SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Inchiesta alluvione, il Comitato Arginiamo: “Incomprensibile verdetto della magistratura”

BASTIGLIA – All’indomani della decisione della Procura che archivia l’indagine sui responsabili dell’alluvione del 2014 è il Comitato ArginiAMO a prendere la parola e a intervenire sulla vicenda.

Lo fa con una lunga nota del portavoce Vittorio Cajò che così scrive:

Mi sento in dovere in qualità di portavoce del comitato cittadino ArginiaMo, per rispetto dei cittadini tutti, non solo di quelli colpiti direttamente dal disastroso alluvione del 2014, ma soprattutto per rispetto dell’intelligenza collettiva, a prendere la parola e rispondere all’incomprensibile verdetto della magistratura che non ha ravvisato né colpe, né manchevolezze, né leggerezza da parte di alcuno dei numerosi tecnici, responsabili, operatori, segnalatori, capi, vice-capi, dirigenti e direttori che ai tempi del tremendo evento alluvionale avevano –chi più e chi meno in funzione della propria posizione- la responsabilità del proprio operato anzitutto di fronte alla propria coscienza e poi di fronte all’ente che li stipendiava attendendosi professionalità e scrupolosità da parte loro.

È fin troppo facile capire che ancora una volta si tratta di non punire nessuno perché nessuno si senta diversamente punito per non aver fatto il proprio lavoro, soprattutto alla luce di certi colori politici famosi per non punire nessuno a fine di “comodo vivere”. Con questo mi riferisco sia alle posizioni di responsabilità che hanno continuato ad essere ricoperte dalle stesse persone che pur, sotto l’emozione della tragedia appena avvenuta, si era detto che sarebbero state sostituite, sia all’ente-stesso AIPO che passata l’ondata è rimasto, sia infine ad una certa figura di primordiale responsabilità che per punizione è stata promossa ad occupare un’altra posizione di grande responsabilità in altra regione.

Certamente, siamo un comitato apolitico, ma quando alla fine è la politica che decide della tua vita e del tuo futuro corre l’obbligo di andare a vedere con chi hai da fare.

Certamente, viviamo in Italia paese in cui lo sport nazionale è quello di fraintendere anche le parole più semplici, anche quando il significato delle parole è rigorosamente univoco!

Quanto alla relazione tecnica sviluppata da fior di professori, ricercatori e studiosi di fama riconosciuta, non posso fare altro che plaudire alla loro bravura. D’altronde si trattava di una relazione tecnica che doveva analizzare meri aspetti tecnici e non di una relazione giurisprudenziale tesa a definire eventualità e gradi di colpevolezza.

E ancora:

se il suo meccanico di fiducia dimentica di mettere l’olio nel motore della sua automobile il suo motore è destinato a grippare, e questo lo sa anche lei e lo sanno tutti. Ed io potrei sviluppare dotte analisi sul perché e sul percome, spiegare in maniera dettagliata tutti i sintomi e le conseguenze, perdermi in fior di analisi con cui illustrare il differente comportamento protettivo sotto stress di olio motore a base totalmente sintetica nei confronti di un olio motore a base minerale, ecc. Ma alla fine credo che lei dovrà risolversi a tornare dal suo meccanico per prenderlo a padellate in testa.

Ecco: siamo stati presi per il sedere e ci hanno voluto infinocchiare, detta come va detta!

Perché piaccia o no i responsabili ci sono! Nome e cognome, basta un po’ di buona volontà e non tremare davanti al potente politico di turno. Anche un idiota totale capirebbe l’abissale differenza anche visiva tra lo stato attuale degli argini e quello di allora. Ma attenzione, siamo ben lontani dal potere dormire tranquilli, perché lo voglio ricordare e sottolineare ancora: TUTTI I LAVORI FATTI E QUELLI PROGRAMMATI SI ATTESTANO AD UN TEMPO DI RITORNO 20 INVECE DI 200! Ciò significa che al primo evento un pò serio ma non straordinario rischiamo di nuovo l’alluvione.

Allora non si dia la colpa agli animali fossatori che hanno indebolito gli argini: essi sono la causa! La colpa è di chi era pagato anche lautamente per evitare che i nostri fratelli animali costruissero i loro rifugi dentro gli argini, aiutati dall’invasione delle piante e dall’assenza dell’uomo. La natura fa il suo lavoro. È l’uomo che non fa il suo. E quando non lo fa causando danni alla comunità va punito, non promosso!

Rubriche

Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto
Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    E a Finale Emilia via Salde Entrà diventa Via Buca
    E a Finale Emilia via Salde Entrà diventa Via Buca
    E' arcinota per le condizioni in cui versa: smottamenti, piccole frane e buche fanno compagnia a residenti e imprenditori da mesi.[...]
    Fuma marijuana e coi Carabinieri esulta perchè è negativo all'alcoltest
    Fuma marijuana e coi Carabinieri esulta perchè è negativo all'alcoltest
    A un19enne modenese è stata ritirata la patente di guida e sequestrata l’auto.[...]
    Lo stupore dei bimbi della scuola di Bastiglia davanti alla nascita dei pulcini
    Lo stupore dei bimbi della scuola di Bastiglia davanti alla nascita dei pulcini
    Progetto didattico alla scuola paritaria Santa Maria Assunta[...]
    La signora Leonilda di Novi compie 101 anni
    La signora Leonilda di Novi compie 101 anni
    E arrivata a un traguardo importante, unico e raro.[...]
    Senza patente e assicurazione, fa mandare le multe a sua sorella fingendosi lei
    Senza patente e assicurazione, fa mandare le multe a sua sorella fingendosi lei
    Una signora di 56 anni è stata denunciata penalmente per sostituzione di persona e sanzionatadi quasi 6 mila euro[...]
    Le vie del tempo, 340 rievocatori si ritrovano per un salto nel passato dal VI secolo A.C. alla II Guerra mondiale
    Le vie del tempo, 340 rievocatori si ritrovano per un salto nel passato dal VI secolo A.C. alla II Guerra mondiale
    Per l'ampiezza del periodo temporale rappresentato e per il numero dei rievocatori, è una manifestazione unica a livello nazionale[...]
    Alla Sala Ibrida interventi chirurgici in diretta con 60 medici da tutta Italia
    Alla Sala Ibrida interventi chirurgici in diretta con 60 medici da tutta Italia
    L’applauso finale dei chirurghi ha dato ragione dell’eccellenza raggiunta e degli sforzi di tutta la popolazione della provincia di Modena a cui si deve questo successo.[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: