SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Serrata degli edicolanti, protesta contro gli editori dei giornali

Saranno chiuse tutto il giorno le edicole modenesi lunedì 28 gennaio in occasione della mobilitazione nazionale indetta per quel giorno dal sindacato Sinagi a Roma per protestare contro il mancato rinnovo dell’accordo con gli editori, scaduto da ormai 10 anni. Alla manifestazione nazionale aderiscono anche i sindacati Snag e Usiagi.
In occasione della mobilitazione, il Sinagi di Modena, sindacato edicolanti affiliato alla Slc/Cgil, ha voluto rafforzare la protesta proclamando anche la chiusura di tutte le rivendite.
Oltre alla manifestazione nazionale a Roma (la mattina in piazza Montecitorio, dalle ore 11 alle 13), è prevista anche un’iniziativa modenese con un sit-in, dalle ore 11 alle 12, davanti alla sede de Il Resto del Carlino (via Carlo Zucchi, 31), la testata del presidente nazionale della Fieg (Federazione italiana editori giornali). Si prevede l’adesione al presidio di parecchie decine di edicolanti provenienti da tutta la provincia.
E’ intenzione dei rappresentanti del Sinagi chiedere un incontro con il direttore de Il Resto del Carlino di Modena, per sottolineare innanzitutto che la manifestazione non è rivolta contro i giornalisti e neppure contro la testata, ma contro l’intransigenza dell’associazione degli editori.
Hanno sinora espresso solidarietà alla protesta delle edicole diversi partiti modenesi, tra cui PD, M5S, Lega Nord, FI, Articolo Uno-Mdp e Modena Volta Pagina.

“La grave crisi economica che abbiamo vissuto in questi anni e che ancora stiamo soffrendo, la chiusura di migliaia di edicole e la conseguente perdita di posti di lavoro, hanno certamente contribuito al progressivo calo della vendita di quotidiani e riviste in atto da molti anni” afferma Giuliano Barbieri segretario del Sinagi di Modena.
Lo sviluppo delle piattaforme on line, la riduzione del prezzo medio delle pubblicazioni dei periodici, il cut-price (due riviste al prezzo di una), la scarsa fornitura del prodotto editoriale richiesto dal mercato, oltre alla politica dei prezzi super scontati degli abbonamenti con sconti fino al 70% (il totale degli abbonati è di poco inferiore al 50% del venduto edicole), hanno causato il consistente abbattimento del guadagno per gli edicolanti, con conseguente aumento delle chiusure dei punti vendite e diminuzione del valore commerciale delle stesse.
“Il mondo editoriale guadagna incomparabilmente di più con la vendita del prodotto cartaceo, rispetto alle edizioni on line. – prosegue Barbieri – Questo risultato è possibile grazie alle edicole ma, per assurdo, la Fieg continua a rifiutare di discutere seriamente le proposte dei sindacati degli edicolanti per mettere in sicurezza le edicole e la filiera distributiva”.

L’Accordo Nazionale che regola i rapporti tra editori ed edicolanti, firmato nel 2005, scaduto nel 2009 ormai da 10 anni, risulta essere inadeguato ed obsoleto alla realtà attuale.
Per questo le organizzazioni sindacali dei giornalai hanno presentato nel dicembre 2017 una piattaforma che potesse riequilibrare la remunerazione per la vendita dei prodotti editoriali a favore della filiera distributiva e delle edicole, aggiungendo alla remunerazione in percentuale sul venduto (19%-24%), una quota di 10 centesimi a copia come compenso di lavorazione (di cui solo 7 centesimi agli edicolanti, il resto alla filiera distributiva), oltre ad una maggiore remunerazione per le pubblicazioni non puramente editoriali.
La trattativa però non è mai realmente partita.

“Il Sinagi – continua Barbieri – ritiene invece la piattaforma lo strumento imprescindibile per il riequilibrio dei rapporti all’interno della filiera distributiva, per il necessario adeguamento economico per gli edicolanti, per l’importante lavoro che svolgono, e consenta loro, almeno nel breve periodo, di poter affrontare la grave crisi che li attanaglia. Tra numerose difficoltà la categoria ha sempre messo a disposizione la propria attività per poter sviluppare sinergie con il mondo editoriale al fine di cogliere tutte le opportunità per il rilancio dell’intero settore”.

Il Sinagi valuta positivamente le decisioni del Governo, per le attenzioni riservate alla categoria con la legge Finanziaria, escludendo le edicole dalla direttiva “Bolkestein” sulle liberalizzazioni del suolo pubblico, provando agevolazioni fiscali per gli anni 2019/2020.

Il Sinagi chiede al Governo di promuovere un incontro con la Fieg per sbloccare la trattativa, per la difesa di migliaia di posti di lavoro a tutela della libertà d’informazione e del pluralismo, come previsto dall’art. 21 della Costituzione.
Inoltre, chiede la convocazione della Conferenza Stato-Regioni per la concreta attuazione della legge 50 del giugno 2017, infatti l’art.64 modifica varie norme sulla distribuzione e vendita dei prodotti editoriali, a cominciare dalla programmazione territoriale delle nuove aperture, la gestione dei prodotti irregolari, ecc… che devono ancora trovare concreta attuazione.

Il Sinagi chiama in causa anche gli Enti locali, e chiede ai Comuni attenzione per i costi del plateatico, come previsto dall’Accordo Anci-Organizzazioni Sindacali degli Edicolanti del 4/12/2018. Nella provincia di Modena, i Comuni si sono dimostrati sensibili alle agevolazioni per le edicole considerandole importanti presidi del territorio e del diritto d’informazione.

Rubriche

Glocal
Sud Italia in profonda crisi: cresce il divario tra Nord e Sud
Nel rapporto Svimez sul Mezzogiorno italiano, si delinea un quadro socio-economico sconcertante, a causa soprattutto della ormai consolidata incapacità delle istituzioni locali di erogare servizi che vadano verso il benessere di imprese e cittadini, e con una sempre maggiore presenza delle varie mafie locali all’interno delle istituzioni stesse.leggi tutto
Consigli di salute
I denti e la loro funzione: qual è la differenza fra incisivi, canini, premolari e molari?
Ogni tipo ha una posizione ben precisa lungo l’arcata dentale e svolge una funzione specificaleggi tutto
Glocal
Settore ICT: 45mila posti di lavoro nel triennio 2019 - 2021
Secondo un’indagine realizzata da Confindustria, su dati raccolti da Istat e Unioncamere, nel triennio 2019 – 2021, nel settore ICT si stima una offerta di lavoro che supererà le 45.000 unità.leggi tutto
Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto
Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Uccello incastrato con la zampina nel cavo elettrico, salvato a Nonantola
    Uccello incastrato con la zampina nel cavo elettrico, salvato a Nonantola
    Dopo averlo liberato, i Vigili del Fuoco di San Felice lo hanno portato al centro Il Pettirosso[...]
    Prende una multa e paga dalle Hawaii con assegno
    Prende una multa e paga dalle Hawaii con assegno
    Problemi con il bonifico e scrive direttamente alla Pm[...]
    Parto da record per una cagnolona: 18 cuccioli nati con un cesareo a San Felice
    Parto da record per una cagnolona: 18 cuccioli nati con un cesareo a San Felice
    Nerissa, alano di un allevamento di Finale Emilia, ha partorito sei femmine e dodici maschi [...]
    Prende il sole tutto nudo: multa da 3 mila e 300 euro
    Prende il sole tutto nudo: multa da 3 mila e 300 euro
    Un giovane di 25 anni era sulle rive del fiume con la fidanzata[...]
    Un'ambulanza colorata per i bambini
    Un'ambulanza colorata per i bambini
    Donati dall’associazione Team Enjoy, i disegni sono stati applicati sul mezzo di soccorso[...]
    Incendio Notre Dame, salvo il dipinto di Ludovico Carracci
    Incendio Notre Dame, salvo il dipinto di Ludovico Carracci
    Raffigura San Bernardino che salva Carpi da un esercito nemico[...]
    Dall'Università all'Oceano Atlantico Equatoriale per una spedizione internazionale
    Dall'Università all'Oceano Atlantico Equatoriale per una spedizione internazionale
    Giovane ricercatrice Unimore si è immersa nell’Oceano Atlantico equatoriale fino a 3000 m. di profondità col sottomarino Nautile per campionare rocce[...]
    "Cogito ergo Suv",  da Concordia una guida semiseria alla filosofia del volante
    "Cogito ergo Suv", da Concordia una guida semiseria alla filosofia del volante
    E' il nuovo libro dello scrittore e giornalista Carlo Mantovani[...]
    Arrivano i libri a disposizione di pazienti e parenti all'ospedale di Mirandola
    Arrivano i libri a disposizione di pazienti e parenti all'ospedale di Mirandola
    E' una iniziatva de "Gli Amici della Biblioteca E.Garin di Mirandola"[...]
    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Si tratta di un pregiudicato 50enne vecchia conoscenza dei Carabinieri[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: