SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Nonantola, immigrazione: protocollo tra Comune e Caritas Diocesana firmato da tutta l’Unione del Sorbara

L’Amministrazione di Nonantola ha siglato con la Caritas Diocesana un protocollo per sperimentare “progetti di comunità” rivolti ai concittadini più fragili. Tutte le forze presenti sul territorio, quali Amministrazione, Parrocchia, associazioni di volontariato, enti gestori e cittadinanza sono invitati ad un’azione di concerto su di un “tavolo di coordinamento” dove verranno attivati “micro progettualità specifiche per intervenire sui problemi” legati alla accoglienza dei richiedenti asilo ma non solo.

Federico Di Stefano, assessore con delega alle politiche sociali, spiega: “Il protocollo non è rivolto esclusivamente ai richiedenti asilo, ma alla fragilità nel suo complesso e non è stato concepito come risposta ad un problema contingente. Si parte dall’idea di mettere in campo un progetto di comunità in cui andare a sviluppare microprogettualità sul territorio coinvolgendo tutte le energie disponibili, con pari dignità istituzionale”.

Qual è l’obiettivo? “Contrastare la povertà e la marginalità nel suo complesso senza fare poveri di serie A o poveri di serie B”, spiega l’assessore al nostro giornale.

Nonantola vanta un comitato, Anni in Fuga, nato nel 2016, che è stato anche promotore di incontri pubblici tesi ad aiutare, nell’accoglienza ed inclusione, i richiedenti asilo. “Il comitato – aggiunge Di Stefano – ha fatto un lavoro bellissimo perché, tra le tante cose, cerca di porsi come una sorta di ‘gruppo di buon vicinato’ per ogni appartamento. Grazie alla consulta stiamo favorendo momenti di conoscenza attraverso il volontariato. Diverse associazioni hanno dato la loro disponibilità e sono nati numerosi progetti, come il laboratorio di sartoria”.

A Nonantola sono 67 le persone in accoglienza, tutti maschi, dislocate, per lo più, in appartamenti individuati sul libero mercato. “La Curia – spiega ancora Di Stefano – ha messo a disposizione la casa di Redù ed un piccolo appartamento in centro. La casa di Redù è stata usata per rispondere ad una prima fase emergenziale e la cooperativa che li assiste è in procinto di spostare i ragazzi accolti in una zona più centrale del territorio”.

Ci saranno altri arrivi? “Non è detto. Se il sistema di gestione ordinaria a livello nazionale regge, potremmo non avere più bisogno di accogliere altre persone nell’immediato. Le persone in accoglienza seguono la medesima procedura della provincia di Modena. Abbiamo un primo periodo nella struttura di Bologna e successivamente una seconda accoglienza sul territorio”.

In quali altre attività verranno coinvolti? “Stanno dando una mano ai volontari del Piedibus al mattino. Stiamo organizzando turni per aumentare la pulizia del centro cittadino. Sono in calendario anche lavori di piccola manutenzione, alcuni già in atto. L’idea è creare condizioni per una reciproca conoscenza e un reciproco beneficio”.

“Ma il protocollo”, puntualizza ancora Di Stefano, “è diretto alle problematiche di tutte le persone fragili, non solo dei richiedenti. Ritengo che questo strumento possa rappresentare un momento di svolta per la nostra comunità. La concertazione permetterà di creare veri momenti d’incontro, di scambio, di vicendevole conoscenza in grado di arricchire sia i richiedenti asilo sia la comunità intera. L’aspetto che più ci rende orgogliosi è vedere come tantissimi cittadini, più o meno organizzati, stanno da tempo investendo le proprie energie sul tema dell’accoglienza. Grazie ad un coordinamento di questo tipo, il lavoro di tutti sarà ulteriormente finalizzato e diverrà ancora più efficace. Co-progettare inizialmente potrà risultare faticoso, tuttavia, non appena diverrà una modalità automatica di lavoro, permetterà di raggiungere risultati di altissimo spessore utilizzabili non solo per questo tema specifico, ma generalizzabili alla fragilità nel suo complesso”.

L’accordo è stato firmato dall’Unione del Sorbara, ma l’avvio avverrà a Nonantola. Il tavolo di coordinamento va inteso aperto a chiunque vorrà dare contributo progettuale.

LEGGI ANCHE:

Richiedenti asilo, a Nonantola protocollo di intesa Comune-Curia

Rubriche

Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Si ricorda così come la città abbia un cuore pulsante e una offerta che non ha nulla da invidiare ai centri commerciali e allo shopping su Internet[...]
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Per omicidio colposo legato all'omessa custodia dell'animale[...]
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    "Il mio cuore ormai si è perso per lei", spiega il giovane che era stato con la Croce Rossa a San Felice a prestare aiuto durante il sisma[...]
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Nei guai un professionista di 30 anni apparentemente insospettabile[...]
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Più di 40 ragazzini si erano dati appuntamento per picchiarsi[...]
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    Allo stato attuale il livello del fiume è stazionario in lenta diminuzione[...]
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Un pensionato carpigiano aveva visto un annuncio su internet[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: