SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Giugno mese caldo ma non rovente, i dati dell’Osservatorio Geofisico

Un mese di giugno con temperature non da record, di 24.1°C di media, ma che comunque si colloca per quanto riguarda Modena tra i primi 9 della storia di questa città. Questo quanto rilevato dall’Osservatorio Geofisico del DIEF – Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore che ha calcolato precipitazioni per 63.7 mm. Più bassa la temperatura media in periferia di Modena (23.2°C) e a Reggio Emilia (23.1°C). Il caldo oltre i 30°C proseguirà ancora qualche giorno, ma stando alle previsioni si interromperà a inizio della prossima settimana.

Il mese di giugno appena concluso entra nella classifica dei mesi di giugno più caldi con 24.1 ° C di temperatura media a Modena presso la stazione di Piazza Roma, dove da 188 anni si raccolgono con rigore scientifico informazioni meteo-climatiche..

 

E’ quanto hanno rilevato i tecnici dell’Osservatorio Geofisico del DIEF – Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore. Nella classifica dei mesi di giugno più caldi, quello di quest’anno si colloca al 9° posto. Distanti i record assoluti, 2003 con 27.5°C e quello dello scorso 2017 con 26.1°C. Notevole pure il caldo del giugno 2012 con 25.7°C.

 

“Apparentemente, – afferma Luca Lombroso dell’Osservatorio Geofisico di Unimore –  i frequenti temporali potevano far pensare a un giugno fresco, ma così non è a testimonianza di una “nuova normalità” del clima. Fino al 2000, questo giugno 2018, sarebbe stato quasi da record, poco distante dai caldi mesi di giugno 1931 (24.4°C ) e 1945 (24.3°C), unici due anni del secolo scorso dentro ai primi dieci mesi di giugno più caldi”.

 

Nel mese di giugno sono stati molti i temporali per un totale di 8 giorni con precipitazioni: i 63.7 mm nel mese di giugno 2018 si scostano di poco dai 60.3 mm attesi dalla climatologia ufficiale, che si rifà alla media del trentennio 1981-2010.

 

La stazione climatica del Campus del DIEF, sempre a Modena, ma in periferia, ha registrato una temperatura media di 23.2°C e piogge invece più abbondanti a causa di un paio di temporali molto forti e localizzati che hanno portato 112.3 mm. A Reggio Emilia la stazione climatica, collocata al Campus universitario San Lazzaro, ha registrato una temperatura media è stata di 23.1°C, con 94.1 mm complessivi di precipitazioni.

 

“Un mese – prosegue Luca Lombroso di Unimore –  insomma che potremmo definire “caldo temporalesco”, con giornate sopra la media climatologica. Non vi sono stati gli eccessi dello scorso anno, ma la “nuova normalità” vede prevalere nettamente le anomalie calde sulle anomalie fredde. E l’accumulo di calore in atmosfera, nel suolo, nelle acque e nei mari non vi è dubbio che gioca un ruolo importante nel rendere più intensi i temporali. Può sembrare strano, ma per giugno 8 giorni oltre i 30°C in Osservatorio con giorno più caldo a 34°C il 30 giugno, 13 “giorni caldi” over 30°C a Modena Campus con un picco di 35.2° e 15 a Reggio Emilia, dove si sono addirittura raggiunti 36.4°C, erano in un passato non troppo lontano più tipici per il mese di luglio”.

 

Previsioni

 

Prosegue il caldo con temperature sui 32°C nel fine settimana, mentre ci sarà una lieve diminuzione ad inizio della prossima settimana, che renderà più piacevoli le giornate con valori entro i 30°C. Atteso un probabile momentaneo aumento a metà settimana verso i 34-35°C, ma dovrebbe essere breve e non l’inizio di una vera ondata di caldo. I temporali, potranno comparire, come sempre improvvisi, “insomma – conclude Luca Lombroso – prosegue un caldo moderato e più che sopportabile, a tratti temporalesco”.

Rubriche

Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto
Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    E a Finale Emilia via Salde Entrà diventa Via Buca
    E a Finale Emilia via Salde Entrà diventa Via Buca
    E' arcinota per le condizioni in cui versa: smottamenti, piccole frane e buche fanno compagnia a residenti e imprenditori da mesi.[...]
    Fuma marijuana e coi Carabinieri esulta perchè è negativo all'alcoltest
    Fuma marijuana e coi Carabinieri esulta perchè è negativo all'alcoltest
    A un19enne modenese è stata ritirata la patente di guida e sequestrata l’auto.[...]
    Lo stupore dei bimbi della scuola di Bastiglia davanti alla nascita dei pulcini
    Lo stupore dei bimbi della scuola di Bastiglia davanti alla nascita dei pulcini
    Progetto didattico alla scuola paritaria Santa Maria Assunta[...]
    La signora Leonilda di Novi compie 101 anni
    La signora Leonilda di Novi compie 101 anni
    E arrivata a un traguardo importante, unico e raro.[...]
    Senza patente e assicurazione, fa mandare le multe a sua sorella fingendosi lei
    Senza patente e assicurazione, fa mandare le multe a sua sorella fingendosi lei
    Una signora di 56 anni è stata denunciata penalmente per sostituzione di persona e sanzionatadi quasi 6 mila euro[...]
    Le vie del tempo, 340 rievocatori si ritrovano per un salto nel passato dal VI secolo A.C. alla II Guerra mondiale
    Le vie del tempo, 340 rievocatori si ritrovano per un salto nel passato dal VI secolo A.C. alla II Guerra mondiale
    Per l'ampiezza del periodo temporale rappresentato e per il numero dei rievocatori, è una manifestazione unica a livello nazionale[...]
    Alla Sala Ibrida interventi chirurgici in diretta con 60 medici da tutta Italia
    Alla Sala Ibrida interventi chirurgici in diretta con 60 medici da tutta Italia
    L’applauso finale dei chirurghi ha dato ragione dell’eccellenza raggiunta e degli sforzi di tutta la popolazione della provincia di Modena a cui si deve questo successo.[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: