[...]
    Stanze in vendita nell'albergo-condominio, ecco i Condhotel
    Stanze in vendita nell'albergo-condominio, ecco i Condhotel
    Abbina camere di albergo, minimo sette, con unità abitative dotate di cucina autonoma che possono essere frazionate e vendute ai privati o affittate [...]
    Ad aprile un caldo da record: mai così negli ultimi due secoli
    Ad aprile un caldo da record: mai così negli ultimi due secoli
    E' la sintesi tracciata dagli esperti dell’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: