SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Italia ed Europa: un rapporto difficile

di Andrea Lodi

Come sarà il 2018 per i rapporti tra l’Italia e l’Europa? Molto difficile, pare. L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee. E da Bruxelles non ci sono stati segnali di disponibilità, soprattutto dopo l’esito delle elezioni del 4 marzo.

Erik Jones, direttore del dipartimento di studi economici della John Hopkins University – Sais di Bologna, grande conoscitore del “sistema Italia”, è convinto che la Germania non sia più disposta ad “allocare risorse al meccanismo europeo di stabilità”, ovvero il meccanismo di salvataggio degli Stati in caso di crisi. Lo conferma anche l’attuale Presidente del Bundestag, Wolfgang Schäuble, che ha descritto la necessità che il coordinamento delle politiche fiscali a livello europeo si “concentri sulla stabilità e sui rischi sul sistema finanziario – continua Jones -, e in particolare sul grado di esposizione delle istituzioni finanziarie al debito sovrano del proprio paese. Ancora una volta, il dito è puntato in modo molto chiaro sull’Italia”.

Le conseguenze di questa rinnovata rigidità dei tedeschi arriveranno fino in Italia.

Nel governo tedesco, afferma Jones, “non ci saranno compromessi su questo punto. Eppure un compromesso lo devono trovare, perché se spingono troppo duramente su questo punto, destabilizzeranno il sistema bancario italiano”.

Bankitalia però ci rassicura che il sistema bancario italiano sta vivendo un momento positivo. E’ migliorata la qualità dei prestiti bancari (il flusso dei crediti deteriorati è sceso all’1,7%, dal 6% del periodo della crisi economica) ed i coefficienti patrimoniali delle banche sono aumentati all’11,8%. E’ in atto una riforma del sistema bancario italiano che dovrebbe portare ad una maggiore stabilità della finanza italiana, che accompagnata da una, seppur timida, ripresa dell’economia, dovrebbe delineare un quadro ottimistico per gli anni futuri.

Un quadro che da Bruxelles non vedono allo stesso modo. La maggiore preoccupazione per la Commissione europea è rappresentata dalla politica. Il rischio dell’ingovernabilità, dopo il voto del 4 marzo, è dietro l’angolo. La Germania – che è quella che ha maggiori probabilità di dettare l’agenda delle riforme europee –  chiede più Europa, e da Berlino non possono dimenticare che in Italia i partiti che sono usciti vincitori (?) dalle urne del 4 marzo non dimostrano di essere particolarmente europeisti.

Non è un mistero che il clima pro-Europa si sia molto raffreddato negli ultimi anni in Italia. “In qualche modo dovremo ricostruire quel senso di vocazione europea”, afferma Jones.

Vocazione europea senza la quale, aggiungo, saranno a rischio le relazioni dell’Italia con l’Europa e la capacità di attuare quelle riforme europee che non vadano nella direzione di “rigidità” voluta dalla Germania, ma di “maggiore apertura” come proposto da Macron. Apertura della quale l’Italia, con i conti che si ritrova, ha fortemente bisogno.

Andrea Goldstein, consigliere delegato di Nomisma, ha una visione dell’Europa che si discosta da quella di Erik Jones soprattutto sul fronte dell’economia e della finanza: “su banche e politica fiscale ci sono stati segnali chiari e positivi, l’Europa sta trovando la sua strada su questi temi, fondamentali per la crescita”.

Sul fronte politico Goldstein è preoccupato. In particolare per l’incertezza sull’esito del voto e ancor di più per la vaghezza delle proposte sull’Europa. “Se l’Italia oggi si ritrovasse senza un governo, significherebbe che le scelte che l’Europa prenderà saranno figlie di impulsi provenienti da altri che hanno interessi divergenti dai nostri”.

Il sistema economico e quelle finanziario, da soli, non sono in grado di fare ripartire la crescita. Per usare le parole di Christine Lagarde, Direttore operativo del Fondo Monetario Internazionale, occorre “aggiustare il tetto, finché il tempo è bello”.

Rubriche

Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto
Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchFederico Tassini da Finale Emilia vince il campionato del mondo col Roma Roller Team

    Curiosità

    Per la Croce Blu di Soliera un calendario che è tutta una favola
    Per la Croce Blu di Soliera un calendario che è tutta una favola
    Per l'iniziativa i volontari del soccorso hanno superato se stessi realizzando un piccolo capolavoro di ironia e immaginazione[...]
    Nel cielo della Bassa brilla la stella cometa di Natale
    Nel cielo della Bassa brilla la stella cometa di Natale
    Il cielo terso che ci hanno regalato i gelidi venti di questi giorni ci ha permesso di vedere tante stelle cadenti, le Geminidi[...]
    Il miglior panettone d'Italia? Si fa in Emilia, col grano antico
    Il miglior panettone d'Italia? Si fa in Emilia, col grano antico
    Secondo la rivista gastronomica Dissapore, lo ha realizzato il pasticciere Claudio Gatti[...]
    "Come vi chiamate?", chiedono i Carabinieri. E i due cinesi: "Ping e Pong"
    "Come vi chiamate?", chiedono i Carabinieri. E i due cinesi: "Ping e Pong"
    Due ragazzi di 29 e 30 anni sono stati denunciati in stato di libertà[...]
    I social bond della Cassa Depositi e Prestiti portano lavoro a San Felice
    I social bond della Cassa Depositi e Prestiti portano lavoro a San Felice
    A San Felice il finanziamento è andato alla Ferropol Coating[...]
    Da Nonantola all'isola di Budelli per vivere da eremita, ora per il prof Morandi è sfratto
    Da Nonantola all'isola di Budelli per vivere da eremita, ora per il prof Morandi è sfratto
    Ha 79 anni e non sa dove andare. "In condominio non ci starei", disse una volta[...]
    Il pane surgelato non potrà più chiamarsi "fresco", i panificatori festeggiano
    Il pane surgelato non potrà più chiamarsi "fresco", i panificatori festeggiano
    Il pane che ha subito un processo di surgelazione o contiene additivi conservanti sarà indicato come 'Conservato' oppure 'A durabilità prolungata'.[...]
    A 102 anni gli rinnovano la patente
    A 102 anni gli rinnovano la patente
    Sarà valida fino al 2020, quando, è l'auspicio di tutti, sarà chiamato a rinnovarla[...]
    Il traffico è aumentato è guidiamo per più di un'ora e un quarto al giorno
    Il traffico è aumentato è guidiamo per più di un'ora e un quarto al giorno
    Calano gli incidenti stradali, che sono però più letali di prima[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: