Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Spettacoli, letture e laboratori per la nuova stagione di TiPì

Torna a San Felice sul Panaro il teatro partecipato. Contemporaneamente alle letture itineranti de ‘I miserabili’, riprendono gli spettacoli, la lettura e il laboratorio di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto promosso dall’associazione Nahìa e realizzato grazie al contributo del Comune di San Felice sul Panaro, Regione Emilia-Romagna e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.

“Che cos’è la giustizia? Da chi dipende?” è il tema del percorso che si svolgerà ogni sabato pomeriggio di novembre presso la sede dell’associazione ‘Mani Tese’ a Finale Emilia, e al termine del quale verrà realizzato uno spettacolo scritto e interpretato dalla comunità, sempre all’insegna del teatro partecipato.

Una partenza notturna, un pulmino carico di donne, pronte a lasciarsi alle spalle la propria terra per assicurare un futuro ai figli: questo l’incipit de L’estranea di casa, la pièce di Kuziba Teatro / Compagnia Bottega degli Apocrifi che, domenica 4 novembre alle ore 18 all’Auditorium Comunale, costituirà il primo degli spettacoli di TiPì. Di e con Raffaella Giancipoli, lo spettacolo – già vincitore della XVII Edizione del Festival Teatrale di Resistenza – è stato selezionato da un gruppo di spettatori volontari della Bassa fra oltre le duecento candidature al bando nazionale “L’Italia dei Visionari” al quale TiPì ha aderito per il primo anno. Il monologo racconta le due vite di un’unica donna: da un lato la Romania, dove qualcun altro si occupa dei suoi figli; dall’altra l’Italia, dove lei si prende cura degli anziani.

Domenica 11 novembre alle ore 18 andrà invece in scena Santi, Balordi e Poveri Cristi, di e con Flavia Ripa e Giulia Angeloni, la storia di due cantastorie che si danno alla fuga da un circo, nella speranza di liberarsi dei fenomeni da baraccone con i quali si trovavano costrette a convivere. Ognuno dei personaggi che incontreranno nel tentativo di prendere contatto col mondo reale si riveleranno tuttavia ancor più bizzarri degli ex colleghi. Attraverso le storie di questi personaggi strampalati le narratrici tenteranno il tema universale della diversità, in una connubio di affabulazione e musica ispirato alla tradizione popolare.

Orfeo, artista per eccellenza, non si rassegna al dolore, e col suo canto tenta di strappare la sposa Euridice dal regno dei morti: uno tra i più celebri miti di ogni tempo è servito al grande César Brie per riflettere, in Orfeo ed Euridice, su due temi controversi e delicati quali l’accanimento terapeutico e l’eutanasia. Senza offrire risposte, la rappresentazione – vincitrice del bando In-Box 2014 – interroga lo spettatore sulla forza e la grandezza del sentimento d’amore, attraverso la potenza e la poesia del mito, che saranno portate in scena da Giacomo Ferraù e Giulia Viana venerdì 16 novembre alle ore 21.

A chiudere la rassegna sarà invece, domenica 25 novembre alle ore 18, Il vestitino rosso, la lettura a cura di Irma Ridolfini in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’azione si svolge nella Parigi odierna, dove la protagonista vive rinchiusa nel suo piccolo mondo casalingo e si avventura all’esterno solo se protetta e isolata dal burqa. Ma è quando la donna intravede nella vetrina di un negozio un vestitino rosso che il desiderio, sentimento sino ad allora sconosciuto o ignorato, di possedere e indossare quell’abito è la molla capace di far scattare la voglia di emancipazione. Tratta dal racconto “Kant e il vestitino rosso”, la lettura vuole contribuire a stimolare la riflessione sulle oppressioni di cui ancora troppe donne, di qualsiasi cultura, sono vittime.

:“Sarà un novembre intenso a San Felice – commenta Irma Ridolfini, attrice e coordinatrice di TiPì -, gli spettacoli proposti sono stilisticamente molto diversi fra loro e vari sono i temi affrontati, con un’attenzione particolare al teatro civile, ma senza perdere la leggerezza. Siamo poi particolarmente felici del percorso fatto con “L’Italia dei Visionari”, che ci ha permesso di coinvolgere il pubblico nella direzione artistica della rassegna. Infine riprendono, grazie ai contributi ricevuti, i nostri percorsi laboratoriali, che stiamo cercando di aprire davvero a tutti: bambini, giovani, adulti, comprese le comunità di richiedenti asilo della Bassa, grazie alla collaborazione con Mani Tese Finale Emilia”.

Tutti gli eventi della stagione sono ad ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti). Per informazioni e prenotazioni e iscrizioni ai laboratori inviare una mail a progetto.tp@gmail.com o consultare la pagina Facebook TiPì – Stagione di Teatro Partecipato.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]