SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Cancro al rene, una scoperta dell’Università per la diagnosi precoce

Un’importante scoperta scientifica condotta da ricercatori Unimore, in collaborazione con colleghi svedesi e statunitensi, è destinata a far compiere decisivi progressi per quanto riguarda una terribile patologia, il carcinoma renale a cellule chiare. Lo rende noto un comunicato dell’Università.

Il gruppo di ricercatori del Laboratorio di Biochimica e Glicobiologia del Dipartimento di Scienze della Vita, coordinato dal prof. Nicola Volpi, ha individuato un biomarcatore sensibile e specifico nel rilevamento del carcinoma, minimamente invasivo, che consentirà la diagnosi precoce, la previsione e la sorveglianza delle recidive in questa forma di cancro.

Lo studio, iniziato nel 2016 e concluso nel 2018, vede protagonisti il gruppo di ricerca del Laboratorio di Biochimica e Glicobiologia del Dipartimento di Scienze della Vita di Unimore, costituito dalla dott.ssa Francesca Maccari, dal dott. Fabio Galeotti, dalla dott.ssa Veronica Mantovani e dalla dott.ssa Federica Capitani e coordinato dal prof. Nicola Volpi.

Lo studio, per la sua rilevanza scientifica, ha raccolto l’interesse dell’importante rivista europea di oncologia urologica “European Urology Oncology”, edita dall’Associazione Europea di Urologi, che ha pubblicato i risultati della ricerca dedicandogli un articolo intitolato “Plasma Glycosaminoglycans as Diagnostic and Prognostic Biomarkers in Surgically Treated Renal Cell Carcinoma” (I glicosaminoglicani plasmatici come biomarcatori diagnostici e prognostici nel carcinoma renale a cellule chiare trattato chirurgicamente).

“Il nostro studio – precisa il prof. Nicola Volpi di Unimore – riporta la possibilità di usare i glicosaminoglicani circolanti nel plasma, biomolecole molto complesse dal punto di vista della struttura, per diagnosticare accuratamente la presenza di carcinoma renale metastatico a cellule chiare. Inoltre, la presenza di queste molecole correla con la prognosi di questa forma tumorale e quindi con il probabile andamento della malattia dopo trattamento chirurgico”.

Il carcinoma renale a cellule chiare è la forma più comune di cancro al rene ed è il nono tipo di cancro più frequente nel mondo occidentale producendo circa 90.000 morti a livello globale ogni anno. Ad oggi, non esiste possibilità di diagnosticare precocemente questo tipo di cancro che è in gran parte asintomatico. Inoltre, si stima che al momento della diagnosi il 20-40% di tutti i casi siano già allo stadio metastatico, che è considerato invariabilmente incurabile. Il trattamento chirurgo viene generalmente effettuato su pazienti non metastatici. Tuttavia, circa il 20% di tutti questi casi manifesta recidiva entro 5 anni dall’intervento chirurgico, presentando metastasi con ulteriori cure limitate.

In questo studio, i ricercatori modenesi hanno valutato se i glicosaminoglicani plasmatici possono rappresentare un marker sensibile e specifico nel rilevamento del carcinoma renale a cellule chiare e se sono in grado di rilevare il carcinoma nelle fasi iniziali, oltre che prevedere la sua recidiva dopo intervento chirurgico.

Lo studio è stato effettuato in conformità con le linee guida STARD e REMARK e registrato con numero NCT03471897 su ClinicalTrial.gov. In totale sono stati arruolati 218 pazienti affetti da cancro al rene a cellule chiare prima dell’operazione e dopo trattamento chirurgico. Dopo esclusione dei soggetti non rispondenti ai criteri di selezione, sono stati inclusi nello studio 194 pazienti.

“I risultati ottenuti – conclude il prof. Nicola Volpi di Unimore – dimostrano che i glicosaminoglicani sono biomarcatori diagnostici e prognostici altamente sensibili in grado di garantire la diagnosi precoce, la previsione e la sorveglianza delle recidive in questa forma di cancro”.

Questo studio segue un primo lavoro dal titolo “Glycosaminoglycan Profiling in Patients’ Plasma and Urine Predicts the Occurrence of Metastatic Clear Cell Renal Cell Carcinoma” pubblicato nel 2016 sulla prestigiosa rivista Cell Reports.

La determinazione dei glicosaminoglicani plasmatici sviluppata nel Laboratorio di Biochimica e Glicobiologia del Dipartimento di Scienze della Vita, sta permettendo al dott. Francesco Gatto, che attualmente lavora alla Chalmers University of Technology di Göteborg (Svezia), primo autore del lavoro, di sviluppare un test diagnostico in grado di individuare precocemente vari tipi di cancro e di predirne l’evoluzione con l’obiettivo di curarli nelle prime fasi quando i trattamenti disponibili sono più efficaci.

Questi studi sono valsi al dott. Francesco Gatto l’importante riconoscimento “Innovators under 35 Europe 2018” da parte della rivista MIT Technology Review.

Rubriche

Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto
Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchFederico Tassini da Finale Emilia vince il campionato del mondo col Roma Roller Team

    Curiosità

    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Apertura prevista nella primavera 2020, su un'area di oltre duemila metri quadri[...]
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Enfant prodige salì sul podio ad appena 24 anni, dirigendo numerose opere italiane nei più importanti teatri del mondo.[...]
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    Giornata difficile per il ghiaccio e la nebbia nella Bassa[...]
    Cellulari, portafogli e computer: ecco cosa perdiamo più spesso
    Cellulari, portafogli e computer: ecco cosa perdiamo più spesso
    Numerose le restituzioni degli oggetti ai legittimi proprietari, trovati da persone di tutte le età ma con lo stesso senso civico. [...]
    Rivoluzione nell'editoria, scade il copyright dei grandi autori del Novecento
    Rivoluzione nell'editoria, scade il copyright dei grandi autori del Novecento
    Una volta entrato nel pubblico dominio, un libro potrà essere riprodotto, stampato, prodotto in audiolibro o in edizione digitale, perfino modificato [...]
    Leonardo, ultimo nato in provincia a Mirandola, dà il benvenuto al 2019 con mamma e papà
    Leonardo, ultimo nato in provincia a Mirandola, dà il benvenuto al 2019 con mamma e papà
    Venuto alla luce con parto spontaneo, è stato accolto da mamma Beatrice, 24 anni e papà Gianluca di 32 anni, residenti a Medolla.[...]
    Le 10 notizie più curiose del 2018
    Le 10 notizie più curiose del 2018
    Una classifica un po' particolare[...]
    Un cenone che costa 1000 euro chez Bottura. Ecco cosa si mangerà
    Un cenone che costa 1000 euro chez Bottura. Ecco cosa si mangerà
    Le anticipazioni parlando di un menù a nove portate[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: