Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cavezzo si riappropria della sua piazza. Ed è festa grande

CAVEZZO – Festa grande a Cavezzo per l’inaugurazione di piazza Martiri, cuore pulsante del paese non solo perché qui si tiene uno dei mercati più belli della zona, ma anche perchè qui subito dopo il sisma si riunirono i negozianti terremotati dando vita a un segnale concretissimo della volontà di rinascita: il centro commerciale Sisma 12 fatto da container.

Venerdì sera la nuova vita della piazza dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione.

Ecco cosa scrive la sindaca Lisa Luppi

“Una città non è disegnata, semplicemente si fa da sola. Basta ascoltarla, perché la città è il riflesso di tante storie.”
(Renzo Piano)

Inutile dirlo, l’altra sera è stato proprio un bel momento, perché oltre a vivere le bellissime iniziative della Notte Bianca, tutti insieme abbiamo idealmente restituito Piazza Martiri alla comunità, dopo i lavori di riqualificazione di questi ultimi mesi.

Forse non tutti ricordano che progetto di riqualificazione del centro di Cavezzo nasce nei primi anni 2000 a seguito di un concorso d’idee indetto dal comune, che venne vinto dall’architetto Andrea Zacchini. Di quel progetto venne realizzato un primo stralcio in piazza Matteotti, poi per diversi anni fu accantonato a causa della carenza di risorse e soprattutto dei vincoli contabili imposti agli enti locali.
Dopo il sisma la Regione ha messo a disposizione fondi ingenti e l’Amministrazione ha avuto l’opportunità di riprendere in mano quel progetto e proseguirne la realizzazione con un ulteriore stralcio su Piazza Martiri. Il percorso amministrativo è stato molto complicato, perché il comune ha dovuto imporre procedure di legalità e perfino affrontare un ricorso al Tar, che ha vinto con piena ragione. E’ stato difficile, ma dopo diversi mesi di lavori, stiamo completando l’intervento.

Ieri sera le fatiche di questi anni sono stranamente svanite, vedendo tutte le persone presenti, le bancarelle e i negozi aperti, il concerto dei Rulli Frulli e di tutti gli altri artisti, ho pensato che era una festa bellissima, organizzata con passione dai commercianti di Vivere Cavezzo, in un luogo migliorato, diverso, più curato.
Belli gli eventi e bella la location :)

La visione dal palco della piazza piena di persone, i sorrisi di Nadia e Palma, i bambini che corrono sulla nuova pavimentazione, sono immagini che terrò nella mente, tra le cose preziose di questa esperienza da sindaco. In fondo noi amministratori siamo così, “scaliamo montagne di carta” solo per vedere gli altri sorridere.

Piazza Martiri della Libertà a Cavezzo  viene restituita alla comunità nel suo originale splendore.

L’intervento di riqualificazione, eseguito dal Comune di Cavezzo, è stato realizzato grazie al finanziamento di 800 mila euro, messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Programma speciale d’Area per la riqualificazione dei centri storici colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Al taglio del nastro, insieme alla sindaca Lisa Luppi, anche l’assessora regionale alle Attività produttive e Ricostruzione post sisma, Palma Costi Davide De battisti, direttore operativo di Aimag, azienda che dopo il sisma ha sviluppato diversi investimenti importanti nella rete idrica e dei sottoservizi, curando anche quelli della piazza.

Attraverso il programma speciale d’area sono stati finanziati 25 interventi con risorse regionali pari a 18 milioni di euro ripartiti tra 23 Comuni. Si tratta di rifunzionalizzazione, rivitalizzazione e rigenerazione del tessuto urbano e del centro storico, anche attraverso politiche di indirizzamento e promozione delle attività socio-economiche

La riqualificazione della Piazza Martiri della Libertà ha riguardato una superficie di quasi 6 mila metri quadrati. Il progetto generale si compone di tre stralci corrispondenti a tre specifici spazi urbani ovvero: le due piazze attigue della chiesa e del monumento nella zona storica, la piazza grande detta del mercato in area decentrata, e infine le vie che collegano queste due aree. Il primo stralcio, antecedente al sisma del 2012, è stato realizzato e completato nel 2004 e comprendeva la piazza della Chiesa (piazza Don Zucchi) e la piazza del monumento (piazza Matteotti).

La riqualificazione si inserisce in continuità e a completamento del progetto originario riproponendo il medesimo spirito compositivo e l’uso degli stessi materiali, con una proposta aggiornata alle nuove esigenze urbane a seguito degli eventi sismici. La pavimentazione è in lastricato di pietra di Luserna come base generale con griglia in granito chiaro. Il disegno a scacchiera per il parcheggio centrale viene riproposto nello stesso materiale lapideo della piazza, così da definire immediatamente gli ambiti del parcheggio, con l’aiuto anche di borchie a terra per non intaccare la pavimentazione da inutili strisce verniciate.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto
Glocal
BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail
Il Governo presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    A Mirandola la laicità dello Stato resta un valore? - LA RIFLESSIONE
    La Giunta leghista all'inaugurazione della nuova sede dei Vigili Urbani ha invitato un cardinale anticomunista. Attorno a lui si è svolta gran parte della cerimonia[...]
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    Modena Motor Gallery, una scommessa vinta
    La manifestazione motoristica torna a far battere forte il cuore degli appassionati e dei semplici curiosi[...]
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Pit, dalla Spagna a Modena, cane antidroga al servizio della Polizia Locale
    Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli al Comando per augurare buon lavoro alla nuova Unità cinofila che sarà impiegata anche nell’ambito del progetto Scuole sicure[...]
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    Consiglieri comunali indisciplinati a Finale, la reprimenda del presidente Saletti
    In nemmeno un anno che siede sullo scranno più importante dell'assise ne ha visto di tutte i colori[...]
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    La compagnia delle Mo.re torna in scena: da Nonantola, Ravarino e Bomporto ai teatri emiliani
    Il cast è formato da ragazzi e ragazze,guidati dal fondatore Maicol Piccinini, di Nonantola[...]
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Le immagini più belle di #EViaggioItaliano, il tour nazionale su veicoli elettrici
    Il progetto che rilancia il turismo sostenibile per valorizzare il patrimonio enogastronomico, culturale e imprenditoriale italiano[...]
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Da Berlino a Finale per visitare le Meleghine
    Paolo Saletti ha condiviso sul proprio profilo Facebook un incontro curioso e inaspettato avvenuto durante un sopralluogo alle Meleghine[...]
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Alessandro Bergonzini, la passione per la storia al servizio della narrazione
    Intervista all'autore di Camposanto de "Nel giardino della salamandra" e "Naamah"[...]
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Il coraggio di cambiare lavoro, la storia di Arianna Gamberini
    Si è messa in proprio come consulente di immagine lasciando il posto da dipendente: l'esperta di lavoro Francesca Monari l'ha intervistata[...]