SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Economia, crescono per il quarto anno consecutivo le pmi modenesi

Un anno da incorniciare, quello passato, per le piccole imprese manifatturiere modenesi, che chiudono l’anno con un aumento della produzione del 5,5% rispetto all’anno precedente, il dato migliore dal 2011 ad oggi. Ancora meglio ha fatto il fatturato, a + 6,1%. Un trend, alimentato, per una volta, dal mercato interno, visto che l’export si attesta al 20,8% del totale, ai minimi da sei anni a questa parte.

A questo risultato hanno contribuito anche i dati relativi all’ultimo trimestre del 2017, tre mesi, quelli da ottobre ai dicembre, nei quali la produzione e fatturato sono cresciute in entrambi i casi del 4%, con l’export che crolla, si fa per dire, al 19.1% del totale e gli ordini interni attesi in ulteriore crescita.

Fatta la produzione del 2006 pari al 100, il 2017 si posiziona al più alto livello post-crisi, anche se il recupero non è ancora completato.

I SETTORI

Pochi, e non particolarmente rilevanti, i segni meno a livello settoriale, dove invece continua a correre tutto il mondo della meccanica.

Chiude l’anno in negativo, l’agroalimentare, che peraltro era andato piuttosto bene nel primo semestre del 2017. Una battuta d’arresto, quindi, che non preoccupa, vista anche la tenuta del fatturato.

Sostanzialmente stabile, invece, il comparto della maglieria, che per rimanere competitivo deve ancora insistere sulla leva del prezzo (come dimostra il calo del fatturato a fronte dell’aumento della produzione). Ritorna in doppia cifra l’estero, che si attesta sul 13%, lontano però dai dati degli anni scorsi.

Segnali incoraggianti arrivano anche dall’abbigliamento, il segmento produttivo caratterizzato da aziende in conto proprio collocate nella fascia medio-alta del mercato. Dopo un terzo trimestre tragico, i principali parametri virano in positivo, in questo caso grazie all’export (14,9% nel trimestre, 16,7% su base annua, con gli ordini d’oltralpe attesi in ulteriore crescita).

Anno record per il comparto che si identifica nella carpenteria pesante, un trend arrivato al dodicesimo trimestre consecutivo di crescita, alimentata inizialmente dalle esportazioni e, negli ultimi mesi, da una decisa ripresa del mercato interno. Ed è senz’altro questo il segnale più incoraggiante.

Addirittura tumultuosa la crescita della meccanica di precisione: il quarto trimestre mette a segno il valore più ampio dell’intera serie storica, stessa considerazione vale per il fatturato e per il dato annuale. Considerando che questo è il comparto principe del manifatturiero modenese si tratta di una gran bella notizia. Anche in questo caso, gran parte del merito va al mercato interno, visto che l’export è in contrazione (40,3% del totale nel 2016, 35,6% l’anno scorso.

Continua senza fretta ma senza sosta la crescita del biomedicale, il settore manifatturiero più vocato all’estero, che nel 2017 ha assorbito il 56,6% del fatturato totale.

Uno dei pochi segni meno di questa rilevazione trimestrale, peraltro solo in termini di produzione.  Malgrado dimensionalmente non grandissimo, si tratta comunque di un segmento da seguire con attenzione per la sua propensione all’innovazione all’export, stabilmente al di sopra del 30% del totale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Secondo Cna, sono diverse le considerazioni che spiegano il consolidamento di una crescita che ormai è generalizzata: “il contesto economico favorevole che, finalmente, ha coinvolto il nostro Paese, alcune scelte di economia politica azzeccate, come il piano Industria 4.0. Quello che servirebbe, ora, per consolidare ulteriormente la ripresa e spingere gli investimenti, occorrerebbe la stabilizzazione delle agevolazioni previste dal Piano Industria 4.0 e, soprattutto, un’inversione di tendenza rispetto alle politiche fiscali. La completa deducibilità dell’IMU sugli immobili strumentali, l’immediata applicazione dell’IRI, un uso intelligente della fatturazione elettronica sarebbero tre primi provvedimenti, non troppo difficoltosi da mettere in pratica, che andrebbero in questa direzione e che di certo stimolerebbero ulteriormente la crescita del mercato interno, che, come dimostrano i numeri, è l’unica in grado di coinvolgere tutte le imprese”.

Rubriche

Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Si ricorda così come la città abbia un cuore pulsante e una offerta che non ha nulla da invidiare ai centri commerciali e allo shopping su Internet[...]
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Per omicidio colposo legato all'omessa custodia dell'animale[...]
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    "Il mio cuore ormai si è perso per lei", spiega il giovane che era stato con la Croce Rossa a San Felice a prestare aiuto durante il sisma[...]
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Nei guai un professionista di 30 anni apparentemente insospettabile[...]
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Più di 40 ragazzini si erano dati appuntamento per picchiarsi[...]
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    Allo stato attuale il livello del fiume è stazionario in lenta diminuzione[...]
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Un pensionato carpigiano aveva visto un annuncio su internet[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: