Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Il Comitato Ospedale invita a far presenza in Consiglio: si discute del Santa Maria Bianca

MIRANDOLA – Appuntamento nel pomeriggio del 27 dicembre, alle ore 18.30, in Consiglio comunale a Mirandola dove si parlerà dell’ospedale cittadino. L’invito a partecipare è rivolto ai cittadini dal comitato Salviamo l’ospedale della Bassa che porta avanti una battaglia per valorizzare il nosocomio di Mirandola. Ecco cosa scrive il suo portavoce Ubaldo Chiarotti.

Ospedale d’area-Carpi e ospedale di prossimità-Mirandola

Un ospedale d’area come è stato classificato il Ramazzini deve rivolgersi ad una massa di almeno 150.000 cittadini, ma Carpi con le Terre D’Argine arriva a 104.000, allora come fa ad essere classificato di area? Semplice, nel 2011 hanno stabilito a Modena che Carpi doveva diventare il riferimento anche per l’UCMAN con i suoi 87.500 abitanti, declassando l’ospedale di Mirandola e ripetendo all’infinito che presto si sarebbe costruito l’OSPEDALE UNICO BARICENTRICO UCMAN-TDA, così per la gente dell’UCMAN si è indorata la pillola….. anche se era così distante il Ramazzini comunque vista la sua fatiscenza, a breve si sarebbe dovuto costruirne uno nuovo comodo a tutti.

Ora quest’estate è esplosa la questione fatiscenza del Ramazzini e i carpigiani si sono mostrati nella loro vera veste, non ci pensano nemmeno all’OSPEDALE UNICO BARICENTRICO UCMAN-TDA, vogliono, pretendono un nuovo Ramazzini ma senza neanche ipotizzare di spostarsi verso Cavezzo; la viabilità per loro è troppo disagiata, tutt’al più possono spostarsi un pochino fuori le mura, ma verso Campogalliano, a S.Croce. Per tutti gli altri cittadini dell’AREA NORD, la stessa viabilità disagiata per loro, DEVE andare invece benissimo, anche se da S.Mart. Sp. distano 50 km, come da Finale e Camposanto circa.

Perché ora Bellelli il Sindaco di Carpi e Benatti il Sindaco di Mirandola hanno bisogno di un mandato dei rispettivi consiglli comunali e dell’UCMAN che permetta loro di andare a Bologna a trattare per la costruzione del NUOVO OSPEDALE RAMAZZINI DI CARPI? Semplice, finchè resta in piedi il vecchio Ramazzini, può anche rimanere dove si trova in centro a Carpi, ma nel momento che si decide di costruirne uno nuovo di AREA, esso deve essere accessibile in modo equo ai 104.000 cittadini delle TDA e agli 87.500 dell’UCMAN. Ma se i carpigiani lo vogliono a Carpi, come si fa? Si chiede una deroga in regione alla legge Lorenzin del 2015 e si costruisce un ospedale di AREA di Carpi, ma tutto questo ha bisogno dell’appoggio del Sindaco di Mirandola, che è anche assessore alla sanità per l’UCMAN, il quale promette vagamente senza nessuna specifica che in tal modo sarà potenziato anche il S.Maria Bianca di Mirandola. Senza specificare quanti primari avremo, quante specialità, quanti posti letto. In pratica il nostro Sindaco si vuole ora fregiare di salvare l’OSPEDALE DI MIRANDOLA, ma ci garantisce solamente di salvare una struttura poliambulatoriale, non un ospedale.

Dobbiamo dire a gran voce che ciò è inaccettabile perché l’AREA VASTA a nord della Provincia di Modena è il territorio UCMAN, completamente disagiato verso Carpi e verso Modena, Mirandola è geograficamente e storicamente il cuore di questa area vasta e per questo si erano chiusi gli ospedali di Concordia, San Felice e Finale, negli anni novanta, per costruire un nuovo OSPEDALE UNICO DELLA BASSA, realizzato nei primi 4 dei 7 piani previsti. La Regione e la Provincia se pensano di dare una deroga per il Ramazzini con 104.000 cittadini serviti, abitanti a circa 20 km dal Policlinico, allora a maggior ragione dovranno prepararsi a concedere una deroga per il S. Maria Bianca di Mirandola che serve 87.500 abitanti, ma infinitamente più disagiati per la grande lontananza dal Policlinico e da Baggiovara.

Dovranno ritornare al PAL precedente dove Mirandola e Carpi assieme a Sassuolo e Pavullo erano di pari livello.

Sarebbe bene che i nostri Sindaci UCMAN si preoccupassero di partecipare alle sedute del CTSS dove si decidono i sacrifici in campo sanitario per tutti noi cittadini, non possono dare un mandato di trattare a nome di tutti al solo Sindaco di Mirandola che tra pochissimi mesi non siederà più in consiglio, non essendo più rieleggibile, mentre Bellelli si potrà fregiare dell’assenso di questo territorio e costruirà l’OSPEDALE NUOVO DI CARPI, obbligando noi ai sacrifici di trasferimento.

.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Ecco le novità della legge di Bilancio 2020
Tra le nuove misure, c'è il bonus facciateleggi tutto
Consigli di salute
Piorrea o parodontite: cause, sintomi e rimedi
Se non adeguatamente trattata, porta alla progressiva perdita dei denti a causa del riassorbimento dell’osso e del tessuto gengivale da cui sono sostenuti.leggi tutto
Glocal
La mafia non può rubarci il futuro
"La mafia è una montagna di merda” scriveva Giuseppe Impastato, meglio conosciuto come Peppino, poco prima di essere assassinato per le sue intense e forti posizioni contro la mafia.leggi tutto
Consigli di salute
La Salute viaggia sul Web. Oltre il 75% degli Italiani s'informano su Google e sui Social
Le persone sono più autonome nella ricerca attiva di informazioni legate al benessere e alla saluteleggi tutto
Glocal
La responsabilità sociale fa bene ai conti aziendali
Il 74% degli italiani privilegia marchi aziendali che portano avanti azioni di valorizzazione delle diversità.leggi tutto
Glocal
L'economia del turpiloquio
Viviamo in una società dove il turpiloquio viene fin troppo (ab)usato come strumento per umiliare, opprimere e calpestare il prossimo, e che ha assunto un ruolo preponderante nella comunicazione tra gli individui.leggi tutto
Glocal
LA PAROLA AI MANAGER: l'Innovation Manager
Da alcuni giorni è stato pubblicato l’elenco dei consulenti dell’Albo del Mise per gli “Innovation Manager”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Curiosità

    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Uno schermo led penetrabile dal corpo umano: è l'installazione artistica alla stazione di Bologna
    Si intitola Morestalgia di Riccardo Benassi, a cura di Xing, è un ambiente composto da testo, suono e oggetti [...]
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    La Ferrari è il brand più forte del mondo
    Il valore del brand è pari a 9,1 miliardi di dollari, in crescita del 9% grazie al positivo andamento delle vendite e alla forza complessiva del marchio.[...]
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    E a Bomporto c'è il cane più bello di tutta l'Esposizione canina
    Si chiama Milo, il suo allenatore nonchè proprietario è il signor Fabrizio Ganzerli[...]
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    Rapace ferito trovato a San Martino Carano
    E' stato notato da due assistenti civici, Giorgio e Gabriele Tellia di San Possidonio, che lo hanno salvato[...]
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Super pescata invernale a Bomporto per il Modena Catfish
    Davide Poluzzi e Simone Solieri hanno sfidato pioggia e vento[...]
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Sette sindaci per Medolla, tutti in una foto
    Da Bruschi (1981) a Calciolari, tutti sotto al Gonfalone[...]
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Osservatorio Geofisico di Unimore, visite guidate per la fiera di Sant'Antonio
    Venerdì 17 gennaio dal mattino al pomeriggio sarà possibile salire sulla torre di Levante di Palazzo Ducale a Modena[...]
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Rimane incastrata in una canna fumaria, piccola civetta salvata dai pompieri a Soliera
    Provava a uscire dal solo ma non ce la faceva, e le ali sbattevano facendo diversi rumori che hanno insospettito i residenti.[...]
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    L'avvocata di Mirandola Elisabetta Aldrovandi tra le 100 donne più influenti per la rivista F
    Il settimanale ha premiato le donne che combattono in prima linee per avere un mondo migliore [...]