SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Sale, pioggia, gelate: sulle strade è il momento peggiore per le buche

E’ sufficiente mettersi al volante: in questa fase dell’inverno, soprattutto dopo l’intensa giornata di pioggia di lunedì, sulle strade della Bassa non si contano le buche, più o meno pericolose. E’ il momento peggiore dell’anno: l’incidenza di pioggia, delle gelate e dello spargimento del sale nel corso dell’ultimo mese ha provocato crepe e buche anche sulle vie di circolazione più importanti e trafficate, non solo nelle strade secondarie. Tanto che, in questi giorni, si sprecano le segnalazioni fotografiche anche sui social ntework, da parte dei residenti dei vari paesi.

A ben guardare, non c’è comune che sia esente dal problema. Mentre a Massa Finalese lo stato di via Monte Bianco e di via Abbà e Motto ormai non fa notizia, la Sp468 in direzione Finale ha retto piuttosto bene, salvo diventare un coacervo di crepe e buche tra la rotonda della tangenziale e il nuovo centro di protezione civile. La Sp8 che attraversa Ponte San Pellegrino, Mortizzuolo, Mirandola per arrivare a Concordia ha una situazione non omogenea, soprattutto nei pressi delle rotonde. Non va meglio da Mirandola a Poggio Rusco, dove peraltro nella giornata di martedì un autoarticolato è uscito di strada – costringendo per diverse ore al blocco della Canaletto presso Tramuschio per consentire le operazioni di recupero – probabilmente per un cedimento della banchina.

La Panaria e la Canaletto, nella parte più a sud, sono messe un po’ meglio, ma a macchia di leopardo presentano anch’esse crepe e buche di 3-4 cm di profondità, che peggiorano via via con il passare del traffico e, soprattutto, dei mezzi pesanti.

Vale sempre la pena segnalare la presenza delle buche più pericolose ai comuni o agli enti a cui afferiscono le varie strade: prima che il tempo si stabilizzi e si possa pensare – in alcuni casi – alla riasfaltatura di alcuni tratti, per il momento segnalare può servire se non altro a velocizzare i primi riempimenti.

LEGGI ANCHE: Strade colabrodo, più di 100 in tutta la provincia. E nella Bassa è record

Rubriche

Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Mirabolanti promesse e ricchi premi e cotillons. Ecco Candidato Anonimo, per ridere a San Felice
    Mirabolanti promesse e ricchi premi e cotillons. Ecco Candidato Anonimo, per ridere a San Felice
    Negli ultimi giorni è spuntata una Pagina Facebook in cui c'è un personaggio inventato che fa campagna elettorale[...]
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Protagonista del fatto un anziano turista tedesco che aveva perso il pullman[...]
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Particolarmente interessanti sono le immagini della cassa di espansione del fiume[...]
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le immagini riprendono il nostro grande fiume in piena da Magreta a Bastiglia.[...]
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Le altezze degli argini non sono sufficienti per Aipo, che dopo l'alluvione del 2014 ha avviato dei lavori. Ma ci sono dei limiti con cui fare i conti[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: