Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Qualità della vita in Italia 2018

di Andrea Lodi

Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia.

Le province del Nord-Est

La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.

Dunque le regioni di frontiera, quelle del profondo Nord, tanto per essere chiari, sono quelle dove si vive meglio? Pare di sì. Per lo meno in alcune province pare che i cittadini siano contenti.

La situazione in Emilia Romagna

L’Emilia Romagna, a parte Parma che si posiziona al 6° posto – provincia che si è sempre considerata un’isola a parte nel contesto socio-economico della regione –  e Reggio Emilia che si posiziona all’11° posto (era al 15°), non ne esce bene. La classifica infatti vede Modena al 17° posto (era al 14°), seguita da Piacenza al 28° (era al 20°), e, sorpresa, Ferrara e Bologna rispettivamente al 41° ed al 43° posto.

Ma come, l’Emilia Romagna, la regione del benessere, quella che produce poco meno del 10% del PIL nazionale, che nel 2017, in controtendenza con le altre regioni, è cresciuta dell’1,7%, con il turismo in crescita che rappresenta il 12% dell’economia regionale, non è considerata un luogo dove si vive bene?

Se consideriamo i nove elementi su cui si basa l’indagine, una risposta ce la possiamo dare.

La qualità della vita, infatti, è misurata in base ad affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita.

Se è vero che abbiamo uno dei sistemi sanitari più eccellenti d’Europa, servizi scolastici efficienti, luoghi per il tempo libero che vanno dalle palestre, alle piscine, ai parchi ed alla vicinanza con colline e montagne, nonché un discreto rapporto con le istituzioni, ristoranti, cinema e teatri sempre pieni, è vero anche che nell’ultimo decennio la percezione degli emiliani è che il lavoro sia più precario, i redditi sempre meno adeguati al costo della vita e un significativo aumento della criminalità che ci rende più deboli e spaventati.

E’ il paragone con un passato di grande crescita e un tenore di vita superiore alle nostre reali possibilità che ci rende meno felici e sostanzialmente a disagio. Una regione, da sempre fedele ad una forza politica, che non è più considerata rappresentativa di quei valori che hanno fatto dell’Emilia Romagna parte della forza propulsiva del Paese, e che hanno di certo creato spaesamento, paura, incertezza.

L’incertezza del futuro, sia che riguardi il lavoro che l’agognata pensione, rafforza in modo significativo il disagio. Un disagio che non riguarda tutti ovviamente, altrimenti ci troveremmo ai posti più bassi della classifica, come Vibo Valentia, Catania e Napoli che si trovano rispettivamente al 110° (l’ultimo), al 109° ed al 108° posto.

Le province del Sud Italia

E’ proprio il Sud, “ca va sans dire”, che evidenzia il maggiore disagio sociale. Ma questo ce lo potevamo aspettare. Con un PIL che si assesta attorno al 15,5%, e che non riesce a crescere di un solo punto da diversi anni, con poche prospettive per il futuro, in un territorio violentato da sempre da soprusi sia da parte della malavita organizzata che da una politica arraffona e inconcludente, c’è poco da sperare.

Conclusione

Il dato a livello nazionale mostra un leggero miglioramento della qualità della vita in Italia. Oltre al già citato Nord-Est, sono anche le province del Centro Italia a fare un passo in avanti, a parte Roma che peggiora posizionandosi all’85° posto (era al 67°). Ancona con il 12°posto (era al 17°), Ascoli Piceno con il 16° (era al 32°) e Macerata con il 19° posto (era al 40°), ne sono un esempio.

Due casi che vanno presi in considerazione e che mettono in rilievo elementi contrastanti con la fotografia generale sono Matera e Torino, rispettivamente al 42° (prima città del Sud) ed al 78° posto in classifica.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]