SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Sanità, circa 23 mila modenesi in lista d’attesa

La denuncia arriva da Forza Italia che ha diffuso i dati sui tempi d’attesa nella sanità modenese. In testa alla classifica c’è il Policlinico di Modena che vede oltre 10 mila persone che attendono di essere chiamate per un intervento. Segue a ruota Baggiovara con 3.626 pazienti: 1.445 per chirurgia generale, 928 per urologia.

Non va bene nemmeno negli altri ospedali della provincia: a Sassuolo sono 7.000 le persone in lista d’attesa (2.144 per oculistica), a Carpi 1.166, 339 nel reparto di otorino e quasi 300 in urologia. Le liste d’attesa più basse si registrano a Vignola con 534 pazienti, Mirandola con 400 e Pavullo con 235.

Intanto, Licia Petropulacos, responsabile della Direzione generale cura della persona, salute e welfare della Regione, intervenendo in commissione Politiche per la salute e politiche sociali sull’andamento delle liste di attesa per le prestazioni specialistiche e dei ricoveri programmati ha dichiarato che: “In Emilia-Romagna sono stati raggiunti gli obiettivi sull’abbattimento dei tempi di attesa”.

Secondo i dati presentati dalla dirigente, prestazioni particolarmente critiche sono garantite nella quasi totalità entro i tempi previsti dalla legge, cioè 30 giorni dalla prenotazione: visita ginecologica (il dato è passato dal 46 per cento nel 2015 all’attuale 99 per cento), visita gastroenterologica (dal 58 al 97 per cento), visita pneumologica (da 46 a 93 per cento), visita endocrinologica (dal 44 al 96 per cento). Quanto ai ricoveri chirurgici programmati: dal 2016 al 2018, il numero di pazienti ricoverati entro il tempo massimo d’attesa (da 30 giorni a 12 mesi a seconda dei casi clinici) è passato dal 72 all’83 per cento, con un miglioramento significativo per la chirurgia oncologica.

Raffaella Sensoli dei Cinquestelle ha però chiesto una comparazione sui tempi tra le prestazioni a pagamento (libera professione) e quelle erogate attraverso il servizio pubblico, in quanto “risulterebbero considerevoli differenze”. La consigliera ha anche sollecitato, relativamente alle prestazioni erogate, “un monitoraggio più amplio, in particolare per quelle con criticità”.

Favorevole ad aumentare le prestazioni da monitorare anche il presidente Zoffoli, che ha comunque evidenziato che “le 42 prestazioni oggetto di monitoraggio rappresentano circa il 96 per cento del totale di quelle effettuate”.

Rubriche

Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto
Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Primo giorno di primavera, e in città tornano le rondini
    Primo giorno di primavera, e in città tornano le rondini
    Questo uccello è molto utile per l’uomo, in quanto essa si ciba di insetti, soprattutto zanzare, mosche e cimici[...]
    Rubarono una statuetta dal museo 55 anni fa, ora torna a Modena
    Rubarono una statuetta dal museo 55 anni fa, ora torna a Modena
    E' stata restituita alla città dai Carabinieri[...]
    Cane cieco cade nel fiume, salvato dai pompieri
    Cane cieco cade nel fiume, salvato dai pompieri
    Ne è uscito infreddolito è spaventato, ma incolume[...]
    Il nuovo ponte sul Panaro a Bomporto sara intitolato ai militari americani
    Il nuovo ponte sul Panaro a Bomporto sara intitolato ai militari americani
    L'annucnio del sindaco in occasione della visita dell’Ambasciatore americano Lewis M. Eisenberg e del Console Benjamin V. Wohlauer [...]
    Liberi di guidare sempre, incontri di educazione stradale per gli anziani
    Liberi di guidare sempre, incontri di educazione stradale per gli anziani
    Per aggiornare soprattutto sulle nuove norme stradali e per un uso corretto della guida e della strada[...]
    Il magnifico tramonto che ci ha regalato la Bassa martedì
    Il magnifico tramonto che ci ha regalato la Bassa martedì
    Per chi se lo fosse perso, ecco una carrellata di immagini [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: