SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Bitcoin a picco sotto i 7mila dollari. Lloyds vieta ai clienti l’acquisto.

di Andrea Lodi

Si respira un evidente clima di paura nelle stanze dei colossi della finanza mondiale.

La crescita esponenziale del valore dei Bitcoin ha creato una vera e propria febbre dell’”oro (digitale) negli ultimi mesi. Il valore dei Bitcoin ha raggiunto la mirabile quota di 20.000 dollari nelle ultime settimane.

Fino a poche settimane fa, quando le quotazioni sono state interessate da pesanti ribassi. Il Bitcoin si è più che dimezzato arrivando sotto i 7.000 dollari, per fermarsi negli ultimi giorni a quota 9.000 dollari. Ethereum è scesa a 780 dollari da un picco di 1.390 a metà gennaio e Ripple è crollato a 0,8 dollari da 3,5 a inizio gennaio. E’ iniziata la tanto attesa corsa alle vendite, giustificata dalle notizie che circolano nell’ambiente di una seria intenzione da parte di molti Governi (Cina e Corea in primis) ad imporre delle vere e proprie briglie normative, ad un settore che ha fatto della “deregulation” il suo punto di forza.

Leggi l’articolo del 29/11/2017 pubblicato su questo giornale dal titolo “L’era delle criptovalute

D’altronde anche le criptovalute, come qualunque altro titolo negoziato nel mercato finanziario, sono caratterizzate da una più che prevedibile volatilità. Fenomeno che ha cominciato a preoccupare alcuni colossi della finanza come Lloyds, JP Morgan e Citigroup.

Stop alle carte di credito

Preoccupazione più che giustificata dal fatto che molti acquisti di criptovalute vengono effettuati tramite carte di credito con il sistema dell’indebitamento, che nel caso di un “crollo” delle quotazioni, possono portare ad un forte aumento di crediti inesigibili.

Mastercard ha dichiarato che gli acquisti di criptovalute hanno determinato un aumento dell’1% dei volumi delle sue transazioni nell’ultimo trimestre del 2017.

Lloyds pertanto ha pensato bene di correre al riparo, inibendo l’acquisto tramite carta di credito ai clienti considerati “a rischio”.

Draghi: bitcoin investimenti molto rischiosi

Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, avrebbe dichiarato durante un’audizione al Parlamento europeo, che le valute virtuali “sono al momento nello spazio non regolato, e dovrebbero essere viste come assets molto rischiosi, soggetti ad alta volatilità e speculazione”. Oltre ad una evidente preoccupazione in merito ai possibili rischi che le valute virtuali pongono al sistema bancario.

Le preoccupazioni dell’ONU

Presso le Nazioni Unite c’è chi si interroga per capire come la nuova tecnologia insita nel Bitcoin possa trasformare il mondo delle transazioni, finanziarie e non finanziarie, e quali conseguenze possono avere nel sistema economico globale.

Alcuni esperti, tra i quali Ferdinando Ametrano (che insegna Bitcoin and blockchain Technologies al Politecnico di Milano e all’Università di Milano Bicocca) e David L. Yermack (professore di Finanza e business transformation presso la Leonard N. Stern School of Business della New York University), si sono riuniti in un seminario di lavoro dal titolo “Understanding Bitcoin, Blockchains and the Crypto Economy”, presso il Dipartimento degli affari economici e sociali dell’Onu, e si sono posti alcune domande: Le criptovalute soddisfano le funzioni delle valute? Potranno sostituire la moneta legale? O sono un nuovo tipo di asset? Potranno alterare la gestione delle politiche monetarie? La tecnologia della blockchain potrà trasformare le interazioni tra le diverse industrie?

Domande alle quali non è semplice dare delle risposte.

Ben venga l’innovazione finanziaria, ma attenzione, è bene che le autorità di controllo non solo vigilino, ma definiscano delle regole ben precise, per evitare che la finanza diventi sempre più un luogo praticato da principianti e speculatori.

 

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    Il collezionista sanfeliciano, la cui fama è ormai internazionale, sta lavorando ad un progetto di grande prestigio e ha proposte dall'estero[...]
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Il suo nome emerge tra le 150 donne che il magazine dell'innovazione delle start up italiane StartupItalia ha messo in fila[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: