Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Nella Bassa il Capodanno è senza botti

MIRANDOLA, FINALE, MEDOLLA, BOMPORTO, NONANTOLA, RAVARINO E BASTIGLIA – Una notte senza botti nel rispetto delle persone e degli animali. È questa la tendenza che anche nella Bassa si sta affermando. Al momento non ci sono ordinanze che vietano i botti di fine anno, ma ci sono inviti alle popolazioni da parte dei sindaci a fare a meno dei fuochi artificiali.

Qualche settimana fa ha fatto molto discutere la proposta del sindaco di Mirandola Maino Benatti che invitava i concittadini a risparmiare i soldi per i botti e a devolverli alle popolazioni del Nord colpite dal maltempo. Invito che nei giorni successivi è stato raccolto anche dai sindaci di Camposanto, Cavezzo, Concordia, Medolla, San Felice, San Possidonio e San Prospero che così hanno scritto in una nota:

Gli Iban su cui invitiamo ad effettuare le donazioni sono i seguenti: Emergenza Friuli-Venezia Giulia Iban IT 47 W 02008 02230 00000 3120964 Causale: “Subito al lavoro nelle aree colpite dall’alluvione 2018 in Fvg”. Emergenza Trentino Alto Adige Iban IT 12 S 02008 01820 00000 3774828 Causale “Calamità Trentino 2018”. Emergenza Veneto Iban: IT 75 C 02008 02017 000105442360 Causale: “Veneto in ginocchio per maltempo ottobre-novembre 2018”.

chiediamo

a coloro che ancora non rinunciano a questa pratica ad utilizzare esclusivamente materiale pirico di vendita legale che rispettino i rigorosi standard costruttivi necessari all’immissione sul mercato e a non mettere mai in pericolo persone o animali.

Dimostriamo

che i cittadini dei comuni di Camposanto, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Medolla, Mirandola, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero possono essere di esempio, come in altre occasioni, e che il nostro territorio è un luogo civile e rispettoso e che non può essere la sola repressione a determinare il nostro comportamento.

I comuni dell’Unione del Sorbara, ovvero Bastiglia, Bomporto, Nonantola e Ravarino, hanno condiviso una serie di raccomandazioni:

I Sindaci dell’Unione Comuni del Sorbara, volendo sensibilizzare la cittadinanza per un utilizzo consapevole, in sicurezza e rispettoso di tutti, pur non essendo stati adottati provvedimenti specifici circa eventuali limitazioni di vendita od utilizzo del materiale pirotecnico, ricordano che il regolamento di Polizia Urbana prevede che “sul suolo pubblico è vietato eseguire giochi che possano creare disturbo alla viabilità, danno o molestia alle persone o animali, o comunque deteriorare immobili o cose”.
A tale scopo si elencano alcune raccomandazioni, al fine di mantenere il capodanno come momento di festa e di gioia, in totale sicurezza:

a) Acquistare solo prodotti in esercizi autorizzati (in caso di dubbio rivolgersi alle forze di polizia);
b) Prestare attenzione alle tipologie di prodotti, in particolare da parte dei bambini;
c) Non utilizzare i botti all’interno di edifici, in particolare per il rischio di incendio;
d) Non toccare o tentare di riaccendere botti inesplosi o abbandonati;
e) Custodire con particolare cura in nostri amici animali, perché spesso questi si spaventano con rischio di una fuga terrorizzata;
f) Chiamare le forze dell’ordine in caso di abusi, di pericolo ed in caso di necessità l’assistenza sanitaria o i vigili del fuoco in caso di incendio;
g) Utilizzare in maniera consapevole e in totale sicurezza i fuochi con i bambini e con i ragazzi, informandoli sui rischi e sulle corrette modalità di utilizzo;
h) Fare attenzione ai luoghi di sparo ed alla presenza di altre persone.

A Finale il Comune ha optato per l’ordinanza che vieta l’utilizzo di petardi, botti, e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale dal 29 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.

A Carpi, invece, l’ordinanza è in vigore dalla mezzanotte del 24 dicembre e lo sarà fino a mezzanotte del 6 gennaio. Il divieto si riferisce ai luoghi pubblici o di uso pubblico e ai luoghi privati da cui possano essere raggiunte aree spazi a uso pubblico. Nell’ordinanza vengono anche espresse specifiche raccomandazioni ai genitori affinché vigilino sui figli minorenni e ai proprietari di animali domestici di vigilare perché il disagio non provochi danni agli animali. Sono previste anche sanzioni per chi non rispetta questi divieti: la sanzione è di 103 euro per chi lancia razzi, accende fuoici d’artificio, vicino a luoghi abitati o nelle pubbliche vie. La sanzione sale a 371 euro per chi non denuncia la detenzione di materiale esplodente di qualsiasi specie, pericoloso per qualità o quantità. In questo caso si può essere anche puniti con l’arresto fino a un mese. Se petardi e mortaretti di libera vendita, poi, sono fatti scoppiare in luogo pubblico, la sanzione è pari a 50 euro. A partire dall’anno prossimo non sarà più necessaria l’ordinanza perché la materia rientra nel nuovo regolamento della polizia municipale.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]