SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Fiume Panaro, nuovo cantiere da 8 milioni 800 mila euro per gli argini

BOMPORTO, NONANTOLA, RAVARINO – Il punto sullo stato dei lavori del nodo idraulico modenese è stato fatto giovedì 28 febbraio presso la sede della Provincia di Modena, dall’assessora regionale alla Difesa suolo e protezione civile, Paola Gazzolo, insieme al presidente della Provincia Giandomenico Tomei, i sindaci dei comuni interessati e il direttore di Aipo, Luigi Mille.

“Con la Provincia e i sindaci abbiamo scattato la fotografia della situazione e condiviso il cronoprogramma dei prossimi cantieri- spiega Gazzolo-. Le opere già svolte hanno permesso di accrescere i livelli di sicurezza del territorio come si è dimostrato anche in occasione delle piogge intense di inizio febbraio: non si sono manifestate criticità sulle arginature e le piene sono state laminate dalle Casse di espansione in modo efficace. Siamo nella giusta direzione e vogliamo proseguire, ma servono nuovi fondi nazionali. Oggi, a Roma, il presidente Bonaccini, con la Conferenza delle Regioni, incontrerà il premier Conte proprio per definire il quadro dei finanziamenti e delle azioni che il governo si impegna a mettere in campo”.

Gli interventi

Entro maggio partirà un nuovo cantiere da 8 milioni 800 mila euro per proseguire la sistemazione, il rialzo e il rinforzo delle arginature del Panaro. Proprio oggi scade il termine per la presentazione delle offerte, quindi Aipo affiderà i lavori che dureranno un anno e mezzo. Le opere – parte di un progetto complessivo da 12 milioni – riguarderanno i territori di Modena, Bomporto, Nonantola, Ravarino e Crevalcore.

E sempre per quanto riguarda il Panaro, in particolare, i lavori in appalto si completeranno con il nuovo argine tra il Ponte di Sant’Ambrogio, a Modena, e la confluenza nel Tiepido: un intervento da 5 milioni e mezzo, in progettazione.

Oltre 10 milioni e 700 mila euro sono a disposizione per i cantieri sui principali affluenti pedecollinari di Secchia e Panaro, e per i territori di valle 3 milioni e mezzo per la messa in sicurezza del torrente Tiepido, nel modenese, a Fossalta.

Intanto, proprio per quanto riguarda il Secchia, è già stato avviato l’adeguamento delle arginature, da Modena al confine con Mantova: un investimento da 12 milioni di euro che si aggiunge a quello in corso nel tratto tra il capoluogo provinciale e Campogalliano, per 6 milioni 700 mila euro.

Sale a 128 milioni il totale degli investimenti realizzati o programmati dal 2014 tra Secchia, Panaro e Naviglio. Regione e Aipo hanno già concluso 118 lavori per circa 40 milioni. E nel 2019 si confermano nuovi cantieri per 43 milioni di euro.

Infine, dopo la realizzazione, nel 2018, degli argini di contenimento sui lati nord, est e ovest (1 milione 850 mila euro), entro maggio sarà pubblicata la gara per ultimare la messa in sicurezza dei Prati di San Clemente con 1 milione 600 mila euro.

“Arginature, sistema delle casse di espansione e sicurezza dell’intera asta fluviale di Secchia, Panaro, Naviglio e dei loro affluenti, sono i tre pilastri su cui si fonda la strategia regionale, condivisa con il territorio- conclude l’assessore Gazzolo-. Per il rialzo, il ringrosso e il miglioramento funzionale delle arginature sono stati messi a disposizione in tutto 51,8 milioni di euro e alle opere già chiuse, nel 2019 si aggiungeranno investimenti per 30 milioni”.

“La recente piena dei fiumi- ha detto il presidente della Provincia Tomei- ha confermato ancora una volta l’importanza dei lavori realizzati finora ma anche la necessità di portare a termine al più presto i progetti già previsti per la messa in sicurezza del nodo idraulico modenese che resta uno dei più delicati a livello non solo regionale. Bene quindi l’avvio entro l’estate dei lavori sugli argini del Panaro così come quelli analoghi sul Secchia che stanno procedendo positivamente; oltre all’adeguamento degli argini occorre realizzare il potenziamento delle casse di espansione, in particolare quella del Secchia e del Naviglio”.

Rubriche

Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto
Glocal
L’economia italiana non cresce perché è poco libera
Libertà economica bassa in Italia, dove lo stato continua ad assumere un peso rilevante, frenando la crescita. Gli stati più liberi, al contrario, mostrano maggiore dinamicità economica.leggi tutto
Glocal
L'OCSE boccia l'Italia
L'OCSE boccia le politiche economiche e sociali dell'attuale governo.leggi tutto
Glocal
Italia in recessione
Italia in recessione, come Argentina e Turchia: PIL a -0,2% nel 2019.leggi tutto
Glocal
L'Italia leader in Europa nell'economia circolare
Il tasso di riciclaggio dei rifiuti in Italia è fra i più alti del mondo: circa il 45% dei rifiuti urbani ed il 65% dei rifiuti speciali viene recuperato.leggi tutto
Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchA Massa Finalese successo per la Giornata Fai di primavera
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Elezioni e fake news, la divertente trovata di Cavezzo Viva
    Elezioni e fake news, la divertente trovata di Cavezzo Viva
    Le false notizie sono sempre esistite, ma con il web tutto si amplifica[...]
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Si perde in vacanza a Carpi e torna a casa grazie alla Municipale
    Protagonista del fatto un anziano turista tedesco che aveva perso il pullman[...]
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Il Panaro in piena, le foto aeree esclusive del 13 maggio 2019
    Particolarmente interessanti sono le immagini della cassa di espansione del fiume[...]
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le foto esclusive fatte dall'alto della piena del Secchia del 13 maggio 2019
    Le immagini riprendono il nostro grande fiume in piena da Magreta a Bastiglia.[...]
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Secchia e Panaro, l'erosione delle sponde e quegli argini insufficienti - LO SPECIALE
    Le altezze degli argini non sono sufficienti per Aipo, che dopo l'alluvione del 2014 ha avviato dei lavori. Ma ci sono dei limiti con cui fare i conti[...]
    Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
    Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
    Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noi[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: