Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Protezione civile, la festa per i 10 anni del Centro unificato provinciale di Marzaglia – LE FOTO

Il Centro unificato provinciale di Protezione civile di Marzaglia compie 10 anni e li ha festeggiati con una giornata di ringraziamento per volontari, enti e operatori e con tante iniziative aperte ai tutti i cittadini. Nel corso dell’evento di oggi è stato anche sottoscritto l’accordo tra il presidente della Regione Stefano Bonaccini e la Prefettura di Modena per trasferire a Marzaglia la Sala Unificata Operativa in caso di emergenza.

Il centro sarà ristrutturato con un intervento di oltre 727 mila euro – 500 mila stanziati dalla Regione, i restanti dalla Provincia di Modena – che prevede una nuova distribuzione degli spazi e opere di adeguamento sismico e di efficientamento energetico degli edifici.

All’iniziativa di Marzaglia hanno partecipato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessora regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo, insieme al sindaco di Modena e presidente della Provincia, Gian Carlo Muzzarelli, alla prefetta di Modena, Maria Patrizia Paba, e al direttore dell’Ufficio volontariato del dipartimento della Protezione civile, Roberto Giarola.

“Il Centro di Marzaglia ha già dato prova di essere un presidio strategico al servizio della comunità nella gestione delle emergenze in un territorio colpito più volte, e duramente, dal sisma al maltempo – ha affermato il presidente Bonaccini – Investire in strutture come queste è fondamentale per renderle ancora più sicure e funzionali ed è una priorità che ci siamo dati come dimostrano i piani che la Regione ha messo punto: un impegno a fianco di Comuni, Unioni e associazioni di volontariato che prevede entro il 2020 uno stanziamento di oltre 9 milioni per rafforzare la rete delle strutture regionali di Protezione civile. Un impegno per la sicurezza che prosegue con gli interventi in corso o in fase di progettazione per il nodo idraulico modenese, oltre 41 milioni di euro complessivi per arrivare il più velocemente possibile alla messa in sicurezza del territorio, facendo bene attraverso una progettazione scrupolosa. Infine, in una giornata come quella di oggi voglio ancora una volta ringraziare a nome dell’intera comunità regionale i nostri tanti volontari di protezione civile: la loro professionalità e disponibilità sono patrimonio di tutti”.

“Il Cup di Marzaglia – ha commentato l’assessora Gazzolo –  ha rappresentato il cuore pulsante della gestione delle calamità avvenute negli ultimi anni, dal terremoto alle alluvioni: nel suo decennale, i nuovi investimenti per potenziarlo si iscrivono in un quadro comune che comprende anche le opere per la maggiore sicurezza del nuovo idraulico modenese. Un unico disegno per rendere le nostre comunità sempre più resilienti”.

Gli interventi nel Centro

Il Centro è stato riorganizzato e ampliato grazie a nuovi edifici comunali, concessi gratuitamente per vent’anni alla Consulta provinciale del volontariato e all’Agenzia per la sicurezza territoriale e di protezione civile. La ristrutturazione degli edifici prevede lavori di adeguamento sismico ­- rafforzamento dei pilastri, allargamento delle fondazioni e collegamento tra gli elementi strutturali principali – e alle norme antincendio del magazzino e dell’autorimessa dove sarà installato anche un impianto fotovoltaico. Saranno inoltre eseguite opere di manutenzione all’interno della palazzina e della casa dell’ex custode dove verrà realizzata una sala server. All’esterno sarà realizzata una nuova pavimentazione e illuminazione, oltre all’installazione di un impianto di videosorveglianza.

Gli interventi per il nodo idraulico modenese

È di oltre 41 milioni di euro, come spiega una nota della Regione, il pacchetto di interventi in corso o in progettazione nella provincia di Modena per le opere di sicurezza del nodo idraulico, colpito dalla tragica alluvione del gennaio 2014. Comprendono nuove risorse per 5 milioni di euro, messe a disposizione dalla Regione e frutto di risparmi su programmi già conclusi. Permetteranno di finanziare tre maxi-cantieri sui fiumi Secchia, Panaro e sul torrente Tiepido.

A metà novembre, inoltre, partirà il secondo stralcio di lavori per la sistemazione delle difese spondali del fiume Secchia, per 12 milioni 800 mila euro.

Il primo, per 6 milioni 770 mila euro, è stato avviato nel mese di luglio lungo il tratto che corre nei comuni di Campogalliano, Modena e Soliera, fino all’attraversamento della linea dell’Alta Velocità ferroviaria (Tav). In tutto sono 115 i cantieri per la messa in sicurezza idraulica conclusi e 65 gli interventi di ripristino delle opere pubbliche terminati nel territorio modenese.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca di Bomporto mette in vendita libri, l'intervista
    La biblioteca, nell'immaginario, è il posto che i libri li salva, non che li dà via. Abbiamo voluto capire di più su questa scelta intervistando Luca Verri, responsabile della biblioteca di Bomporto.[...]
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Giorgia Lupi, da Finale Emilia agli Stati Uniti per trasformare Dati in Opere d'Arte.
    Espone al Museo di Arte Moderna di New York, ed è sua una delle più belle copertine del New York Times. La "designer dell'informazione" si racconta a Francesca Monari[...]
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Prepara per scherzo una torta alla marijuana, in 3 finiscono in ospedale
    Era una "tenerina" portata a casa di amici per festeggiare il Capodanno[...]