SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Aziende agricole, dalla Regione altri 200mila euro per abbattere il costo dei prestiti bancari

Prestiti bancari meno onerosi per le imprese agricole dell’Emilia-Romagna, grazie al sostegno della Regione. Lo annuncia una nota di viale Aldo Moro.

Con la manovra di assestamento del bilancio approvata recentemente dall’Assemblea legislativa, la Giunta regionale ha stanziato ulteriori 200mila euro destinati ad aumentare la dotazione finanziaria di un bando da un milione di euro emanato nel 2017, per contribuire ad abbattere il costo del denaro per il credito di conduzione fino a 1,5 punti in meno rispetto ai tassi correnti di mercato.

Il bando prevede la concessione di un aiuto “de minimis” sotto forma di concorso nel pagamento degli interessi sui prestiti a breve termine, di durata massima fino a 12 mesi, richiesti dai singoli agricoltori attraverso gli Agrifidi, gli organismi di garanzia che operano in agricoltura, per coprire le spese dell’ordinaria gestione aziendale. Lo stanziamento aggiuntivo consentirà così di soddisfare tutte e 1.400 le domande pervenute, per un volume complessivo di oltre 90 milioni di euro di prestiti.

Con successiva delibera la Giunta regionale assegnerà i finanziamenti agli Agrifidi, che seguiranno l’iter burocratico delle domande e provvederanno anche alla liquidazione del contributo all’imprese beneficiarie

Le priorità nella concessione degli aiuti

Nella formazione della graduatoria per la concessione degli aiuti è prevista una priorità a favore delle aziende che nel proprio piano colturale hanno almeno mezzo ettaro di superficie coltivata a pere danneggiate dalla cimice asiatica, l’insetto-killer che sta provocando ingenti perdite soprattutto nelle campagne modenesi; oppure che hanno almeno mezzo ettaro di castagneto, per riparare i danni provocati dalle abbondanti nevicate del novembre scorso. “Corsia preferenziale” anche per le aziende condotte da giovani e quelle situate in aree svantaggiate.

Oltre all’abbattimento del tasso di interesse, i prestiti concessi alle imprese agricole dagli istituti di credito – da un minimo di 6 mila ad un massimo di 150 mila euro – potranno contare sulla garanzia offerta dagli Agrifidi, nonché sulle condizioni di favore ricomprese all’interno delle convenzioni che gli stessi Agrifidi hanno stipulato con le banche.

Dopo le fusioni intervenute negli ultimi anni, il sistema regionale degli organismi di garanzia agricoli è attualmente costituito da tre cooperative che operano a livello interprovinciale: Agrifidi Emilia (Parma e Piacenza); Agrifidi Modena Reggio Ferrara e, infine, Agrifidi Uno Emilia-Romagna per le rimanenti province di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

Rubriche

Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    L'ex sindaco di Medolla Filippo Molinari braccio destro del presidente Bonaccini
    E' diventato capo della segreteria politica del presidente della Regione[...]
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Uno a destra, uno a sinistra: i fratelli Carlo e Giuliano Tassi divisi in Consiglio a Mirandola
    Carlo era uno dei papabili assessori se avesse vinto Ganzerli. Giuliano è tra i fedelissimi della Lega[...]
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Torna su strada la Ferrari 512 Modulo Concept
    Al Concorso d'Eleganza Villa d'Este[...]
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    Emergenza fiumi, ecco cosa succede nel groviglio di Modena Nord - LO SPECIALE
    All'interno dell'area golenale ricade l'importante svincolo autostradale A1 Autosole con l'A22 Autobrennero.[...]
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Il maggio più piovoso da 189 anni
    Lo dice l’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore[...]
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Camion cade nel torrente di montagna, è lì da giorni e perde gasolio in acqua
    Il mezzo era posteggiato in un terreno che è stato eroso dalla piena facendolo precipitare nel torrente, affluente del Secchia[...]
    La Ferrari si fa ibrida, la SF90 Stradale è la più veloce di sempre
    La Ferrari si fa ibrida, la SF90 Stradale è la più veloce di sempre
    Nel nome richiama la Scuderia Ferrari di cui ricorrono i 90 anni[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: