SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Concordia, il M5s: “Sulla centrale biometano spetta alla Regione direno”

“La Regione vuole davvero essere a fianco dei Comuni e dei cittadini? Allora vieti l’autorizzazione per l’impianto a biometano di Concordia”.  Lo domandano la senatrice del MoVimento 5 Stelle Maria Laura Mantovani e la consigliera regionale M5S Giulia Gibertoni dopo un vertice con i sindaci del territorio, il Comitato contro il biogas e i cittadini di Concordia sull’impianto previsto all’ex Kermar.

“A fine febbraio gli assessori regionali Costi e Gazzolo avevano rassicurato il Comitato – sottolineano Mantovani e Gibertoni – promettendo un percorso ‘trasparente, rigoroso e rispettoso delle sensibilità maturate nei territori’. In quell’occasione era emerso che ‘non ci sarebbero norme a disposizione per limitare la diffusione’ ed è stato indicato ‘lo Stato come interlocutore vero in tema di energia’. Peccato che non sia così per l’impianto in questione”.

La senatrice M5S cita alcune norme per domandare alla Regione un cambio di passo. “Il decreto legislativo 387/2003 sancisce espressamente che la costruzione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili sono soggetti a una autorizzazione unica, rilasciata dalla Regione o dalle province delegate dalla Regione – spiega Mantovani – salvo tali impianti non abbiano una potenza termica pari ai 300 MW, caso in cui subentra il Ministero dello Sviluppo Economico. Ebbene, nella valutazione d’impatto ambientale (Via) rilasciata da Arpae il 5 settembre scorso si apprende che la potenza termica complessiva sarà di 5,18 MW, circa sessanta volte inferiore al limite richiesto per domandare l’intervento del Mise. Anche nel decreto legislativo 28 del 2001 si ribadisce che sono le Regioni a prevedere specifiche semplificazioni per il procedimento di autorizzazione alla realizzazione di nuovi impianti di distribuzione di metano. Nel decreto ministeriale 10/2010 è stabilito che le Regioni possono tenere conto di elevate concentrazioni di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili in un’area, in relazione all’interazione con altri progetti, piani e programmi presenti nella zona”.

Durante l’incontro, i rappresentanti del M5S hanno avuto modo di richiamare le politiche promosse dal MoVimento 5 Stelle a livello nazionale in tema dell’ambiente, auspicando azioni positive sinergiche da parte della Regione.  “Il M5S è favorevole all’economia circolare – riprende Mantovani – perché l’economia circolare è fondamentale per salvaguardare l’ambiente, partendo dalla riduzione dei rifiuti. Gli impianti che dal rifiuto organico producono energia sono in perdita”. “La Regione continua a parlare di autosufficienza – interviene Gibertoni – ma la capacità di un impianto del genere, sommata anche solo a quelle delle strutture di Sant’Agata Bolognese e di Gavassa è molto superiore alla quantità di umido prodotto dall’intera Emilia-Romagna. Ciò significa che inevitabilmente per dare linfa a questi impianti si dovranno fare arrivare rifiuti da fuori, aumentando così i problemi sia ambientali che sanitari denunciati dai cittadini. Cosa ha fatto la Regione per ostacolare l’insediamento di strutture sovradimensionate del genere? Nulla”.

“In Emilia-Romagna sono raccolte 270mila tonnellate di rifiuto organico all’anno – conclude Mantovani – e con le espansioni previste se ne andrebbero a produrre quasi il doppio, in cinque impianti (Concordia, Massa Finalese, Fossoli, Sant’Agata, Gavassa) distribuiti su un diametro di cinquanta chilometri. Serve una programmazione territoriale, che ai sensi del decreto legislativo 387/2003 spetta alle Regioni. La Regione può dunque non autorizzare l’impianto o definire le aree in cui non è possibile costruirli, facendo programmazione. Mi rendo disponibile in prima persona a fare da tramite verso i Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico se la Regione dovesse presentare le opportune deduzioni in forma scritta relative all’impianto. Il tempo degli alibi è però finito: adesso la Regione si assuma le proprie responsabilità e ascolti i cittadini di Concordia”

Rubriche

Glocal
Il 50% della ricchezza mondiale in mano a pochi
Secondo una ricerca realizzata dalla Boston Consulting Group, denominata, “Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth”, la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018 ha raggiunto i 206 mila miliardi di dollari: 1,9 volte il PIL mondiale.leggi tutto
Consigli di salute
Alzheimer, la salute di denti e gengive aiuta a ridurne il rischio
Uno studio ha dimostrato come parodontite e Alzheimer siano collegati: ecco perché prendersi cura dei denti è importante leggi tutto
Consigli di salute
Denti e postura, il legame è stretto
Tanti i disturbi correlati: emicrania, dolori nella masticazione, ma anche ernia del disco e tendiniti.leggi tutto
Glocal
Secondo trimestre del 2019: probabile PIL negativo
Il Rapporto annuale dell’Istat sulla situazione macroeconomica del Paese, sentenzia in modo chiaro che nel secondo trimestre dell’anno in corso è prevista una forte contrazione del PIL, al punto che si prevede una differenza negativa rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.leggi tutto
Glocal
Le elezioni dei numeri
La Lega, partito politico che non ha mai nascosto il proprio euroscetticismo, anzi ne ha fatto anche una sorta di portabandiera, è il primo partito italiano che occuperà più scranni nell’Europarlamento.leggi tutto
Glocal
Finanza alternativa – le banche aprono al crowdfunding?
Sebbene in forte ritardo rispetto al Regno Unito, che già nel 2012 presentava numeri da capogiro, in Italia l’equity crowdfunding sta crescendo molto.leggi tutto
Emergenza fiumi, cosa accade in montagna? -LO SPECIALE
Disboscamento e consumo di suolo hanno conseguenze pesanti sull'attività dei corsi d'acqua che poi arrivano da noileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDopo il sisma, tornano a suonare le campane della chiesa di Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Va a rapinare la farmacia vestito da cowboy
    Si tratta di un pregiudicato 50enne vecchia conoscenza dei Carabinieri[...]
    I successi dell'Emilia-Romagna raccontati dai francobolli del mondo
    I successi dell'Emilia-Romagna raccontati dai francobolli del mondo
    Presentata la nuova pubblicazione “Emilia-Romagna. Una Regione fra i dentelli europei”[...]
    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    Da Mirandola ecco Raffy che ci porta a ballare Al Chiringuito
    La giovane, al secolo Raffaella Maria Senese, è già nella Top 10 della classifica radio Airplay con il brano "Tortellini in Lamborghini".[...]
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    È di Soliera il campione italiano di scacchi under 10
    Dall'1 all'11 agosto sarà con la Nazionale agli Europei di Bratislava[...]
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Passa un trasporto eccezionale, si deve rafforzare ponte Ciro Menotti
    Per questo motivo nell’area sotto al ponte è vietata la sosta fino a lunedì 22 luglio[...]
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    Il lambrusco al bar di Modena si paga con i bit coin
    il titolare del wine shop Lambruscheria ha deciso di accettare in pagamento le monete virtuali[...]
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Schiuma nel fiume Panaro: sembra ammoniaca, ma non si sa da dove arriva
    Grandi macchie di sostanza bianca erano comparse a pelo d'acqua nei giorni scorsi[...]
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Il politico Andrea Galli sposa Carlotta Corno
    Tra i partecipanti i politici forzisti della Bassa, da Giorgio Cavazzoli (consigliere comunale a Finale Emilia) a Marian Lugli (consigliere comunale a Mirandola)[...]
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Successo per i Giganti della Bassa, tra grandi alberi e grandissimi piatti
    Un cedro a Medolla, un pioppo a Cavezzo e una quercia a Soliera sono gli alberi più grandi della Bassa[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: