SulPanaro Expo SulPanaro Expo

I sindacati promuovono il bilancio dell’Unione comuni Area Nord

I sindacati promuovono il bilancio dell’Unione comuni Area Nord. Ecco il testo del comunicato stampa comgiunto

Cgil Cisl e Uil dell’Area Nord hanno promosso nei giorni scorsi un incontro, nell’ambito della contrattazione sociale territoriale, che dà seguito al confronto in essere con l’Unione dei Comuni modenesi Area Nord, per affrontare il tema del Bilancio 2018/2019. Una manovra che per i 9 comuni del territorio supera già i 30 milioni di euro l’anno, di cui un terzo per spese di personale. Cgil Cisl e Uil apprezzano l’impegno per il rafforzamento del ruolo dell’Unione che porta con sé un necessario processo di riorganizzazione interna, a seguito delle nuove competenze conferite, in particolare in ambito sociale.
Dietro i numeri si legge un impegno concreto legato ai servizi scolastici ed educativi, alla cura degli anziani, ai disabili, alla cultura e al sostegno delle famiglie in difficoltà, oltre ad investimenti tecnologici per la sicurezza.
Il quadro di incertezze in cui si muove l’Unione dei comuni deve fare i conti con gli importi dei trasferimenti nazionali e spesso deve rimodulare alcuni degli interventi essenziali per la vita quotidiana delle persone. Con l’obiettivo di formulare un quadro certamente non esaustivo degli interventi promossi e del lavoro svolto sul tavolo sindacale, citiamo alcune delle voci di bilancio più significative.
L’Unione impegna oggi 1.250.000 euro, un importo in crescita rispetto al 2018 di oltre 100.000 euro, a sostegno all’handicap nella scuola primaria e altri 600.000 euro nelle scuole superiori del distretto, mentre per i minori inseriti in comunità l’aumento previsto porta la spesa complessiva a 800.000 euro.
Sempre in tema di strutture, si registra un ulteriore finanziamento che si attesta sui 500.000 euro in favore dei laboratori protetti, mentre per i centri disabili se ne spendono altri 350.000.
Alla tutela degli anziani va l’impegno di spesa maggiore, sia per garantire la fruibilità delle strutture protette e quelle diurne, i ricoveri di sollievo, l’assistenza domiciliare, gli assegni di cura, i centri socio/riabilitativi, i microalloggi e i trasporti, sia per dare risposte alla non autosufficienza, per un importo di oltre 2.900.000 di euro.
I fondi a cui tante famiglie e persone in difficoltà accedono quotidianamente, sempre oggetto della contrattazione territoriale, riguardano il Fondo Povertà finanziato con 250.000 euro nel 2018, aumentato con uno stanziamento una tantum di 90.000 euro, da parte della Regione Emilia Romagna, per il potenziamento dei servizi diretti come lo Sportello Sociale.
Il Fondo sociale locale, storicamente previsto per venire incontro a situazioni di crisi, ammonta ora a 700.000 euro a cui si aggiunge un finanziamento di 180.000 euro, derivante dal contributo della Cassa di Risparmio di Mirandola.
All’Unione e alle Organizzazioni Sindacali spetta inoltre il compito di regolamentare l’uso degli strumenti legislativi di recente introduzione nazionale e regionale, nell’ottica di garantire l’uso efficace e soprattutto equo delle risorse.
Parliamo di misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito (RES/REI e Legge regionale 14/2015), indispensabili per il reinserimento lavorativo e l’inclusione sociale. Attraverso l’implementazione dei Piani Sociali di Zona, questi strumenti producono un risultato in Area Nord in favore di 360 cittadini e per questo confidiamo sul fatto che non vengano cancellate dalla prossima legge di Bilancio 2019.
Le politiche giovanili riguardano l’adesione al servizio civile, l’educazione territoriale per prevenire le situazioni di disagio, ma anche la promozione delle attività di volontariato presso i giovani tanto sostenuta dalla Regione. Per quanto riguarda i servizi educativi e scolastici non va dimenticata la fondamentale attività dei Nidi d’Infanzia, da oltre 40 anni politica attiva di questo territorio a sostegno dell’occupazione femminile. In costante crescita è l’impegno per favorire la frequenza scolastica dei bambini e dei ragazzi disabili.
Completa il quadro degli interventi la destinazione degli alloggi di edilizia popolare che nel territorio riguardano 530 cittadini italiani e 230 cittadini extra Unione Europea. Non manca neppure il sostegno al volontariato, così diffuso e importante per tutta l’area, il cui coinvolgimento riguarda molti settori della vita delle comunità dell’Area Nord, in cui le associazioni partecipano attivamente, sopratutto nella gestione dei servizi al cittadino.
Nel suo complesso il percorso avviato serve per dare maggiore sicurezza sociale e affermare un’idea di sviluppo condiviso di un territorio in costante crescita anche organizzativa, dal carattere fortemente operativo che dovrà continuare mantenendo alto il livello di confronto con le Organizzazioni Sindacali e con l’obiettivo di garantire la coesione sociale in tutte le sue componenti.
Massimo Tassinari, Cgil Area Nord
Carlo Preti, Cisl Emilia Centrale Area Nord
Enio Superbi, Uil Modena e Reggio Emilia Area Nord

Rubriche

Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto
Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Prelievi col bancomat fatti a sua insaputa, poi la scoperta: il ladro è un suo dipendente
    Prelievi col bancomat fatti a sua insaputa, poi la scoperta: il ladro è un suo dipendente
    "Non è possibile, non posso essere stato io ad avere preso tutti questi soldi dal bancomat". E stavolta aveva ragione.[...]
    Ai domiciliari non ci vuole stare: "Meglio il carcere, almeno lì si mangia"
    Ai domiciliari non ci vuole stare: "Meglio il carcere, almeno lì si mangia"
    Con queste parole una donna di San Giovanni in Persiceto, in regime di domiciliari, si è rivolta ai Carabinieri[...]
    E a Reggiolo nasce la guida multimediale gratuita via app
    E a Reggiolo nasce la guida multimediale gratuita via app
    Si chiama "Reggiolo in cuffia" ed è il progetto realizzato da alcuni ragazzi del luogo. E chissà che non possa essere uno spunto per la nostra Bassa...[...]
    Un mirandolese fra i romanisti: "Bighina" Benatti, lo... straniero in giallorosso
    Un mirandolese fra i romanisti: "Bighina" Benatti, lo... straniero in giallorosso
    Dalla testata "Il Romanista" rispunta una curiosità calcistica che riguarda un campione d'antan nato nella Bassa[...]
    Quel filo di solidarietà tra Kathmandu e Finale Emilia - LA STORIA
    Quel filo di solidarietà tra Kathmandu e Finale Emilia - LA STORIA
    Intervista ad Antonella Diegoli, l'insegnante di Finale che è appena stata in Nepal per portare gli aiuti raccolti nella Bassa[...]
    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Apertura prevista nella primavera 2020, su un'area di oltre duemila metri quadri[...]
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Enfant prodige salì sul podio ad appena 24 anni, dirigendo numerose opere italiane nei più importanti teatri del mondo.[...]
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    Giornata difficile per il ghiaccio e la nebbia nella Bassa[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: