Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Giovanni Rana: il re dei tortellini industriali, in visita…laddove i tortellini sono tradizione

MIRANDOLA – L’incontro con Giovanni Rana, leader mondiale nel settore della pasta fresca, è stato emozionante, come sempre succede quando si incontra un imprenditore di successo che, partendo da garzone con pochissima scuola nei primi anni sessanta, ha saputo costruire intorno a sé, con geniali intuizioni e duro lavoro, un impero industriale che fattura circa 800 milioni di Euro e impiega 3000 persone, nei due stabilimenti di S. Giovanni Lupatoto (VR) e Chicago (USA). Rana è stato ospite d’onore in un intermeeting dei club Rotary, Lions di Mirandola e Kiwanis di Modena  (i cui presidenti sono rispettivamente: Philippe Lejeune, Nunzio Borelli e Fausto Nicolini) e ha raccontato l’avventura della sua vita di fronte ad un pubblico non solo attento, ma anche riconoscente, poiché non  dimentico della generosità con cui, nei mesi immediatamente successivi al terremoto del 2012, Rana fece pervenire concreti aiuti a quelli di noi rimasti senza casa.

Per Rana tutto ebbe inizio quando intuì che con la ricostruzione postbellica, intorno al 1960, la crescente occupazione femminile avrebbe drasticamente ridotto il tempo disponibile alle donne per preparare i tortellini e reso crescente il loro desiderio di trovarli già pronti. Assieme all’allora fidanzata e ad un paio di operaie, cominciò a fabbricarli e a offrirli sul mercato locale che egli stesso percorreva, in lungo e in largo, alla guida di un “Guzzino” (mitica moto Guzzi dell’epoca, ancora conservata fra i trofei di famiglia) per le consegne ai clienti. E fu subito successo, al punto che Rana dovette costruire in fretta  un laboratorio di 1000 m2 di superficie, successivamente raddoppiato a  2000 m2, con un numero di dipendenti crescente. Le banche inizialmente non furono inclini a dargli credito, tant’è che Rana ama ricordare come “i primi soldi” gli furono prestati da un privato, un contadino, che ebbe fiducia in lui. L’affermazione sul mercato comportò la rivoluzione industriale e l’arrivo delle macchine. Ai tortellini col ripieno di carne, si aggiunsero quelli con la ricotta. Anche i grandi gruppi alimentari cominciarono ad osservare con attenzione la crescita di Rana. Qualcuno, come Barilla, si fece avanti con un’offerta per l’acquisto dell’azienda, ma lui preferì conservare la sua indipendenza, mantenuta fino ai giorni nostri. Oggi il gruppo Rana è gestito dal figlio di Giovanni e dai manager, mentre lui conserva la posizione di grande promotore dei prodotti, occupata già da parecchi anni con gli innovativi (e famosissimi) spot televisivi, in cui compare in prima persona, a pubblicizzare i tortellini. A  questo proposito, Rana racconta che gli venne l’idea di essere lui stesso attore negli spot, per risparmiare sui costi. Fu anche per questo che inizialmente si rivolse alle reti Mediaset, molto meno care della Rai. Il suo modo di fare pubblicità venne poi copiato da altri imprenditori che scelsero la strada di persuadere personalmente i clienti “mettendoci la loro faccia”, negli spot. La dimensione del gruppo Rana è ormai mondiale. Oltre ad una posizione di leader in Europa (soprattutto in Italia, Francia,  Spagna e Germania), Rana è andato alla conquista degli Stati Uniti, costruendo uno stabilimento nella zona di Chicago e perseguendo, con ottimi risultati, politiche di espansione commerciale anche in Giappone, Australia, Brasile e Cile, ai quali vorrebbe far seguire la Russia. Fabbrica tortellini con 180 diversi tipi di ripieni, con la supervisione di 4 cuochi di diversa nazionalità. Fra gli sviluppi dell’immediato futuro ci sono  i tortellini biologici e quelli gluten free, per accontentare ulteriori nicchie di mercato. Insomma, per Rana, qualunque sia il loro credo politico-religioso, o il colore della pelle, tutti amano i tortellini e devono poterli gustare. Richiesto di svelare il segreto del suo successo, Rana afferma che esso è dovuto ad un mix di duro lavoro, coraggio imprenditoriale, passione, un po’ di sana “pazzia” e molta fortuna. Nell’incontro con i club Rotary, Lions e Kiwanis, in modo non presuntuoso, ha preferito assaggiare un piatto di “maccheroni col pettine” (nostra specialità locale), piuttosto che offrire i suoi tortellini ad un pubblico (chissà, forse dal palato un po’ “difficile”, in fatto di tortellini?), ma, proprio per questo (e per le sue parole), ancor più convinto che i tortellini Rana siano un prodotto di qualità, di un’azienda che lavora con serietà.

Da sx: C. Medici, direttore commerciale del Gruppo Rana, Giovanni Rana, Philippe Lejeune (presidente Rotary), Nunzio Borelli (presidente Lions) e Fausto Nicolini (presidente Kiwanis)

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Recuperato l'antico manoscritto che venne rubato dall'Abbazia di Nonantola
    Era stato messo in vendita sul web, sul mercato antiquario. Il 22 gennaio, venerdì, si terrà una cerimonia pubblica per la riconsegna del manoscritto recuperato.[...]
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Con le "Storie a domicilio", il progetto TiPì riparte nella Bassa
    Ripartono le attività di TiPì – Stagione di Teatro Partecipato, il progetto che dal 2016 anima la vita culturale dell'Area Nord della provincia di Modena, con l'iniziativa TPCM – Storie a domicilio.[...]
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Da Eurosets a Medolla la riunione è in stile giapponese
    Inaugurata l’innovativa sala Obeya, di tradizione nipponica, per migliorare i processi decisionali, la creatività e il lavoro di squadra[...]
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    I bimbi vanno in sala operatoria con la Bmw al Policlinico di Modena
    AutoClub, storica concessionaria BMW di Modena ha donato due BMW I8 Spyder Toy Car che accompagneranno il bimbo in sala operatoria. [...]
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    Il Comune di Medolla forma le liste di leva per i nati del 2004, chiamata alle armi in vista?
    E' un atto burocratico perché il servizio militare obbligatorio non è scomparso, ma sospeso. E periodicamente si parla di renderlo operativo, come adesso per il Coronavirus[...]
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    Già diversi casi di pettirossi incollati, colpa della colla per topi in ambienti esterni
    L'allarme dell'associazione "Il Pettirosso" che si trova a curare gli uccellini rimasti incollati[...]
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    Giovane, laureato, impiegato e ama i social media: ecco chi va ai festival cinematografici
    I dati di un'indagine sul pubblico condotta da Regione e DamsLab, attraverso l'analisi di 25 manifestazioni di settore in Emilia-Romagna[...]
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    I personaggi illustri della Bassa: Gregorio Agnini di Finale, deputato e pioniere del socialismo italiano
    La Bassa territorio di personaggi illustri, oggi si parla del deputato finalese Gregorio Agnini: pioniere del socialismo italiano e fondatore delle leghe dei braccianti in Emilia.[...]
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Domenica attesa la neve anche nella Bassa
    Durerà poco ma dovrebbe poggiarsi[...]