SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Marketing in action – il libro

di Andrea Lodi

Come applicare concetti, metodologie e strumenti di marketing nelle PMI.

Ho conosciuto Stefano Galli una decina di anni fa. Mi fu presentato da un collega di Bologna. Cercavo un esperto di marketing con un approccio poco teorico e molto pratico, orientato alle PMI, per un importante progetto da realizzare presso un’impresa cliente.

Stefano mi piacque subito: diretto, professionale, chiaro, con una forte vocazione al problem solving. Era il professionista che cercavo.

Anche il cliente fu molto contento del lavoro svolto da Stefano. Così iniziò una collaborazione professionale che durò per molti anni. Poi le diverse scelte professionali ci allontanarono per alcuni anni. Fino a ieri mattina, quando ricevo una telefonata di Stefano che mi propone di vederci per “una interessante notizia che lo riguarda”. Incuriosito gli propongo di vederci nel tardo pomeriggio.

Così vengo a conoscenza dell’esistenza del lavoro editoriale realizzato da Stefano: “Marketing in action, il primo testo di marketing al mondo che non ha bisogno di essere letto dall’inizio alla fine per essere appreso appieno”.

Un incipit un po’ ambizioso, da un professionista, Stefano, che ha sempre fatto del “low profile” una caratteristica del suo modo di essere.

Sfogliandolo mi rendo conto che Stefano ha ragione.

Come nasce Marketing in action?

Il libro nasce con l’obiettivo di soddisfare in modo pratico ed essenziale, I reali bisogni formativi dei lettori, nell’ambito del marketing.

In che modo?

Negli ultimi tre anni ho raccolto e catalogato più di 170 esigenze formative espresse da imprenditori, manager, studenti e neoimprenditori. Ho così individuato 7 esigenze di apprendimento predominanti, sulle quali ho costruito 7 distinti percorsi formativi.

Quindi il libro è da considerarsi una guida al marketing?

Non esattamente. Direi che è qualcosa di più. Il libro è organizzato in “percorsi formativi” indipendenti uno dall’altro. Il lettore ha modo di fruire di quei contenuti che ritiene utili sulla base dei suoi bisogni formativi, senza essere obbligato a leggersi tutto il libro.

Come sono organizzati i percorsi formativi?

Come detto i percorsi formativi sono 7. Ogni percorso formativo è composto da diverse “tappe formative”, che sono a loro volta collegate da specifici riferimenti, di facile fruizione, che si trovano alla fine di ogni tappa.

Quali sono gli argomenti trattati nei percorsi formativi?

Si va da “come aumentare la visibilità della propria azienda”, passando attraverso “come approcciare i mercati esteri in modo efficace”, al tema del “social marketing”, fino alla “value proposition” per arrivare a “come il marketing può contribuire ad aumentare il fatturato e la redditività della tua azienda”.

Proprio sulla “value proposition” un’azienda cliente, di recente, ha realizzato un importante lavoro di analisi e ridefinizione della propria “proposta di valore”, ottenendo importanti riconoscimenti che l’hanno portata fino alla Silicon Valley, in California.

Che senso ha, nell’era del web e della formazione a distanza, un libro cartaceo sulla formazione?

Ritengo sia proprio questo il valore aggiunto di “Marketing in action”. Ormai tutti siamo costantemente attaccati ad un video, che sia quello dello smartphone che quello del computer. Il libro, il cosiddetto “supporto cartaceo” ormai rappresenta una piccola pausa dall’assordante, permettimi il termine improprio, “rumore” dell’elettronica.

Una scelta azzardata, non c’è che dire. Ma può darsi che Stefano abbia ragione. D’altronde è un esperto di marketing.

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: