Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Rodolfo Ferrari, cento anni fa moriva il grande direttore d’orchestra di Staggia

SAN PROSPERO SUL SECCHIA – Cade il 10 gennaio l’anniversario ad un secolo dalla morte di Rodolfo Ferrari, grandissimo quanto ingiustamente dimenticato musicista di Staggia, frazione di San Prospero.

Dell’enciclopedia Treccani:

 

“FERRARI, Rodolfo. – Nato a Staggia (Modena) nel 1864 da Luigi e da Petronilla Garuti, iniziò gli studi musicali sotto la guida del padre, musicista di mediocre talento che gli impartì le prime lezioni. Trasferitosi poi a Bologna per compiervi un regolare corso di studi, entrò nel liceo musicale “G. B. Martini”, ove fu allievo di A. Busi, sotto la cui guida nel 1882 conseguì il diploma in composizione.
Al termine degli studi decise di dedicarsi alla direzione d’orchestra e iniziò ben presto una brillante carriera, facendosi apprezzare sopratutto nel repertorio wagneriano, tanto da meritarsi l’ammirazione di P. Mascagni, che fu tra i primi a riconoscerne il talento direttoriale. Chiamato dalle maggiori istituzioni concertistiche e dai più importanti teatri italiani e stranieri, si dedicò, oltre che al teatro, anche al repertorio sinfonico. A soli ventiquattro anni fu chiamato a dirigere al teatro Comunale di Bologna, ove presentò l’opera-ballo di F. Clementi La pellegrina e un’ottima edizione del Faust di Ch. Gounod con una compagnia di canto eccezionale formata da A. Stehle, F. Marconi e A. Cotogni.

Fu poi scritturato dal teatro Costanzi di Roma per la prima rappresentazione de L’amico Fritz di Mascagni, che ebbe luogo il 30 ott. 1891 e per dieci repliche riportò un successo strepitoso. Nello stesso teatro il F. propose varie opere straniere, spesso nuove per il pubblico romano, tra le quali si ricordano la versione drammatica della Dannazione di Faust di H. Berlioz (26 dic. 1905) e il Crepuscolo degli dei di R. Wagner (26 dic. 1906) in cui ottenne un successo personale per l’intelligenza interpretativa e l’affiatamento raggiunto dall’orchestra, dal coro e dalla compagnia di canto in tempi peraltro assai brevi, soprattutto in considerazione delle difficoltà presentate dalla partitura wagneriana.
La sua presenza fu assidua in numerosi altri teatri italiani; dopo aver diretto al teatro S. Carlo di Napoli opere di R. Leoncavallo (IMedici), G. Bizet (Ipescatori di perle), Mascagni (L’amico Fritz) e G. Donizetti (L’elisir d’amore) nella stagione 1893-94, fu al teatro alla Scala di Milano, ove nel 1896 diresse la prima assoluta di Andrea Chénier di U. Giordano. Fu poi al teatro Dal Verme di Milano e al teatro Regio di Torino per Le maschere di Mascagni e quindi nel 1910 al teatro Rossini di Pesaro per Aura di A. Zanella. Frattanto fin dal 1919 era stato nuovamente chiamato a dirigere al teatro Comunale di Bologna, ove apparve assiduamente fino al 1915, salvo una interruzione nel 1912, impegnato in opere del repertorio francese, tedesco e russo che alternò a lavori di giovani compositori italiani. Tra l’altro diresse: Arianna e Barbablù di P. Dukas, Salomè di R. Strauss e Boris Godunov di M. Mussorgskij, nonché La rosellina dei Vergoni di B. Petrella, Semirama di O. Respighi e L’amore dei tre re di I. Montemezzi.
L’evento che ebbe comunque maggiore risonanza per la carriera del F. fu la rappresentazione in prima italiana del Parsifal di Wagner allo scadere del privilegio di Bayreuth. Lo spettacolo ebbe luogo il 1º genn. 1914 con un’ora di anticipo sulla rappresentazione data al teatro Costanzi di Roma perché il teatro bolognese potesse avvalersi dell’onore della prima. L’avvenimento fu particolarmente solenne e il F. e gli interpreti furono oggetto di calorose manifestazioni di consenso.
Con l’inizio del conflitto mondiale l’attività del teatro rallentò e il F. tornò a dirigervi soltanto nel 1918 quando, alla morte di Ch. Debussy, volle rendergli omaggio con un concerto sinfonico di sue musiche, cui partecipò anche A. Casella che in quell’occasione si esibì al pianoforte.
Frattanto il F. non aveva trascurato la carriera internazionale e aveva dato impulso ad una attività particolarmente intensa, dirigendo numerose opere italiane nei più importanti teatri del mondo. A Parigi fu insieme con C. Campanini il direttore della stagione italiana organizzata dall’editore Sonzogno al teatro Sarah Bernhardt fra il maggio e il giugno del 1905; in quell’occasione propose al pubblico parigino L’amico Fritz di Mascagni, Il barbiere di Siviglia di G. Rossini e Chopin di G. Orefice. Nel 1917 fu al Metropolitan di New York, ove diresse in prima esecuzione Adriana Lecouvreur di F. Cilea (protagonista Lina Cavalieri), Mefistofele di A. Boito (protagonista F. Chaliapine al suo debutto in quel teatro), le pucciniane Bohème e Madama Butterfly (con G. Farrar ed E. Caruso), Marta di F. von Flotow, Tosca di Puccini, Fedora di U. Giordano (con Caruso e la Cavalieri), Cavalleria rusticana di Mascagni e Rigoletto di G. Verdi.
La sua carriera lo portò inoltre a Buenos Aires, Berlino, Vienna e in altri centri musicali di particolare importanza. Non meno significativa fu l’attività da lui svolta in Italia per la divulgazione delle più significative opere del repertorio internazionale; oltre a quelle già ricordate, vanno menzionate le’prime rappresentazioni italiane di opere come Manon di J. Massenet (Milano, teatro Carcano, 1893), Sigurt di E. Reyer (ibid., teatro alla Scala, 1894), La Navarraise di Massenet (sempre alla Scala nel 1896, ove, sempre nello stesso anno diresse Enrico VIII di C. Saint-Saëns).
Sposò l’ar


pista Cleopatra Serato. Attivo sino a pochi giorni prima della morte, il F. apparve per l’ultima volta in pubblico sul podio del teatro Augusteo di Roma, ove il 1º genn. 1919 diresse un concerto comprendente musiche di L. Cherubini, A. Corelli, A. Dvořák, J. Sibelius e N. Rimskij Korsakov.
Morì a Roma il 10 genn. 1919.
Artista versatile ed eclettico, si dedicò soprattutto al repertorio contemporaneo sia italiano sia straniero, contribuendo alla diffusione della produzione di giovani compositori, le cui opere presentò spesso in prima esecuzione assoluta. Abile concertatore, emerse nel repertorio wagneriano e verista e riusci ad affermarsi in un momento in cui il panorama direttoriale italiano era rappresentato da personalità di grande prestigio internazionale, come A. Toscanini, G. Marinuzzi, A. Guarnieri, V. Gui, T. Serafin, L. Mugnone, e appariva alla ribalta la non meno prestigiosa figura di V. De Sabata. Particolarmente versato nel repertorio francese dell’ultimo Ottocento, si rivolse con interesse agli autori della “giovane scuola italiana” e contribuì all’affermazione di compositori come Mascagni e Leoncavallo, che diresse più volte in Italia e all’estero.

sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017

Rubriche

Glocal
La parola ai manager: TEMPORARY MANAGEMENT, una opportunità per le PMI
Si può definire il TM come un manager a cui viene affidata la gestione temporanea di un determinato progetto, lavorando con un mandato operativo e integrandosi con la proprietà aziendale.leggi tutto
Consigli di salute
Insulino resistenza e alimentazione, il parere della dottoressa Federica Felicioni
L’invecchiamento stesso può predisporre alla insulino-resistenza con il conseguente aumento della glicemia.leggi tutto
Eco sisma bonus, tutto quel che bisogna sapere
Lo studio dell'architetto Malaguti di Concordia ci aiuta a capire cosa bisogna fare per ottenerlo.leggi tutto
Consigli di salute
Stress da rientro? L'alimentazione può dare una mano
Un’ importante strategia che consente di aumentare il livello di serotonina è effettuare un’attività fisica regolareleggi tutto
Consigli di salute
Il rapporto tra denti e postura
Prima si va dal dentista, meglio è: sarà più semplice correggere un allineamento irregolare delle arcate e, quindi, un eventuale difetto della postura.leggi tutto
Glocal
Sud Italia in profonda crisi: cresce il divario tra Nord e Sud
Nel rapporto Svimez sul Mezzogiorno italiano, si delinea un quadro socio-economico sconcertante, a causa soprattutto della ormai consolidata incapacità delle istituzioni locali di erogare servizi che vadano verso il benessere di imprese e cittadini, e con una sempre maggiore presenza delle varie mafie locali all’interno delle istituzioni stesse.leggi tutto
Consigli di salute
I denti e la loro funzione: qual è la differenza fra incisivi, canini, premolari e molari?
Ogni tipo ha una posizione ben precisa lungo l’arcata dentale e svolge una funzione specificaleggi tutto
Glocal
Settore ICT: 45mila posti di lavoro nel triennio 2019 - 2021
Secondo un’indagine realizzata da Confindustria, su dati raccolti da Istat e Unioncamere, nel triennio 2019 – 2021, nel settore ICT si stima una offerta di lavoro che supererà le 45.000 unità.leggi tutto
Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchCome mandare via le cimici da casa, parla l'esperto
    • WatchLe sfogline trap di Mirandola
    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo

    Curiosità

    Gheppio ferito e con un'ala rotta salvato dagli operatori del Burana
    Gheppio ferito e con un'ala rotta salvato dagli operatori del Burana
    Era caduto in un pozzetto largo 50 centimetri e profondo due metri.[...]
    Cimice asiatica, ecco come tenere fuori l'insetto dalle nostre case
    Cimice asiatica, ecco come tenere fuori l'insetto dalle nostre case
    Parla l'esperto del servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna[...]
    Nasce Operastreaming, palco virtuale delle opere in scena a teatro
    Nasce Operastreaming, palco virtuale delle opere in scena a teatro
    Il 13 ottobre lo streaming della Bohème da Modena[...]
    In costume da bagno di notte nel boschetto di Concordia: "Cercavo funghi"
    In costume da bagno di notte nel boschetto di Concordia: "Cercavo funghi"
    L'uomo è stato sorpreso in deshabillè da una coppia che era uscita con il cane[...]
    La giungla degli sconti sui divani, Federconsumatori: "Saranno veri?"
    La giungla degli sconti sui divani, Federconsumatori: "Saranno veri?"
    Già una volta l'Antitrust sanzionò Poltrone&Sofà per le continue pubblicità che lasciavano intendere l'imminente scadenza di promozioni[...]
    Hacker all'attacco dei siti del Pd dell'Emilia-Romagna
    Hacker all'attacco dei siti del Pd dell'Emilia-Romagna
    Il contenuto dei database è stato pubblicato online da 'Anonymous'[...]
    "Pensi che tuo figlio sia un campione? Portalo in un'altra società", il monito de La Pieve Nonantola
    "Pensi che tuo figlio sia un campione? Portalo in un'altra società", il monito de La Pieve Nonantola
    L'invito alla correttezza è comparso negli spogliatoi della società nonantolano, squadra oratoriale con circa 250 tesserati[...]
    Una giornata particolare per Cristina che sogna di diventare magistrato
    Una giornata particolare per Cristina che sogna di diventare magistrato
    Ha sedici anni e frequenta il liceo linguistico di Carpi[...]
    Vai in giro in bicicletta ubriaco, maxi sanzione da 1800 euro
    Vai in giro in bicicletta ubriaco, maxi sanzione da 1800 euro
    Per l'uomo, un 48enne modenese, è scattata anche la sopespensione della patente per un anno[...]
    Per gli operai della Ferrari un premio di produttività che potrebbe essere da 12 mila euro
    Per gli operai della Ferrari un premio di produttività che potrebbe essere da 12 mila euro
    I soldi finiranno nelle tasche di tutti i 3.500 dipendenti Ferrari, interinali compresi[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: