SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Si blocca il traffico ma metà dell’inquinamento dipende dal riscaldamento domestico

Si blocca il traffico per fare fronte all’mergenza smog, anche in questi giorni, ma metà dell’inquinamento dipende dal riscaldamento domestico e industrialeQualche giorno fa a Roma l’Ispra, L’Istituto Superiore per la protezione e ricerca ambientale, ha diffuso i dati relativi all’andamento della produzione di PM10, un’analisi che ha preso in esame 120 città, tra le quali Modena. Con dati per certi versi positivamente sorprendenti, che evidenziano innanzitutto la forte diminuzione registrata in dieci anni, dal 2005 al 2015, di questi particolari inquinanti. Nel nostro capoluogo, infatti, si è passati dalle 455,8 tonnellate di particolato del 2005, alle 290,2 del 2015, con una diminuzione del 36,3%. A fronte di un calo che, a livello nazionale, si è fermato al 19%.

A contribuire a questa rilevante diminuzione un po’ tutti i settori, tranne i rifiuti e, soprattutto, il riscaldamento, che nel 2015 da solo, a Modena, valeva il 48,3% della produzione complessiva delle PM10 (il 20,5% nel 2005).

Ecco le tabelle (dati sono espressi in tonnellate).

Le tabelle successive mostrano, invece, l’andamento dei vari fattori nel decennio 2005-2015 e la variazione della loro incidenza sul totale complessivo delle PM10 prodotte nella nostra città nel 2005 e nel 2015

inquinamento modena

Numeri che dimostrano in modo palese come oggi gran parte dell’inquinamento di particolato sia dovuto al riscaldamento (sia quello domestico che commerciale – uffici e centri commerciali – ed istituzionale, come scuole e luoghi pubblici). “Se nel 2005 le caldaie erano responsabili del 20,5% di questo tipo di inquinamento – osserva in una nota Alberto Papotti, Segretario di CNA Modena – nel 2015 queste emissioni sfioravano la metà di quelle complessive, nonostante i riscaldamenti siano in funzione solo cinque mesi all’anno. Se il calo dell’industria è dovuto, almeno parzialmente, alla crisi, ben più significativa è la diminuzione dell’inquinamento di particolato dovuto al traffico, sceso al 25%”.

“Sono numeri che fanno riflettere e che devono essere alla base delle manovre antismog. Cifre che dimostrano come sia necessario continuare a favorire la sostituzione dei mezzi inquinanti, compresi quelli commerciali, solitamente caratterizzati da una vita media più lunga di quelli privati. Da questo punto di vista, continuiamo a sottolineare come sia stata poco lungimirante la scelta di escludere i diesel euro 6 dagli incentivi per la rottamazione dei vecchi camion. Ma diventa sempre più importante agire anche sul fronte dei riscaldamenti pubblici e privati, innanzitutto iniziando un’attività di controllo sulle caldaie per ora rimasta sulla carta, attività che peraltro l’entrata in vigore del Criter, il Catasto regionale degli impianti termici, dovrebbe in qualche modo favorire, purché non rimanga fine a sé stesso. Poi incentivando, sia a livello nazionale che locale, l’adozione di sistemi meno inquinanti, dal fotovoltaico all’installazione di caldaie di ultima generazione”.

Rubriche

Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto
Consigli di salute
Dieta e tumori, ne parla la dottoressa Federica Felicioni
Tanti i miti da sfatare: non esite una dieta anticancro e non è vero che chi è malato debba mangiare di tutto per essere più forteleggi tutto
Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchFederico Tassini da Finale Emilia vince il campionato del mondo col Roma Roller Team

    Curiosità

    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Da San Felice Gianni Bellini fa nascere il Museo della figurina a Chiasso
    Apertura prevista nella primavera 2020, su un'area di oltre duemila metri quadri[...]
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d'orchestra di Staggia
    Enfant prodige salì sul podio ad appena 24 anni, dirigendo numerose opere italiane nei più importanti teatri del mondo.[...]
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    La strada trasformata in una pista di ghiaccio
    Giornata difficile per il ghiaccio e la nebbia nella Bassa[...]
    Cellulari, portafogli e computer: ecco cosa perdiamo più spesso
    Cellulari, portafogli e computer: ecco cosa perdiamo più spesso
    Numerose le restituzioni degli oggetti ai legittimi proprietari, trovati da persone di tutte le età ma con lo stesso senso civico. [...]
    Rivoluzione nell'editoria, scade il copyright dei grandi autori del Novecento
    Rivoluzione nell'editoria, scade il copyright dei grandi autori del Novecento
    Una volta entrato nel pubblico dominio, un libro potrà essere riprodotto, stampato, prodotto in audiolibro o in edizione digitale, perfino modificato [...]
    Leonardo, ultimo nato in provincia a Mirandola, dà il benvenuto al 2019 con mamma e papà
    Leonardo, ultimo nato in provincia a Mirandola, dà il benvenuto al 2019 con mamma e papà
    Venuto alla luce con parto spontaneo, è stato accolto da mamma Beatrice, 24 anni e papà Gianluca di 32 anni, residenti a Medolla.[...]
    Le 10 notizie più curiose del 2018
    Le 10 notizie più curiose del 2018
    Una classifica un po' particolare[...]
    Un cenone che costa 1000 euro chez Bottura. Ecco cosa si mangerà
    Un cenone che costa 1000 euro chez Bottura. Ecco cosa si mangerà
    Le anticipazioni parlando di un menù a nove portate[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: