Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Discarica Finale Emilia, Gibertoni e Fabbri scrivono ai Ministri dell’ambiente e della salute

Una lettera per sostenere il “no” che il Comune di Finale Emilia ha espresso nella Conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto di ampliamento della discarica in località Canaletto. Lo hanno fatto i consiglieri regionali Giulia Gibertoni (M5S) e Alan Fabbri (Lega) rivolgendosi ai ministri dell’Ambiente Sergio Costa e della Salute Giulia Grillo.

Nella missiva i consiglieri ripercorrono il progetto e le ragioni che hanno portato l’Amministrazione a dichiararsi contraria. Infine, chiedono ai dicasteri di farsi interpreti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della volontà del Comune. Questo il testo della lettera:

Egregi Ministri,

nella Conferenza di servizi, inerente l’approvazione del progetto di ampliamento della discarica, ubicata in località Canaletto via Rovere n. 18/A del Comune di Finale Emilia, facendosi portavoce della volontà della comunità locale, l’amministrazione comunale di Finale Emilia ha espresso il proprio dissenso motivato in merito al progetto che consiste nella realizzazione di un’operazione di landfill mining della discarica, già esistente ed attualmente in fase di gestione post operativa, e l’ampliamento della discarica, appunto già in passato in coltivazione, per ottenere una volumetria aggiuntiva di 1.860.000 metri cubi, in cui smaltire, complessivamente, circa 1.488.000 ulteriori tonnellate di rifiuti.

Molteplici e pienamente condivisibili sono le ragioni sottese a tale scelta dell’amministrazione comunale, dalla criticità idraulica, come emerge dall’esame della Tavola 2.3.1 della Variante Generale del PTCP, infatti il sito della discarica di Finale Emilia ricade in un territorio classificato “A3 – Aree depresse ad elevata criticità idraulica aree a rapido scorrimento ad elevata criticità idraulica (Art.11)”, per la presenza di un nodo di criticità idraulica sul canale Dogaro Uguzzone Superiore (alla confluenza con lo Scolo Raimondo) che delimita l’area della discarica a est, mentre a nord si trova la fossa Vigarana e il Canale Diversivo di Burana, al rischio sismico, come già ampiamente dimostrato dagli intensi eventi sismici del maggio 2012, dall’aumento dell’inquinamento dell’aria, in una zona già problematica a questo riguardo sia per le caratteristiche naturali sia per ragioni antropiche, dovuto all’incremento notevole di traffico di mezzi pesanti (dell’ordine di 40-45 automezzi pesanti al giorno, per arrivare ad oltre il doppio negli anni di maggiore attività della discarica), ai profili di pericolosità anche dal punto di vista dell’inquinamento delle acque (acque meteoriche di dilavamento superficiale, acque superficiali, acque di falda e loro interferenze con il percolato e la sua rete di raccolta e gestione), tanto è vero che esiste già una rete di piezometri, più volte rimodulata ed ampliata negli anni scorsi, e con il superamento dei livelli di guardia dei parametri marker (quali solfati, nitriti, nichel, arsenico e cromo).

Se si esamina accuratamente il progetto (si parla di 25 mila tonnellate annue di rifiuti urbani e fino a 125 mila tonnellate annue di rifiuti speciali) è evidente, il collegamento e la finalizzazione della discarica di Finale Emilia e del suo eventuale allargamento, non tanto agli interessi ed alle esigenze dei cittadini e delle aziende del territorio finalese, ma a quanto potrebbe sembrare piuttosto agli interessi della multiutility Hera (anche in termini di remunerazione degli investitori), interessi collegati al mercato dello smaltimento dei rifiuti speciali e agli interessi degli amministratori locali del passato, forse non in grado di governare correttamente il bilancio comunale e quindi bisognosi degli eventuali proventi compensativi provenienti da Feronia s.r.l., cioè dalla società che gestisce la discarica e che è partecipata al 70% da Herambiente S.p.A. (società del Gruppo Hera)).

Non sembra corretto voler far passare questo progetto come un vincolo già stabilito dalla pianificazione regionale in materia di rifiuti.

Infatti, il rispetto sostanziale del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti (PRGR) vigente è, invece, traducibile nella riduzione prioritaria della produzione dei rifiuti e nella massimizzazione delle operazioni di recupero di quelli prodotti, per rendere superfluo o quanto meno minimo il ricorso allo smaltimento a partire dal conferimento in discarica, infatti, all’interno del PRGR, tra gli Obiettivi ed Azioni di Piano, si prevede che “l’attuazione delle politiche di riduzione della produzione e di incremento quali-quantitativo della raccolta differenziata determineranno una progressiva riduzione del fabbisogno di impianti di trattamento e smaltimento quali: trattamento meccanico–biologico; di termovalorizzazione e nelle discariche”, di conseguenza “non è pertanto necessario realizzare nuovi impianti di smaltimento, bensì prevedere il miglioramento dei livelli prestazionali di alcuni degli impianti già esistenti (con eventuali adeguamenti dovuti alle modifiche normative introdotte) e la progressiva dismissione di altri”.

Alle considerazioni precedenti va aggiunta, infine, quella più importante, cioè la necessità di rispettare un principio di equità nel trattamento delle comunità locali. Il territorio di Finale Emilia rischia di diventare una sorta di “polo pattumiera” all’interno del territorio regionale, sia per la presenza della preesistente discarica, già in fase post operativa, sia per la concentrazione di impianti legati al ciclo dei rifiuti o comunque decisamente impattanti sia sulla salute pubblica che sull’ambiente.

E’ di queste ragioni, dei cittadini di Finale Emilia, che vi chiediamo di farvi latori presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del procedimento di cui all’articolo 14 quater, comma 3, della legge n. 241 del 1990 per il dissenso espresso nella conferenza di servizi inerente l’approvazione del progetto di ampliamento della discarica ubicata nel Comune di Finale Emilia (MO).

LEGGI ANCHE:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]