SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Dieta rigida? No dieta intelligente! – della dottoressa Federica Felicioni

Sono tante le persone che si presentano presso il mio studio e che chiedono di dimagrire, tanti chili e in poco tempo. Molti giustificano la loro impossibilità a dimagrire dando la colpa ad intolleranze ed allergie, chi all’ovaio policistico, chi all’ipotiroidismo o ad un metabolismo lento.

Ma attenzione! Siamo davvero sicuri che si tratti proprio di questo? 

L’autodiagnosi potrebbe non essere adeguata, ma al contrario molto pericolosa!

In realtà, la situazione potrebbe essere anche molto più semplice di quella ipotizzata e potrebbe non essere un problema di salute ad inficiare il dimagrimento.

Sì certo, ci sono condizioni patologiche, legate ad un alterato assestamento endocrino, legate a motivi ormonali, che possono portare a variazioni importanti di peso, come condizioni di ipercortisolemia, di insulino-resistenza, ma non perdiamo mai di vista l’aspetto più importante:

“Quanto mangio rispetto a quello che posso smaltire?”.

E’ ovvio e scontato che il peso è legato strettamente a quante calorie introduco e a quante ne riesco a bruciare!

Certo ci sono condizioni e parametri che possono in parte alterare questo delicato equilibrio, ma se mangio tanto è difficile che dimagrisca, se sono sedentario e mangio male, sarà difficile che possa avere una buona forma fisica!

Se voglio perdere peso devo valutare bene quanto sto mangiando ed essere sinceri con noi stessi può aiutare tanto!

Non fissiamoci sul totale di chili da perdere, che senso ha perdere tanto e in fretta se poi non riusciremo a mantenere quanto perso? Ognuno deve seguire il proprio percorso e la perdita di peso è bene che sia graduale nel tempo, se vogliamo che sia anche duratura.

Io invito spesso i miei pazienti a tenere un diario alimentare, proprio perché, anche involontariamente, si tende a sottostimare quello che si mangia.

Non vi voglio stressare con conteggi calorici di metabolismo basale, di reale fabbisogno richiesto per le attività svolte, non vi voglio portare al calcolo esasperato delle calorie, anche perché trovo che sia controproducente, oltre che assillante, ma un buon esame di coscienza e la lucidità di segnarci quello che davvero consumiamo… questo è davvero utile.

Rimangono tutti sorpresi perché la tendenza è proprio quella di sottovalutare.

Qualche esempio?

  • Un caffè a stomaco vuoto, giusto per tirare mezzogiorno, con una bustina di zucchero… in fondo non ho fatto merenda oggi!
  • Un paio di biscotti dopo pranzo, così li finisco e non ci penso più.
  • Quel boccone che mio figlio ha lasciato nel piatto…non dovrò buttarlo!
  • Quella caramella… tanto ha pochi zuccheri!
  • Il drink con gli amici…almeno mi rilasso un po’!
  • La mia cena libera, magari aggiungo una birra e una porzioncina di mascarpone…

Il problema non è lo sgarro, ma l’effetto cumulativo degli extra, che alla fine portano a quel surplus calorico, anche limitato, ma che non ci fa dimagrire!

Con questo non voglio certo comunicare al lettore che non devono esserci gli extra, possono anche essere utili e hanno l’importante funzione di allentare la tensione, ci fanno riprendere fiato dopo un po’ di rinunce, ma è bene ed utile cercare di concentrarsi su quali sgarri vale veramente la pena di fare.

La dieta non è solo sinonimo di privazione o di rinuncia, ma deve essere un modo di mangiare  più corretto, più attento. Possiamo ugualmente gratificare il nostro palato,  senza per questo esagerare con le calorie.

Quando seguiamo con troppa rigidità un regime alimentare e siamo troppo severi con noi stessi, può capitare di ottenere l’effetto opposto ed allora, appena ci rilassiamo un attimo, ci scappano poi le abbuffate, che vanificano tutti gli sforzi precedenti.

La mia opinione è sacrificio sì, impegno sì, ma finalizzato al miglioramento della nostra alimentazione, non privazione assoluta.

Tante piccole attenzioni:

  • per la qualità del cibo consumato,
  • un occhio di riguardo agli accostamenti fra i cibi,
  • una buona alternanza dei principi nutritivi, per non cadere in un regime alimentare monotono e restrittivo, 
  • la voglia di sperimentare cibi nuovi,
  • di riassaggiare quelli che abbiamo escluso da tempo, 

una ventata di novità che non solo farà bene al nostro fisico, ma anche e soprattutto alla nostra mente!

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    La paura è collegata alla memoria: uno stimolo associato a un evento negativo del passato può attivare una reazione di allarme.[...]
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    Il collezionista sanfeliciano, la cui fama è ormai internazionale, sta lavorando ad un progetto di grande prestigio e ha proposte dall'estero[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: