SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

A chi non piace un corpo snello e in forma? – della dottoressa Federica Felicioni

Essere critici nei confronti del nostro corpo è ormai diventata un’abitudine che accomuna la maggior parte delle persone. I modelli estetici che ci vengono proposti dalla televisione, dai giornali, inducono, anche chi non ne ha davvero bisogno, ad essere ossessionati dalla forma fisica.

In certi momenti dell’anno mettersi a dieta sembra più una moda, quasi un dovere, ma attenzione a non esagerare, perdere peso velocemente può portare più danni che vantaggi, se non lo si fa nel modo giusto.

Certo, un corpo snello e in forma a chi non piace?

Ma prima di iniziare qualsiasi percorso dovremmo sapere se siamo davvero in sovrappeso e soprattutto qual è la condizione del nostro corpo.

E’ bene tenere presente che la bilancia non è sempre un buon indicatore del nostro stato di salute, perché non ci dà indicazioni sulla quantità di grasso o di muscolo.

Per conoscere meglio il nostro corpo e capire se la perdita di peso è stata o può essere davvero vantaggiosa è possibile fare un test bio-impedenziometrico (BIA test) che, tramite misure bioelettriche, ottenute con l’applicazione di semplici elettrodi, ci dà informazioni sul nostro stato di idratazione e ci permette di identificare condizioni anomale, come disidratazione o sovraccarico di liquidi, così come lo stato delle membrane cellulari.  Il test ci dà inoltre informazioni sulla composizione corporea, permettendo di stimare la quantità di massa muscolare e di grasso corporeo, oltre che il metabolismo basale. E’ un esame semplice, veloce, indolore e non invasivo che ci fa vedere ciò che ad occhio nudo non è possibile valutare. Lo possono fare tutti: bambini, anziani, donne in gravidanza, non vi sono controindicazioni, nemmeno in presenza di patologie.

Ad esempio un uomo di 70 Kg alto 170 cm non è detto che sia in una condizione ideale, come potrebbero far pensare le misure, certo potrebbe essere un atleta con una bassa percentuale di grasso, oppure essere un uomo molto sedentario con una percentuale di massa grassa elevata. Facendo il test è possibile saperlo.

Sempre più spesso capita, nella pratica clinica, di incontrare persone “normopeso-obese” cioè che pur avendo un peso apparentemente ideale hanno gambe esili, ma con una gran pancia.

La localizzazione del grasso è fondamentale, ad esempio quello addominale, viscerale, è molto più pericoloso di quello che va ad arrotondare le cosce e i glutei. Il grasso viscerale è quello che si trova tra gli organi interni dell’addome (stomaco, intestino, fegato, pancreas, milza), è il grasso più pericoloso per la salute, ma la notizia positiva è che fortunatamente è quello più facile da eliminare.

Altro punto importante è che il peso che avevamo a 18-20 anni non può essere il nostro riferimento, il nostro “peso forma”, il corpo cambia, così come le nostre abitudini, ecco perché occorre tenere conto di tanti fattori diversi per costruire il nostro “modello alimentare”.

Ogni persona richiede un regime alimentare adeguato, specifico, che deve partire non solo dalla valutazione attuale del proprio peso corporeo, ma deve tenere conto anche del sesso, dell’età, del tipo di attività svolta, di eventuali problemi fisici o malattie.

Ricordiamoci quindi che un aumento o una diminuzione di peso, possono essere eventi positivi o negativi a seconda del compartimento corporeo che subisce la variazione e che la cosa più importante è:

ESSERE IN ARMONIA CON NOI STESSI E CON IL NOSTRO CORPO.

 

Rubriche

Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Finale Emilia tutti in festa per Isabel allo Zecchino d'oro
    Finale Emilia tutti in festa per Isabel allo Zecchino d'oro
    La piccola, che di cognome fa Tangerino e ha 8 anni, ha portato la canzone "Nero Nero"[...]
    Addio a gatto Gino, il re di San Giovanni in Persiceto
    Addio a gatto Gino, il re di San Giovanni in Persiceto
    Il felino, amatissimo e molto noto, è stato investito da un'auto[...]
    La verità su Pico della Mirandola: fu ucciso dall'arsenico
    La verità su Pico della Mirandola: fu ucciso dall'arsenico
    La scoperta dopo 500 anni dalla morte del celebre umanista[...]
    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Solo un grande spavento per l'uomo che l'ha trovato, ma il biacco è innocuo[...]
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Ha ospitato anche un idolo dei più giovani, il gamer GaBBoDSQ, che ha formato il tatuaggio di un suo fan[...]
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Su Caanale 5 una riduzione del grandioso spettacolo su Leonardo da Vinci che ha fatto vincere a Federico e compagni il campionato del mondo di pattinaggio[...]
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Svetta nell'area esterna del quartiere fieristico l'imponente trampolino, 46 metri di altezza e 130 metri di lunghezza, il più grande mai costruito in Italia[...]
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: