SulPanaro Expo SulPanaro Expo

L’Argentina di Augusto Cesare Ferrari in mostra a San Possidonio

Si intitola “Augusto Cesare Ferrari pittore-architetto fra Italia e Argentina Que Bello es vivir” la mostra fotografica che inaugura sabato 8 dicembre alle ore 11 nella Sala Consiliare di San Possidonio

Augusto Cesare Ferrari nacque a San Possidonio nel 1871 e fu artista poliedrico. Pittore da cavalletto e di panorami è vissuto in Argentina dove emigrò nel 1914, ma fu soprattutto architetto. Morì a Buenos Aires nel 1970, quasi centenario.

Nato figlio illegittimo, registrato in Comune come “Augusto Cesare Ernesto Fiorellini”, dall’orfanotrofio di Mirandola fu riportato presto a San Possidonio, assegnato ad una prima e poi ad una seconda balia. Con la terza, Elena Secchi – che col marito Martino Lucchini costituì dai suoi tre anni la sua famiglia –  abitò per un anno alla Concordia, ma tornò subito nel paese natale, dove Elena era filatrice e Martino bracciante agricolo. Qui gli fu impartita la cresima e stette fino agli undici anni, quando la famigliola si spostò dapprima a Brede, frazione di San Benedetto Po, terra originaria di Martino, e poi, quando Augusto era già grande, a Genova, dove – censito a San Benedetto “contadino” – le carte di leva del 1892 lo attestano “meccanico”.

La sua vita di bimbo illegittimo ebbe una svolta nel maggio del 1892, quando il padre naturale Francesco Ferrari lo riconobbe davanti ad un notaio genovese. Finalmente col suo cognome corse a Torino per intraprendere la vita che sognava: studiare in Accademia e fare il pittore. Dal 1901 espose a Torino, Londra, Parigi, Monaco, Saint Louis (USA). Realizzò il grande panorama di Messina distrutta: 1950 mq di pittura, esposto a Torino negli anni 1910-11. Approdato a Buenos Aires nel 1914 per riallestirlo, non riuscendo nell’impresa, affrontò la vita di migrante dipingendo per comunità religiose in cambio di ospitalità.

Raggiunta una certa agiatezza, tornò in Italia nel 1922 con la moglie e tre bimbi. Tornò in Argentina con la famiglia nella primavera del 1926, per non allontanarsene più.

Sono sue opere la grande chiesa neogotica del Sagrado Corazón di Córdoba e molte altre chiese e complessi ecclesiastici nella provincia di Córdoba e a Buenos Aires oltre a ville private nella vicina cittadina di villeggiatura di Villa Allende.

Per allestire la mostra è stata realizzata una ricerca d’archivio, alla quale ha collaborato anche la Provincia di Modena, visto che l’archivio storico del Comune di San Possidonio dal sisma è custodito nella sede dell’ente.

La ricerca ha aggiornato e si intreccia con la grande mostra allestita nelle scorse settimane all’Accademia Albertina di Torino in collaborazione con la Fundacion Augusto y Leon Ferrari Arte y Acervo di Buenos Aires, la cui sezione fotografica viene ora ospitata a San Possidonio a cura di Liliana Pittarello e Veronica Morselli.

La mostra è aperta fino al 6 gennaio 2019 tutti i giorni dalle 10 alle 12.30; il martedì e il giovedì dalle 14.30 alle 17.30. Festivi e pre- festivi 10-12.30/14.30-17.30.

Rubriche

Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Si ricorda così come la città abbia un cuore pulsante e una offerta che non ha nulla da invidiare ai centri commerciali e allo shopping su Internet[...]
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Per omicidio colposo legato all'omessa custodia dell'animale[...]
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    "Il mio cuore ormai si è perso per lei", spiega il giovane che era stato con la Croce Rossa a San Felice a prestare aiuto durante il sisma[...]
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Nei guai un professionista di 30 anni apparentemente insospettabile[...]
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Più di 40 ragazzini si erano dati appuntamento per picchiarsi[...]
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    Allo stato attuale il livello del fiume è stazionario in lenta diminuzione[...]
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Un pensionato carpigiano aveva visto un annuncio su internet[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: