Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Scuola, al via con rischio caos supplenti. La denuncia della Cgil

“C’è molta confusione in questi giorni tra i docenti precari e il personale delle segreterie, in relazione alle modalità con le quali saranno convocati i supplenti per poter garantire il regolare avvio dell’anno scolastico e alla tipologia di contratto che sarà stipulato”.

Così scrive in una nota la Flc Cgil alla vigilia del nuovo anno scolastico che così spiega:

Si tratta di uno stato di confusione generato da scelte del MIUR che reputiamo sbagliate e dannose, a partire dall’allungamento fino al 10 settembre del termine per i docenti che dovevano inserire nelle graduatorie eventuali nuove abilitazioni o specializzazioni sul sostegno. Da ciò scaturiscono, a cascata, le difficoltà e l’incertezza di questi giorni per i docenti e per il personale delle segreterie nonché per i dirigenti che devono stipulare i contratti.

Tutto questo comporta che le operazioni di nomina dei supplenti avverranno in pratica in due fasi: una prima fase con un incarico che potrà risolversi presumibilmente nei primi giorni di ottobre ottenuto per effetto dello scorrimento delle vecchie graduatorie d’istituto 2017/18, e una seconda fase che inizierà con le convocazioni generali, presumibilmente nei primi di ottobre e dopo la ripubblicazione delle graduatorie d’istituto per il 2018/19.

Ecco nel dettaglio cosa accadrà nelle scuole modenesi.

Sulle scuole dell’Infanzia e Primaria quasi tutti i posti comuni disponibili sono stati coperti dai docenti delle graduatorie ad esaurimento.
Rimangono invece scoperti, per tutti gli ordini di scuola, i posti di sostegno, a causa della carenza di docenti che hanno conseguito la specializzazione su questi posti: parliamo di circa 800 posti vacanti che saranno coperti da docenti precari.
Allo stesso modo rimangono scoperte quasi 1.000 cattedre nelle diverse materie di insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Per questo motivo le scuole chiameranno dalle proprie graduatorie di Istituto, ossia quelle non aggiornate del vecchio anno scolastico.

Tutti i posti assegnati in questo modo avranno formalmente durata fino al 30 giugno o al 31 agosto 2019, ma conterranno una clausola risolutoria la quale, secondo quanto disposto dall’art. 41 comma 1 del CCNL Istruzione e Ricerca 2016/18, prevede che “Tra le cause di risoluzione dei contratti a Tempo Determinato vi è anche l’individuazione di un nuovo avente titolo a seguito dell’intervenuta approvazione di nuove graduatorie”.
Le nuove graduatorie saranno appunto quelle che risulteranno dalla chiusura della seconda finestra del 10 settembre scorso.
La complicazione nasce dal fatto che dopo questa data sarà necessario attendere tempi tecnici per la lavorazione e la pubblicazione delle stesse. Una volta pubblicate e disponibili per le scuole, saranno incrociate per poi procedere, analogamente a quanto avvenuto l’anno scorso, alla convocazione generale per l’assegnazione degli incarichi definitivi al 30 giugno o al 31 agosto.

È possibile che chi viene chiamato oggi, dalle vecchie graduatorie, possa rimanere sullo stesso incarico fino alla naturale scadenza del contratto dopo l’approvazione delle nuove graduatorie?
È possibile sì, ma ovviamente non è possibile dare certezze o garanzie su questa eventualità visto che non si è in grado di prevedere tutti i possibili movimenti dalle graduatorie.
Tutta questa incertezza sta generando ovvie preoccupazioni tra i circa 1.800 docenti precari, senza i quali nessuna scuola è in grado di funzionare correttamente e, innegabilmente potrà avere ripercussioni sulla didattica e sugli studenti che rischiano di trovarsi un insegnante da inizio anno fino ai primi di ottobre e un altro diverso da lì alla fine dell’anno.

Ci sembra necessario ribadire che la responsabilità di tutto questo non è da imputare all’Ufficio Scolastico Territoriale di Modena, o alle reti degli ambiti e né tanto meno alle scuole anzi, vogliamo evidenziare l’enorme sforzo, importante e significativo, di tutto il personale che in condizioni chiaramente complicate sta operando per ridurre al minimo i disagi per tutti coloro che, direttamente o indirettamente, sono coinvolti da queste operazioni: i docenti precari, gli studenti e le famiglie in primis.

La responsabilità è da imputare esclusivamente al MIUR che, nonostante fosse stato avvisato dalla Flc/Cgil nazionale delle possibili conseguenze di un allungamento dei tempi, ha scelto ugualmente di procedere con tempi e modalità sbagliate e dannose.
Per contenere il più possibile i disagi, è stato comunque fatto un importante lavoro in questi giorni tra le Organizzazioni Sindacali della Scuola, i referenti delle reti degli ambiti e l’ufficio ambito Territoriale di Modena (USP di Modena): non possono azzerare i disagi e la confusione, ma contribuiscono a ridurne gli effetti negativi.

La Flc/Cgil è sin da ora impegnata ad attivarsi per evitare che la stessa situazione si possa ripetere anche a settembre 2019, cosa che avverrà sicuramente senza un intervento decisivo da parte del Ministero: la scuola non merita questi livelli di approssimazione e di irresponsabilità.

LEGGI ANCHE:

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]