SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

“Ci sono troppi morti per influenza, i medici facciano vaccinare i pazienti a rischio”

“Ci sono troppi morti per influenza, i medici facciano vaccinare i pazienti a rischio”. E’ il forte appello dell’Ausl di Modena, che chiama in causa anche precise responsabilità deontologiche dopo che la scorsa stagione l’epidemia influenzle  ha fatto morire 5 persone e ha fatto rischiare il decesso ad altri 19 pazienti.  Più di 80 mila persone si sono ammalate: numeri altissimi pe runa piccola provincia come la nostra. Ora è il momento di avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale gratuita per le persone più fragili, tra cui anziani, adulti con più di 65 anni, bambini e pazienti con patologie croniche, donne in gravidanza e operatori sanitari e socio-sanitari.

L’Azienda USL di Modena, insieme a Ordine dei Medici, Federazione dei Medici di Medicina Generale (FIMMG) e Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) di Modena, ribadisce l’importanza della vaccinazione per proteggersi dall’influenza, ormai alle porte. Lo scorso anno – spiega una nota dell’Ausl –  l’epidemia ha colpito 82mila persone in provincia di Modena, con 19 casi gravi e 5 decessi: numeri che evidenziano la sottovalutazione in merito alla sua pericolosità e ai costi sociali, elevatissimi. Proprio per questo la campagna vaccinale ha il duplice obiettivo di proteggere le categorie più a rischio di complicanze, vaccinandole direttamente oppure vaccinando chi sta loro accanto, e garantire il corretto funzionamento dei servizi essenziali, sanità in primis. Tra le iniziative promosse nell’ambito della campagna, infatti, diverse riguardano gli operatori sanitari e socio-sanitari, con l’obiettivo di migliorare il buon risultato raggiunto l’anno scorso: nel 2017 l’Azienda USL ha infatti vaccinato il 38,2% dei propri operatori, raddoppiando in 5 anni la copertura, su una media regionale del 29,6%.

Durante la scorsa campagna antinfluenzale sono state vaccinate 116.384 persone in provincia di Modena, di cui 87.400 tra gli over 64enni, con una copertura del 54,9%, superiore alla media regionale (53,1%). La Regione Emilia Romagna, confrontando le passate epidemie, stima un aumento del 22% circa di persone colpite (+125.000 casi).

Per la nuova campagna è stato effettuato un primo acquisto di 126.000 dosi: sono i Medici di medicina generale e i Pediatri ad effettuare il 97% dei vaccini, confermandosi figure centrali nell’informare e promuovere presso i propri assistiti una maggiore adesione alla vaccinazione. Numerose sono le categorie di persone che, oltre agli ultrasessantacinquenni, hanno diritto alla vaccinazione gratuita: l’attenzione si rivolge infatti anche alle persone portatrici di patologie croniche, alle persone affette da deficit immunitari e da diabete, alle donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, ai familiari e contatti di persone ad alto rischio di complicanze e agli addetti a rilevanti servizi pubblici, tra i quali la sanità.

Le dichiarazioni

Cintori: medici, ruolo cruciale per informare e promuovere il vaccino

Ancora oggi si registrano in Italia migliaia di morti dovute a complicanze cardiopolmonari post-influenzali – spiega il Segretario Federazione Italiana Medici Medicina Generale di Modena Dante Cintori –. È ormai chiaro che nelle persone con più di 64 anni, nei pazienti con patologie cardiovascolari, in quelli affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva, nei pazienti diabetici e in quelli con deficit immunitari, a fianco delle terapie mediche la vaccinazione è fortemente indicata. Come segretario provinciale dei Medici di Famiglia voglio quindi ricordare ai miei colleghi il ruolo cruciale che abbiamo, come medici, nell’informazione e nella corretta promozione del vaccino a tutti i nostri assistiti”.

Zennaro: vaccini controllati e garantiti, no a false informazioni

“L’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Modena – precisa il Presidente Mauro Zennaro – ritiene necessario sanare la frattura che ancora esiste tra la scienza e alcune credenze. I vaccini sono presidi fondamentali severamente controllati e garantiti riguardo i profili di sicurezza proprio perché predisposti alla popolazione sana o potenzialmente fragile come neonati e anziani. Nessun dato scientifico li correla a effetti negativi come talora viene espresso da una informazione priva di fondamenti”.

Cionini: su bambini e gravide coperture troppo basse

“La vaccinazione antinfluenzale – sottolinea Roberto Cionini, Pediatra di Libera scelta – viene proposta gratuitamente e su chiamata attiva ai bambini affetti da patologie croniche, ma le coperture sono ancora vergognosamente basse (18-20%): ciò pone un serio interrogativo di coscienza a tutti gli operatori sanitari dell’Area pediatrica e richiede con forza un intervento educativo di sensibilizzazione e promozione anche verso gli operatori sanitari. Sottolineo inoltre l’importanza del vaccino nelle donne in gravidanza (2°-3° trimestre): l’influenza può causare gravissime complicanze a carico del feto e delle stesse donne, a fronte di effetti collaterali della vaccinazione assolutamente irrilevanti e della possibilità di dare una copertura anticorpale specifica ai neonati nei primi 6 mesi di vita extrauterina”.

Annicchiarico: vaccinazione degli operatori è una responsabilità deontologica

“La vaccinazione degli operatori sanitari e di chi opera nell’ambito dei servizi di pubblica utilità – all’interno della più generale campagna antinfluenzale – presenta un connotato deontologico, in ordine alla responsabilità che i professionisti della sanità hanno rispetto ai propri pazienti di proteggerli e non essere essi stessi veicolo di contagio – aggiunge il Direttore generale dell’Azienda USL Massimo Annicchiarico –. A questa si associa la possibilità di garantire attraverso la prevenzione dell’influenza negli operatori sanitari anche il pieno funzionamento dei servizi in un momento di particolare bisogno”. 

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Mirandola, sulla porta di casa trova un serpente lungo un metro
    Solo un grande spavento per l'uomo che l'ha trovato, ma il biacco è innocuo[...]
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Si fanno a Soliera i video Youtube di Alle Tatoo diventati virali
    Ha ospitato anche un idolo dei più giovani, il gamer GaBBoDSQ, che ha formato il tatuaggio di un suo fan[...]
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Da Finale Emilia a Tu Si Que Vales c'è Federico Tassini
    Su Caanale 5 una riduzione del grandioso spettacolo su Leonardo da Vinci che ha fatto vincere a Federico e compagni il campionato del mondo di pattinaggio[...]
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Per Skipass a Modena il trampolino più grande mai costruito in Italia
    Svetta nell'area esterna del quartiere fieristico l'imponente trampolino, 46 metri di altezza e 130 metri di lunghezza, il più grande mai costruito in Italia[...]
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: